ANCORA UN ALTRO OUTING – musicale –

Ciao. Altro mio outing musicale. Eh, si’, raga’. gli eventi tragici ūüôā spesso si ripetono. ¬†Che ci possiamo fare? E’¬†¬†successo ancora, portate pazienza… ¬† ūüôā¬†

Gia’ gia’..Questa mattina ho registrato e postato su You Tube due miei video. Ora li metto qui. ¬†Uno e’ questo:

THERE BUT FOR FORTUNE

“Li’, ma per caso”

DI PHIL OCHS

“Mostrami una cella. Mostrami un prigioniero la cui vita e’ andata male. Ed io ti mostrero’, ragazzo mio, con mille ragioni, che se io e te non siamo al suo posto, e’ solo un caso.¬†Fammi vedere una stazione, ed il treno. E mostrami pure il barbone li’, che dorme sotto la pioggia. Io pero’ ti mostrero’, ragazzo mio, con mille ragioni, che se tu ed io non siamo come lui, e’ pura fortuna. Mostrami pure le macchie di Wischy sul pavimento. E l’ubriaco che inciampa sulla porta di casa. Io ti faro’ vedere pero’ che se ne’ ¬†io ne’ tu, siamo al suo posto, e’ anche qui solo un caso. Dai, ora che ci sei, fammi vedere la citta’, o la nazione dove cadono le bombe. Mostrami pure i palazzi, una volta cosi’ alti. Ed io ti mostrero’, giovane terra, che se io o tu, non siamo al suo posto, e’ ancora e solo fortuna” (Phil Ochs-traduzione: Marghian)

Qui, gli originali (Phil Ochs e Joan Baez- lo meritate ūüôā ūüôā )¬†

Poi questa interpretazione. E’ mezzo latino e mezzo spagnolo, praticamente in sardo:

DEUS TI SALVET MARIA

(Ave Maria sarda tradizionale)

Il testo: “Dio ti salvi, o Maria, che sei di grazia piena. Di grazia sei la vena, e la corrente. Il Dio onnipotente, con te e’ rimasto, poiche’ ti ha conservato immacolata. Benedetta e lodata, su tutto gloriosa, mamma figlia e sposa del Signore. Benedetto e’ il Fiore, che e’ frutto del Seno: Gesu’, Fiore divino, Signore Nostro. Pregate il figlio vostro, che tutti gli errori, a noi peccatori “ci” perdoni. E molte grazie ci doni, in vita e nella morte. E la gioiosa sorte, nel Paradiso”¬†(Bonaventura Licheri, poeta sardo del 1700)

A 2 minuti e 9 secondi del video, c’e una nota sbagliata (gggrrhhh ūüôā )

Qui¬†ci va qualche piccola precisazione – e’ vero che ne¬†¬†faccio.. ūüôā -. La versione che vi presento e’¬†con il testo integrale. Avevo gia’ pubblicato in “Youtube” questa canzone. Ma parziale, per giunta con dei rumori – un telefonino a cui arrivavano messaggi in continuazione e che suonava…-. L’Ave Maria sarda, “Deus Ti Salvet” Maria fu composta, nel testo, da tale Bonaventura Licheri,¬†poeta sardo che visse nel 1700.¬†

Io l’ho eseguita¬†“ispirandomi” un po’ alla versione molto piu’ moderna, musicalmente, che fu curata da De Andre’. QUI noterete la enorme differenza, fra la grande Maria Carta, la versione *davvero *tradizionale, e la versione di De Andre’- non cantata da lui, pare..- . E c’e anche Andrea Parodi, per questa seconda versione..etno- pop, chiamiamola cosi’ per capirci ūüôā

Okay, la gioco cosi’. Ciao¬†ūüôā

Marghian

Posted in musica | 17 Comments

SANREMO 1968 – UNA AVVENTURA

UNA AVVENTURA

LUCIO BATTISTI

Ciao. Sappiamo che Lucio e’ stato grande, vive nei nostri cuori, nei nostri gusti musicali. Ma l’interpretazione di Wilson Picket in coppia con Lucio a Sanreno fu qualcosa da far vibrare il cuore. A me fece quell’effetto, pur non capendo allora ad un certo punto cosa dicesse (“…this is not a quick adventure, that begins with love and even sorrow..For today…”). Eccola.

Che roba, raga’…

¬†Mi viene da pensare che allora¬† “Sanremo era Sanremo”, come dice il motto del festival, con il verbo essere al presente (?!). Ed e’ vero, ci si rende conto ascoltando interpretazioni cosi’.

Con concorrenti e performances cosi’, Sanremo era davvero Sanremo; anche se i voti, sin da allora lascivano¬† a desiderare-con due interpretazioni cosi’ che non andarono in finale…- .Lucio e Wilson Picket infatti arrivarono soltanto al nono posto.

Ma tanto e’ la qualita’, a dare il coso. E su quella, non si discute.

Okay, adesso finisco di cenare ūüôā

CIAO CIAO, BUON WEEKEND

Marghian

Posted in musica | 42 Comments

17 MAGGIO – UNA DATA, UN RICORDO

“Sei rimasta nel mio cuore Marghe, pur se non ti conoscevo.

E scusami, se qualche volta ci trovi.. un po‚Äô di maretta‚ÄĚ

(Marghian)

Una foto su un giornale, un trafiletto letto di fretta, un pensiero semplice: cio’ che avete letto.

Per lei, Un fiore, piantato nel Giardino della Vita

field_in_ earth

Universal_Celestial_World

A lei il mio augurio che il Cielo sia ora il suo nuovo giardino.

Che conosca ste cose meglio di noi ora.

Il Cielo, qualunque cosa questo voglia dire, forse e’ il nostro destino.

Questo e’ un post un po’ “stealth”, furtivo. L’ho scritto frettolosamente, in ufficio –

E’ un ricordo, lo stesso dell’anno scorso.

CIAO

Marghian

Posted in MOMENTI, my music, RICORDI, RIFLESSIONI | 29 Comments

FESTA DELLA MAMMA – A lei dedico delle canzoni, e voci, che le piacevano

ALLA MIA MAMMA

LA MIA MAMMA

A LEI. CHE GENERO’ IL MIO CORPO, E CHE ORA E’¬† SORELLA,¬† NELLO SPIRITO. A LAEI, GRAZIE ALLA QUALE, IO ESISTO MATERIALMENTE¬† SU QUESTO COMUNE PICCOLO¬† CORPO CELESTE CHE CHIAMIAMO “LA TERRA”.¬† A LEI, CHE ANCHE NEL¬† NOME CHE¬† PORTAVA, “ASSUNTA”, E NEL COGNOME, “ANGIUS”,¬† SI INDICAVANO LA SUA GRANDE FEDE, E LA MIA SPERANZA, IN QUESTO: “ASSUNTA –FRA GLI– ANGELI” ¬† (Marghian)

Il bambino nella foto era li’ per caso. “Lasseddu stai inn√≤i,¬† su pippiu”-“lasciatelo stare qui’, il bambino”-, ci disse prima dello scatto”.

LE PIACEVANO:

I TUOI OCCHI VERDI

DI FRANCO TOZZI – IL FRATELLO DI UMBERTO

Ma quanto le piaceva…”i tuoi occhi verdi, de franco tozzi, itte bella..”-..che bella..”.

LA VOCE DI DEMIS ROUSSOS

Lei lo chiamava “Gesu Cristu”- si legge “gesugr√¨stu”- per i capelli, la barba e la tunica “alla greca” che spesso Demis indossava in scena.

IT’S FIVE O’ COLCK

Il mio papa’ aveva gusti piu’ alla antica. Ma questa piaceva anche a lui

LE PIACEVA DA MORIRE CLAUDIO BAGLIONI

“Glaudu Balioni”, diceva lei”.

Soprattutto le piaceva questa:

“ma cussu esti bellu de boxi,¬† la’?” “Ma lui e’ bello di voce,¬† eh?”, diceva.

INCREDIBILE MA VERO, LE PIACEVA EDOARDO BENNATO

(Ma anche Vasco eccetera…) ūüôā

LE DEDICO QEUSTA:

(Volevo fare il post ieri notte, ma per il solito discorso dei temp, questa mattina non ho potuto enmmeno, e, lo pubblico oggi, al pomeriggio)

CIAO

COMMENTATE PURE, A DOPO   

Marghian

 

Posted in MOMENTI, musica, RICORDI | 20 Comments

BUON FINE SETTIMANA, COUNA VECCHIA MUSICHETTA. CHE VI RICORDA QUALCOSA

MUZIO CLEMENTI

(1752-1832)

(Ascoltate questa musichetta, e’ carina. La sto imparando….)

Sonatina op. 36 n. 5 in sol maggiore (parte 2) Р3. Rondò

Ciao. Questa musichetta, composta da questo signore qui vi ha ricordato sicuramente qualcosa. Avete pensato sicuramente un nome di donna. Infatti, sembra proprio “Agnese”, di Ivan graziani.¬†

Ieri sera, prima di rientrare per la cena, ero a casa di un amico che si diletta di musica. A suonare, e’ piu’ o meno come me, con chitarra e tastiera. Ma possiede un pianoforte bellissimo.¬† L’ho provato, accenndando a questa sonatina di Clementi (per ora so fare¬† solo la parte iniziale, che si sente nei primi venticinque o trenta secondi della registrazione video, e che si ripete poi…), e lui: “ma questa e” Agnese…. La fai troppo veloce pero”. “No”-gli ho detto io-, Agnese e questa. Ed ho souonato di nuovo la parte, ma piu’ lentamente.

“Ecco, cosi’ si’..”- fa lui. Al che gli ho detto:”ma tu non sai una cosa, che “Agnese” e’ presa da una musica del ‘700 di un cetto Muzio Clementi, questa che ho suonato prima, “veloce” dici tu. Accendi il computer che ti faccio vedere una cosa..” –

L’amico ha Il computer su una scrivania vicino al pianoforte nel soggiorno. Come me, che ho il pc vicino alla tastiera. Lo ha acceso ed io gli ho detto “cosa cerare”;¬† e siamo andati su un mio post – che qualcuno di voi ha anche visto-,¬† dove c’e’¬† Graziani. C’e’ anche la canzone “A Groovy Kind Of Love” di Phil Collins”, che ha la stessa melodia, spiaccicata,¬† di Agnese. Copiata¬† pure quella da questa sonatina di Clementi.

Il post e’ questo qui, potete sentire anche la canzone di Collins, molto bella, e leggere la traduzione. Naturalmente vi propongo l’ascolto del grandissimo Ivan Graziani.¬†

AGNESE

Copiata o non copiata, fa piacere sentirla.

CIAO, BUON WEEKEND DI SOLE- QUI…C’E’

– con mia somma gioia –

Marghian

 

Posted in musica, saluti | 9 Comments

PER SALUTARVI, FRANCO SIMONE. CANTARE NON E’ SOLO VOCE PODEROSA. BASTA A VOLTE LA DOLCEZZA. FRANCO SIMONE, HA UNA VOCE GRADEVOLE- CAMPER, LA CASA IN VIA DEL CAMPO

Ciao. Permettetemi che almeno il titolo sia lungo ūüôā¬† Per non smentirmi.

CIAO. FINALMENTE RISCO A MANDARVI UN SALUTO..

“C’e sempre un altro sogno da fare. Dai, che lo hai capito!”

FRANCO SIMONE

CAMPER

“Quattro note di chitarra, cose morte…”

FRANCO SIMONE

LA CASA IN VIA DEL CAMPO

Sta anche qui: cantata dalla regina del Fado: Amalia Rodriguez

CIAO

Marghian

Posted in musica | 13 Comments

COME ERAVAMO. ANZI, COME ERO – DUE MIE VECCHIE FOTO ED UN MIO PICCOLO “CORTOMETRAGGIO”. E VI RACCONTO QUALCOSA….

CIAO

PER QUESTA SERA E DOMANI  VI LASCIO QUALCOSA, SU DI ME

COMINCIO DALL’INIZIO

Marghian 12 anni

Qui avevo¬†dodici anni. Una foto che mi sono ritrovato fra le mani qualche giorno fa. Avevo la passione della ginnastica e delle acrobazie. Sin da allora. Vidi fare questa cosa in un circo, in televisione. “Il rullo della morte”. Il giorno dopo ¬†cominciai ad allenarmi con una bombola di gas vuota ed una tavola, ad oscillare rimanendo in equilibrio. Lo imparai dopo circa sei mesi. Ma…con una piccola differenza, al circo chi¬†posava i piedi sulla tavola aveva altre tre persone, una che stava sulle spalle dell’altra.¬†Va bene, facevo quel che potevo.

A 18 ANNI

EPSON scanner image

 IN UNA GITA DI PASQUETTA, TANTO TEMPO FA

ADESSO,¬†GUARDATE QUESTO MIO PICCOLO…CORTOMETRAGGIO

ALL’INIZIO, SI VEDE UN RAGAZZO CHE FA UNA CAPRIOLA E SI TUFFA IN ACQUA

QUELLO SONO IO ¬†ūüôā

Un video fatto artigianalmente. Erano gli anni ’70 e ’80.

Che bello che era, allora volavo….

VI SPIEGO:

Questo video e’ stato realizzato anni fa. Prima di tutto¬†con una cinepresa tradizionale, a pellicola. Poi, ovviamente dopo l’avvento del “digitale”, l’ho digitalizzato¬†come segue: proiettando il film sullo schermo- cioe’ un lenzuolo bianco-, e riprendendo la proiezione con la fotocamera digitale. Ed ecco perche’ lo vedete¬†cosi’ sgranato, e poco chiaro. La musica di sottofondo, nella versione cosi’ digitalizzata, e’ mia (tastiera musicale, il famoso cavo “MIDI”, programma del pc che registra quanto suonato, salvataggio come file Mp3). I

Nel video, io sono nei seguenti momenti: il ragazzo che fa la rincorsa e si tuffa in mare dopo capriola in avanti con rincorsa, nel bellissimo mare del Comune di Cabras – Or-, S. Giovanni di Sinis; ¬†il ragazzo con il cannocchiale e gli occhiali da sole che tiene in mano la nipote¬†e l’amichetta. ¬†In mare, si vede un canottino; dentro ci sono mia nipote¬†con il fratellino. Chi ci sta vicino e’ invece un mio fratello- non il papa’-.¬†¬†Ed ancora,¬† Le barche, i mortaretti, sono una edizione della nostra tradizionale e caratteristica “processione a mare” per la Festa della Madonna di Bonaria, a Marceddi’- frazione di Terralba, OR. -, un villaggio di pescatori. ¬†Li’ , a Marcedi’, imparai a nuotare, a 12 anni- l’eta’ della prima foto-. Ora non e’ piu’ balneabile. Si chiama Marceddi’ perche’ anticamente- direi..-fu il possedimento, di un tale Marcellino, generale Romano. Il villaggio si sviluppa in una rientranza del mare, praticamente prospiciente ad uno stagno.

La festa si fa la prima domenica dopo Ferragosto, purche’ sia passata almeno quasi una settimana. Si inizio’ con questa bella sagra nei primi anni ’20, infatti la chiesetta dedicata a questa Madonna, detta “Di¬†¬†Bonaria”, e’ dell’epoca. Costruita tutta da volontari. Ossia, chi voleva dedicava una giornata – magari di domenica- alla sua costruzione. Il mio papa’ ci lavoro’, alcune volte. Internata in un muro c’e una bottiglia con dentro un foglio di firme di chi ha partecipato alla sua costruzione. C’e’ anche¬†quella di papa’.

Ma la festa vera e propria di questa Madonna non e’ in questa frazioncina del mio paese. Noi se mai ce ne siamo un po’ appropriati, per sana devozione. La festa di Bonaria e’ nel suo santuario di Cagliari, il 22 di aprile. La storia di Bonaria e’ lunga, vi rimando ad internet (google: madonna di bonaria cagliari¬†) Qui vi dico solo che li’ a Cagliari c’e’ il simulacro originale del ‘500. C’e poi un’altra cosetta:¬†“Bonaria”, che e’ anche tipico nome sardo, come mia cognata.. ūüôā ¬†significa “buona aria”. Questo, “la Madonna di Bonaria”, ha dato il nome… alla capitale.. argentina …di Buenos Aires. Proprio cosi’, vedere per credere– ¬†(leggete dove c’e il titolo “eta’ moderna”, appena sotto “Storia”. C’e anche il link, sul santuario di Bonaria ūüôā

Ma prima ¬†delle immagini sulla festa di Bonaria, in questo mio chiamiamolo “cortometraggio”, appena dopo il mare ed il mio tuffo, c’e’ uno scenario Western, che ora non esise piu’. Non esistono piu’ il “saloon, la fontana con l’arco, le altre strutture Western. Esistono pero’ ancora le case, e la chiesetta del ‘600 che Sergio Leone scelse per alcuni films western, ad esempio “Giarrettiera Colt”. Le case, nello stile, sembrano “Western” ma sono li’ da quasi 400 anni. E’ il villaggio di San Salvatore (ove “San Salvatore sta per “Santo Salvatore”, Gesu’, e non un santo di nome Salvatore), appartenente al comune di Cabras. ‘ Li’ ci vediamo- poco- io, i miei fratelli ed altri, anche non della famiglia.

Negli anni ’90 mi capito’ di lavorare, per tre anni, proprio li’, in quel villaggio. Facevo¬†il servizio di apertura e¬†custodia – e fungevo “ufficiosamente” anche da guida turistica..- nel tempietto sotterraneo che era sotto il pavimento della chiesetta secentesca di S. Salvatore, un tempietto nato millenni fa per il culto pagano dell’acqua sorgiva, poi diventato, per sovrapposizione di culti, un tempio pagano (Marte e Venere) e poi paleocristiano. Ma su questo mi sono dilungato¬†QUI¬† ¬† E’ interessante, merita che vediate – o rivediate- almeno il video.

Fino a qui, “come ero”. E come sono, qui

/OKAY RAGA’. ADESSO AGGIUSTO IL TUTTO…/

CIAO

Marghian

u

Posted in Uncategorized | 34 Comments