PICTURES – QUADRI DI UN PITTORE CHE HO CONOSCIUTO MOLTO BENE

Ciao. Ci sono, ci sono 🙂 è piuttosto il mare, e c’ero anche questo pomeriggio, che in queste settimane mi sta impegnando, oltre al solito quotidiano che ormai sappiamo, piu’ o meno comune a tutti.  Anche l’altro blog è li’ che aspetta.
Vi scrivo due parole su questa presentazione, uno dei miei video che ogni tanto creo “artigianalmente”. Sono dei dipinti di mio fratello. E’ il secondo “video slide” con delle foto di alcuni dei suoi quadri
che Vi fara’ senz’altro piacere vedere. Ora non so, se ho fatto qualche replica, se fra le foto c’e qualcuna che avete gia’ visto, non e’ un problema. Vi racconto il casino che c’e voluto per fare questa presentazione. Non avevo le immagini nel pc, quindi ho fotografato con il cellulare dei quadri che ho in casa. Per il post, ho dovuto inviarmi le immagini via mail, cosa che ho fatto ieri sera; e, dalla casella mail, li ho scaricati in una cartella. Poi, ho dovuto agire sul formato delle immagini a che avesero pressappoco le stesse dimensioni per essere lette dal programma per i video. Questo mezzodi’ mi sono preso una oretta per il paziente lavoro. Poi una prova, qualche immagine da ingrandire, da rimpicciolire, mi ci sono messo di nuovo un’oretta fa. Le immagini, per via di queste modifiche, risultano non proprio nitide a parte qualcuna che non ha avuto bisogno di tali mdifiche. Okay, almeno ci passo il tempo…

Vengo alla parte audio, tasto dolente  🙂 

Ho creato il file di commento musicale, che nel salvare come file Mp3 – informazione superflua…- ho chiamato “marghian blues” (eh, il marchio del prodotto va nominato… 🙂 ) e ho “detto” al programma di ripeterla, per adattarne pressappoco la durata a quella della presentazione. Il sistema audio, per le registrazioni, è troppo sensibile, poi ci si mette anche Youtube. Ascoltando il video, sentivo la musica appena, e quasi nessun fruscio. Youtube raddoppia quasi il volume, e il fruscio si sente si sente piu’ forte. E si sente anche il rumore di una macchina che passa, tanto per  cambiare. Dopo alcune prove mi sono detto “basta cosi’, non faccio altri tentativi, viene come viene..”.

PICTURES

(Altro blog)

CIAO

Marghian

Advertisements
Posted in Art in blog, Miei video, my music | 7 Comments

WILLIE NELSON – OLD MAN MAKES GOOD VOICE – uomo vecchio fa buona voce – parafrasi di un proverbio (che avete sicuramente riconosciuto)

Ciao. Willie Nelson è un cantautore statunitense, chitarrista e attore. Ha recitato sia come protagonista che in parti secondarie, sempre in modo magistrale. Un cantante Country, se anche attore, non poteva non recitare in un film western. Infatti, nel 1979 ha fatto la parte di un personaggio di un film wester. Come musicista e’ ancora attivo. La particolarita’ di questo signore che mi ha entusiasmato, oltre alla sua bravura, e’ che e’ nato nell’aprile del 1933, ha 86 anni. Ieri ho sentito in un post su facebok la canzone “heaven is closed” (“il paradiso e’ chiuso”). L’amica, che mollti di voi conoscono, e’ Rebecca (ci scriviamo anche li’). Lei, molto simpaticamente, ha pargonato Nelson al vino. “E’ come il vino, piu’ invecchia, piu’ diventa di qualita'”. Al che io (adesso) ne ho pensato un’altra, e in inglese (fra poco gliela scrivo, in un altro commento nel suo post), “old man makes good voice”, “uomo vecchio fa buona voce”. E’ proprio questo il caso. Spero di avere io, alla sua eta’, la voglia (non mi interessa la bravura, mi basta al voglia) di cantare e suonare, non importa “come”, e di fare anche altro. Non e’ pensione, senza la salute e l’entusiasmo.

WILLIE NELSON

HEAVEN IS CLOSED

“Il paradiso è chiuso, e l’inferno è pieno di gente; così penso proprio di rimanere dove sono. Molta gente, questo è sicuro, è da sola. Chi mai arreca danno? (“who even gives a damn?”, che in questo caso sta per “chi se ne frega?”) Sento qualcuno chiamare e chiedermi: “vieni dalla follia?”. Ma non c’è nessuno intorno. Il paradiso è chiuso, e l’inferno è affollato, quindi penso proprio che rimarrò dove mi trovo. Il Cielo è partito per la California con l’aereo di mezzanotte, e l’inferno è rimasto indietro. Perciò, non sarei solo, per ragioni difficili da spiegare. Forse l’inferno è il paradiso, e quel paradiso è l’inferno, e ognuno è la stessa cosa, o ciascuno è entrambe le cose? Bene spero che il paradiso trovi quello che sta cercando, e quell’inferno ci tratta tutti allo stesso modo? “Il paradiso è chiuso, e l’inferno è pieno di gente; così penso proprio di rimanere dove sono. Molta gente, questo è sicuro, è da sola. Chi mai arreca danno?  Sento qualcuno chiamare e chiedermi: “vieni dalla follia?”. Ma non c’è nessuno intorno. Il paradiso è chiuso, e l’inferno è affollato, quindi penso proprio che rimarrò dove mi trovo. Bruciamone uno per quelli che vivono ancora nell’inferno, bruciamone uno per quelli che credono di essere in paradiso, bruciamone uno per tutti in tutto il mondo, e  chiunque è rimasto incastrato nel mezzo-confuso cioè  fra inferno e paradiso – Il paradiso è chiuso, e l’inferno è sovraffollato; così penso proprio di rimanere dove sono. Molta gente, questo è sicuro, è da sola. Chi mai arreca danno? – che mi frega?- . Sento qualcuno chiamare ( e chiedermi): “vieni dalla follia?”. Ma non c’è nessuno intorno. Il paradiso è chiuso, e l’inferno è affollato, quindi penso proprio che rimarrò dove mi trovo.

  ( Buddy Cannon / Billie Nelson)

Per curiosita’ l’ho tradotta, come faccio sempre con i video di canzoni in inglese (o in sardo 🙂 )

BUONA SERATA, CIAO

Marghian

Posted in musica | 14 Comments

BENVENUTO SETTEMBRE (benvenuto comunque, anche se ti porti via l’estate)

BENVENUTO SETTEMBRE

(nonostante tutto)

Benvenuto settembre che ti porti via l’estate
Benvenuto comunque con le tue piĂą fresche giornate
E con le tue piogge (cominciate giĂ  prima del tuo arrivo)
Con le tue mattine di grigia foschia e di opalescenti nebbie
Che tutto penetrano e tutto ammantano

(e che il poeta descrive come piovigginanti e risalenti ripidi colli)

E la rugiada adorna i fili d’erba erba di palline argentate
Ad essi si aggrappano le sue gocce  e su di essi scivolano

come tante lacrime di un mattutino pianto sincero
Sospiro dolce, rimpianto precoce per una stagione morente
Benvenuto settembre, munifico patrono di vignaioli operosi
Che si preparano al loro lavoro

per rallegrare le gole degli amanti del vino
Nnelle future, invernali sere d’ostelli e di focolari accesi.
Benvenuto settembre, pur se ci porti via l’estate.
Benvenuto settembre
Benvenuto comunque,*tramonto dell’anno.

(Marghian)

*Tramonto dell’anno. Prendendo l’anno come un lungo giorno, settembre e’ da me visto un po’ come un  tramonto. A seguire in detto paragone, ottobre- novembre è la sera, l’inverno è la notte. L’inizio di primavera, 21 marzo, e’ l’alba. Aprile  e maggio la mattinata con il Sole che sale e giugno, il mese che preferisco, di questo lungo giorno e’ il meriggio, con il Sole alla sua massima declinazione (altezzadel Sole  sull’orizzonte). Giugno è il mio mese preferito per questo, tutta l’estate e’ ancora un bel piatto (a volte molto caldo, e’ vero…), da gustare. Luglio – agosto sono invece “le ore calde del pomeriggio”. Poi settembre, “cala la sera..”.

Settembre, foriero di piogge, anche prima che arrivi, come ho scritto nel pensierino. Il video sotto, infatti,e’ del 28 agosto, volevo postarlo ma Youtube non mi lasciava entrare.in tandem con “google”, dopo aver cambiato modem perche’ sono passato a Vodafone, mi chiedeva di confermare la mia “identita'” chiedendomi il numero di telefono- col kaiser…-. Poi, dal cellulare, appariva su google “da alcuni giorni qualcuno sta tentando di entrare con la tua passoword…” (“o tontu, seu ‘eu a tottu”- “o stupido, sonop io stesso..”- commentavo io nella madre lingua 🙂 ). Poi, caricando un video di prova dal cellulare (questo stesso che ho ripreso con cell..), sono riuscito a sbloccare l’ingresso anche dal pc. Da qui adesso ho potuto caricare il video.

TEMPORALE ESTIVO – E’ ARRIVATO

L’ultima immagine:  lo scorcio di un tipico villaggio di pescatori, come il nostro.

Nell’ultimo fotogramma leggete la scritta “sembra Marceddi'”,  per i miei miei paesani su Facebook (li’ posso incorporare i video direttamente ignorando youtube,infatti il post con questso video, non e’ su settembre).

*Marceddi’, aggiungo qui, e’ il nostro villaggio di pescatori di cui vi ho scritto riguardo alla passata “festa di Bonaria” (l’immagine e’ pittorica, non ha per soggetto il villaggio, ma lo sembra; c’è, nella rappresentazione artistica,  ma una somiglianza con uno scorcio di esso. Anni fa, per starci qualche mese, prendemmo in affitto una di quelle case. Non e’ localita’ balneabile, è solo caratteristico e si mangia bene (due ristoranti e un ittioturismo, e vivai di pesci e frutti di mare). Li’ c’e la chiesetta della festa di Bonaria, con origilane simulacro e santuario a Caglari, di cui sono pero’ molto devoti i pescatori del villaggio, e noi tutti del paese. Il nome del luogo dove è sorto il villaggio, Marceddi’, deriva da un generale Romano che possedeva dei terreni (non lontani dalla antica Neapolis”), ed era padrone anche di  “quello stagno”, il generale era tale “Marcellinus”, nel cui piccolo golfo o insenatura sorse il villaggio. Le tipiche case sono roba recente, anni 20-30, con la chiesetta. Io ho conosciuto il villaggio che, esclusa la vecchia caserma della Guardia di Finanza, ora non piu’ operativa, era fatta di sole capanne in legno e frasche (forse da qualche migliaio di anni).

Fine stagione

Comunque, per nostra fortuna, qui in Sardegna, zone costiere, settembre si prende via l’estate a fine mese, lasciandone un po’anche a ottobre (anche se ora non sembra, piove e sembra notte, alle 20…). I miei ultimi bagni al mare sono verso il 20,25 ottobre, a ridosso della fine dell’ora legale. Il maglione, ai primi di novembre.

Ciao, buon mese e buona serata.

Marghian

Posted in Miei video, my music, Poesia, Racconti di vita, RIFLESSIONI | 26 Comments

DEDICATO ALLA AMAZZONIA – E alla Sardegna, sua compagna di sventura di una terribile piaga umana.

Sì, piaga umana. E le piaghe che noi definiamo “naturali” sono spesso, da parte della natura, atti di ribellione per le ferite ad essa inferte.

Ciao. Chi è sardo conosce la piaga degli incendi. La conosce molto bene. Pur non coinvolto direttamente in danni provocati dal fuoco, il suo cuore sensibile soffre. Per questo motivo, ed è un motivo forte, un sardo non può non essere solidale con la gente della Amazzonia.

CIELO NERO

CHELU NIEDDU

“Quando l’aquila nera, svelta prende il volo, la paura è salita, spaventando (perfino) le rocce. Nella casa del falco l’aria adesso è calda, e sente un forte forte tremore: la primavera se ne sta andando (e si ha terrore della imminente estate).

Questo cielo nero e brutto, misterioso e minaccioso… la chiave la custodisce Dio? Squarciamo queste fiamme e gridiamo forte, affinché la Giustizia cali come una lama di acciaio. Senza fare male, ma rischiarando questo cielo nero.
Quattro mamme in lutto non sentono il caldo di una estate bistrattata dall’irruenza del fuoco.

Ora pioviggina, e sembrano piangere i pini; e l’autunno è indeciso su dove mettere (al riparo) le castagne.

Di questo cielo nero e brutto, misterioso e minaccioso, la chiave, la custodisce Dio? Squarciamo queste fiamme e gridiamo forte, affinché’ la Giustizia cali come una lama di acciaio. Senza far male, ma rischiarando questo cielo nero”

(Tazenda-Traduz. Marghian)

CIAO

Posted in MOMENTI, musica, Pensieri | 19 Comments

LINDSAY STIRLING

Ciao. Oggi ha fatto caldo un casino, ma una bellissima giornata da mare. Vi racconto che questa domenica, il paese era praticamente disabitato. Gran parte degli abitanti sono stati “assorbiti”, “fagocitati”,  come avviene ogni anno, dalla festa religiosa con la processione delle barche che si svolge una settimana circa dopo ferragosto, sempre di domenica mattina. Praticamente il paese era  un deserto, ti embrava quasi di possederlo (tipo “tutta mia la citta'”, Equipe 84). Bello pero’. Niente macchine, niente schiamazzi- si godeva gia’ di qeusto da ieri notte-. Bello, però ogni tanto. Io e due amici abbiamo preferito andare controcorrente, tutti alla festa, e noi siamo andati in un posto di mare,  balneabile. Sono tornato poco fa. Era bellissimo, l’acqua era di una trasparenza tale che quasi il fondale sotto di me e gli amici che nuotavamo faceva quasi impressione. “Immaginate ragazzi, se l’acqua si smaterializzasse e cadessimo sul fondo, che spanciata….”- “Ah, meglio di no..”- “tranquilli- ci dico io, “tanto non succede, e non ci sono squali….”.

LINDSAY STIRLING

Ieri sera dallo smart tv ho visto e gustaato su youtube questo video di una violinista. E’ Lindsay Stirling. Qui, in questo videoclip, ella fa la parte di una artista di strada. E’ una ragazza che si fece conoscere ad America’s got talent”, dove i giudici di gare le dissero che con la musica non sarebbe andata molto lontano, nonostante le fosse riconosciuto “un certo talento”. Ella, una ragazza californiana che gia’ a cinque anni ascoltava la musica classica suonata da suo padre e che a sei anni comincio’ a studiare lo strumento. Quei giudici del “talent” del 2010 si sbagliarono. Infatti Lindsay vinse nel 2005 in altri due talent, nel 2013 ha fatto un tour in Canada e in Europa, oltre che naturalmente in USA; oggi tiene concerti in tutto il mondo. Quindi, una ragazza che sa il fatto suo.

LINDSAY STIRLING HALLELUJAH

Qui avete magari sentito anche la mia versione artigianale (tastiera)), a commento di di uno “slde” che ho postato, con delle mie piccole riflessioni.

A questo punto, penso proprio che non possa mancare questa bellissima e struggente versione  dell’ autore della canzone “Hallelujah”, Leonard Cohen

(altro blog)

CIAO

Marghian

Posted in musica | 11 Comments

BUONA FINE DI SETTIMANA DI AGOSTO

L’APPRODO

Ciao. Il fine settimana è per molti, lo era anche per me, una sorta di oasi di riposo, anche se non in assoluto, che’ c’è tutto il da fare arretrato. Ma nelle metafore non si deve essere cosi’ precisi, ma generici. Si sa che ci sono i “casi”, compreso il mio per nove anni dal 1996 al 2005, lavoravo quasi tutti i fine settimana. Poi, cambiando di sede (con piu’ personale e senza turni), ripresi a goderne nuovamente. Io chiamo il fine settimana, per chi lavora e riposa nei due giorni canonici,  “una isola di riposo nel mare del tempo” (lavorativo). Ma le oasi, o isole, di riposo, se si possono godere, sono sempre belle. A volte, è vero,  ce le neghiamo noi stessi. Ciao.

Posted in MOMENTI, saluti | 8 Comments

Divagando un po’, fra lo scherzo e il serio.

Ciao. Questo post vuole essere anche  un po’ un intervallo. E’ estate, il mare mi impegna 🙂

A parte gli scherzi. Sono due “schede”. La prima è una barzelletta, di un comico sardo L’altra è qualcosa di un po’ piu’ serio, una mia breve riflessione.. .Tutte e due hanno come oggetto gli animali, che ci divertono ma che ci fanno anche riflettere. La loro convivenza con noi genera anche degli interrogativi. Ma prima, sorridiamo un po’, poi…

PIU’ SUL SERIO…
So che non e’ periodo, ma… altro blog

Marghian

Posted in humor, MOMENTI, RIFLESSIONI, saluti | 4 Comments