FRANCESCO DE GREGORI – LE STORIE DI IERI – con versione amatoriale

Ciao. Una canzone di Francesco De Gregori- A dispetto del computer, che lo possino, ancora da riparare. Comunque, la cosa sara’ risolta, spero, fra quache settimana. Intanto…. /La canzone e’  “Le storie di ieri”, che De Gregori scrisse nel 1974 per la registrazione del suo primo album “Francesco De Gregori”. Ma nella registazione venne scartata sembra per censura (per un chiaro riferimento al politico Giorgio Almirante) nella incisione finale del Long Playing. Riusci’ invece a registrarla De Andre’, nel 1975 , includendola nell’album “Volume 8”. Con qualche modifica al testo pero’, De Gregori stesso riusci’ ad includerla nel famoso album “Rimmel”. Ecco in cosa consistette l’inghippo: la canzone e’ un evidente e chiaro riferimento al neofascismo ed al movimento politico che , in qualche modo, lo “rappresentava”,  e la frase incriminata era “Almirante ha la faccia serena….”; che venne cambiata poi con “i nuovi capi hanno facce serene- e cravatte intonate alla camicia”. E cosi’, la canzone “passo'”.  Noterete poi anche qualche altra differenza fra il testo della versione di De Gregori  da quello della interpretazione di De Andre’. Allora…

FRANCESCO DE GREGORI

FABRIZIO DE ANDRE’

E infine abbiamo io…- come disse un mio amico, presentando in serata il suo gruppo musicale, “e infine abbiamo io..” Ci fece morire dal ridere. Grande Vinicio…  🙂

Comunque, si’, qualche settimana fa mi sono cimentato anche con De Gregori. Conosco questo brano praticamente da allora, da quando usci’. *Si dovra’ forse alzare di parecchio il volume, l’audio del telefonino e’ chiaro, ma debole. Per il testo, mi sono basato su De Gregori; “musicalmente”,magari,un po’ De Andre’. Un po’ chiaramente. Okay, va bin…(in piemontese… 🙂 )

BUON WEEKEND, CIAO

Marghian

Advertisements
Posted in musica, saluti, Miei video | 9 Comments

PC GUASTO – Ma il blog canta lo stesso…

Ciao. Ho il computer guasto, l’altra sera ed ieri sera ho provato ad accenderlo, si accende ma dopo un po’ scompare l’immagine dallo schermo. Dalla mai diagnosi da profano, che ovviamente e’ provvisoria, penso che si sia guastata la scheda video, , il monitor o il sistema “hardware-software” che lo gestisce. Vedremo, fra qualche giorno lo portero’ dal tecnico “di fiducia”, come vien detto. // Questo e’ un post fatto “a fura ‘ e fraitzina”. Significa “furtivamente, alla maniera della volpe” (” a fura, “furtivamente”; “‘e fraitzina”, tipo la volpe, “fraìtza”).  Si’, perche’ infatti vi scrivo con un pc dell’ufficio. Ah, pensate che per “volpe” noi diciamo anche… “margiàni”. Ci somiglia, vero? Ma non mi chiamo cosi’ per questo.. 🙂  Okay, vi lascio comunque qualcosa.

DUE VOCI COMPLEMENTARI, ROD STEWARD E BONNIE TYLER

HAVE YOU EVER SEEN THE RAIN

(Hai mai visto la pioggia?)

“Qualcono mi ha detto, tempo fa, che c”e una calma prima della tempesta. Lo so, e’ successo qualche volta. Dopo che tuto finisce,  cosi’ dicono che piovera’ in un giorno di sole. Lo so, e splendente come acqua…Voglio sapere, hai mai visto la pioggia? Voglio sapere, hai mai visto la pioggia, cadere giu’ in un giorno di sole?// Ieri, e d altri giorni prima, il Sole eì freddo e la pioggia e’ dura, lo so, e’ stato da sempre cosi’, da quando esisto (for all my yime= per tutto il mio tempo); e per sempre e’ cosi’; attraverso il cerchio (lungo il ciclo), rapido e lento, lo so che non si puo’ fermare, e mi domando, voglio sapere, hai mai visto la pioggia? Voglio sapere, hai mai visto la pioggia venere giu’ in un giorno di sole?”– ^Ho voluto tradurre questo storico testo dei Creedence Clear Water Revival- LINK della loro versione storica.

Anche i critici dissero che le voci e gli stili di Rod Stewart e Bonnie Tyler si somigliano. A mio avviso pero’,  la Tyler ha una marcia in piu’: e’ figge…  🙂

CIAO,  SPERO DI RISOLVERE QUANTO PRIMA ILDISGUIDO CON IL COMPUTER

Marghian

Posted in MOMENTI, musica, saluti | 12 Comments

LA MUSICA POPOLARE SARDA DEI CORDAS E CANNAS. I COSTUMI DI SARDEGNA, LA BELLEZZA ISOLANA…

“Innamorato di te, so che e’ piu’ di un anno. Dammi il disinganno, o mostrami di volermi bene. Che eri bella, lo sapevo, non mi stupisco. Ma che tu fossi cosi’ bella, davvero, non credevo. Sospiri del mio cuore, andate al posto mio, e per me visitate l’unico oggetto del mio amore”( Cordas et Cannas)

bellezza_isolana

CORDAS ET CANNAS

INNAMORATU

Canzone in dialetto sardo- corso

E un salutino da me 🙂

Noterete che non ripeto le strofe due volte (eccetto per l’ultima, che ripeto), rispetto alla versione originale.  Ho registrato questo video con lo smartphone, tenuto apoggiato basamento del monitor. l’inquadratura, infatti, e’ quasi la stessa della Webcam. L’audio, questa volta, e’ meno disturbato, ma piu’ basso. Magari dopo aver scoltato il primo video, c’e’ bisogno di alzarlo un po’.

Il video manca del saluto finale, la registrazione si e’ fermata un istante prima. 

CIAO

Marghian

Posted in folklore e tradizioni, Miei video, musica | 19 Comments

CORDAS E CANNAS, GRUPPO ETNO MUSICALE SARDO – BANDIDU

Ciao. Voglio salutarvi, questa sera, con una canzone del gruppo etnofolk “Cordas e cannas”. Cercavo un video della canzone “Bandidu”  con registrazioine “da studio”, ma  non ne ho trovato. Ho trovato qualche video “dal vivo” ma che si sente male, con rumori ed applausi. Per esempio, questo. Ho trovato quelst’altro video,registrato dal gruppo in sala prove, che mi sembra accettabile.

La ragazza che vedete nel video non fa parte del gruppo; e’ una presentatrice, molto nota in Sardegna, Ambra, che ho conosciuto di persona.  Prestate attenzione al testo, che ho tradotto con la costruzione grammaticale sarda, a che possiate magari seguirlo mentre ascoltate.

CORDAS E CANNAS

BANDIDU

“Raccontano di un bandito della Gallura (una zona nord Sardegna), che rinomato era persino sulle alture; che’, famoso, lo era diventato per sventura, essendo muto dalla nascita, essendo muto dalla nascita.

Dicono di un giovane ribelle, con occhi chiari ed anche molto bello, che nel paese solo rimaneva, perche’ nessuno mai lo voleva.

Dicono che c’era gente malvagia, che di male, e di peggio, facevano sempre, e *per nascondere la loro *strafottenza (“pro cuare s’insoro “balentia”, lett: “per nascondere il loro valore”, ma nel gergo banditesco, “balente”, “valido”, nel senso pero’ di “bullo”, “tutto sono io”, “so’ er piu’”), la colpa a lui davano sempre, la colpa a lui davano sempre. “Sa curpa a isse semper la daiana”.

La storia dice di un uomo cattivo, che nella latitanza uccideva per poco. Ma dicono anche che era di animo caro, e che di amicizia aveva un bisogno caro. E di amicizia, aveva un bisogno caro- *E de amistade… aiat bisonzu caru” (Cordas e cannas, traduz. Marghian)

In questa versione mancano le seguenti strofe intermedie:

“L’hanno visto partire una mattina (bidu partire l’ana una manzàna); con il fucile e con un’aria cattiva, per fare il bandito di malavoglia (pro fager su bandidu a mala gana..), perche’ non c’era rimedio alle maldicenze (ca non baia rimediu a cale narat-“a cale narat”, “a cio’ che si dice”).

Da allora ad oggi mai piu’ s’e’ saputo (de tand’a oe nisciunu l’adi ischidu), se una vita bella o brutta egli ha vissuto (chi vida ona o mala isse at bividu). Forse da quando egli e’ partito, il suo tormento per sempre si e’ zittito”. -Forzis de cando isse sinch’e’ partidu, su so’ turmento pro sempre ch’a muttidu”

CIAO

Marghian

 

 

Posted in FOLKLORE, musica | 9 Comments

IL FUOCO DEGLI DEI (dipinto)

IL FUOCO DEGLI DEI

mito_prometeo

(Dipinto di Ignazio Vargiu)

PROMETEO RUBA IL FUOCO AGLI DEI PER DARLO AGLI UOMINI

Il mito di Prometeo. Il “Peccato Originale” nella mitologia greca.

Il “commento musicale” e’ una mia “rivisitaizone” di un andantino di Mozart

CIAO

Marghian

Posted in Art in blog, musica | 13 Comments

NON AL DEANRO, NON ALL’AMORE, NE’ AL CIELO – FABRIZIO DE ANDRE’: UN MATTO

NON AL DENARO, NON ALL’AMORE, NE’ AL CIELO

FABRIZIO DE ANDRE’

UN MATTO

Ciao. Come vi ho anticipato nel video di questo post, dove vi ho parlato dell’album di De Andre’ “Non al denaro, non all’amore e ne’ al cielo” (- e non “al cieco” 😆  come mi e’ venuto da dire ad inizio registraizione-), e cioe’ che avrei successivamente postato altre canzoni di questo album, ecco questa canzone, “un matto”. Ha per sottititolo “dietro ad ogni scemo c’e’ un villaggio. I personaggi delle canzoni di questo album sono dei defunti di un cimitero (“La Collina”) che raccontano le loro vite terrene. Oggi e’ anche il giorno dei morti, percio’… A parte questo, ciao 🙂

Marghian

Posted in musica | 13 Comments

LA CATTEDRALE DI DIO

LA CATTEDRALE DI DIO

cattedrale_di_dio

QUELLA VERA

La cattedrale di Dio, se Dio e’ veramente Dio, non deve  e non puo’ essere piena di lussi ed ori. Anzi essa, per rispecchiare Dio, ed essere davvero a sua immagine, deve essere solo spirito e verita’, semplicita’ ed amore, silenzio ed umilta’. Se Dio esiste, e’ questo. Altrimenti, e’ soltanto falsita’ ed umana vanita’.

Marghian

L’autore del dipinto e’ Ignazio Vargiu,  mio fratello.

FRANCO BATTIATO – E TI VENGO A CERCARE

*Naturalmente, per ascoltare Battiato  bloccate la mia musica (che ho composto “tipo chiesa”, appunto per questo genere di post), c’e un “pulsantino virtuale nella mia foto, in alto sulla sinistra nella mia foto.

BUON “TUTTI I SANTI”, CIAO.

Marghian

Posted in Art in blog, MOMENTI, musica, RICORRENZE | 33 Comments