LA VITA E’ COME UNO SPECCHIO

Image | Posted on by | 9 Comments

BUONA SERATA – VOLETE SENTIRE… UN RAFFREDDATO? – videoselfie

Ciao. Ancora sono sotto il dominio del’influenza, anche se un po’ come gli uragani che vengono “puntualmente” declassati a tempesta tropicale, è scesa a forte raffreddore (o ad influenza alleggerita, secondo la scala di “Nowhasbrokentheballs” (la conoscevate?   🙂  Credo di si’. dato che capita a tutti….).

Okay, passera’…

Poco prima delle feste di Natale aevo postato il video della cantante Country Mary Warnes con la canzone “Guess He’d rother be in Colorado”, di John Denver. Vi rimando innanzitutto al post,  per traduzione e “storia” della canzone, per l’ascolto di quella versione e/o  per un eventuale riascolto .

MARY WARNES -GUESS HE’ D ROTHER BE IN COLORADO

https://marghemar.wordpress.com/2019/12/10/country-folk-song-mary-travers-guess-hed-rather-be-in-colorado/

IN QUESTO POST, INVECE, QUESTA BELLISSIMA VERSIONE DELL’AUTORE
JOHN DENVER

Ascoltate la finezza dei musicisti (Denver compreso, anzi parte lui con un bellissimo arpeggio, la sua chitarra..sembrano campane) , nei passaggi con le chitarre, e nei ritmi, la delicatezza di insieme, degna della dolcezza della canzone.

Mi fece ridere una volta, anni fa,  il membro di un gruppo musicale che venne a suonare nella piazza paese, presentando i componenti del complesso. “E infine abbiamo io….”. Infatti, nel suo bellissimo italiano, abbiamo io… 🙂
Mi ero gia’ proposto, quando feci l’altro post, di interpretarla, essendo fra l’altro  un brano abbastanza semplice. Se e’ semplice, poi, ancor piu’ lo si puo’ semplificare. Mi sono trovato anche io dei passaggetti “di riempimento”, un po’ copiati, unpo’ inventati di sana pianta, imprvvisando. **L’audio e’ molto *basso (il cell. mi da audio puilito (quando non passano macchine) ma volume basso.Ho riprvato ieri l’audio del computer, il microfonino capta rumori addirittura inesistenti per il mio orecchio…. (poi altra cosa, la web cam mi ritarda le immagini, se sentite un accordo, come immagine vedete quello precedente, e vengono sfalsati perfino i movimenti della bocca, come in un playback fatto male). Volume ne da’, anche troppo, ma mi peggiora il tutto.

Come video, e’ venuto un po’ fosco, avrei dovuto prima pulire la telecamerina-sfugge sempre qualcosa -. – la mia voce non e’ chiara e squillante come quella di John Denver. Pero’,sicuramente lui in quel concerto non era raffreddato. Questo, ai fini di un buon confronto,  è un elemento da non trascurare  🙂 🙂

BUONA SERATA, CIAO
Marghian

Posted in Miei video, musica, saluti | 16 Comments

ALCUNE FOTO DA TORINO

Come nelle cartoline tradizionali, “saluti da Torino” (postumi al soggiorno, in questo caso)

Ciao. Prima di tutto, il bollettino medico: ho ancora i tipici fastidi dell’influenza (ma non mal di gola, fortunatamente, solo ad un orecchio, sopportabile ma “fisso”). Come temperatura corporea, un po’ meno dei giorni scorsi, poco fa era a 37,7 ma percepisco una piccola impennata, sicuramente toccherà i 38. Comunque, questa mattina nelle ore calde sono uscito in piazza, ho preso un caffè al bar;  è curativo, anche perché’ la ragazza del bar è carina..figge, come dico io  🙂  mi sono trattenuto con degli amici in piazza, poi ho fatto un po’ di spesa. Nel primo pomeriggio, al bar, sempre lo stesso…altro caffè dopo pranzo, e due giri di ruota in macchina (mi mancava guidare….). Dal tardo pomeriggio, sono a casa. Ho fatto questa cosa. In due uscite in centro. Nelle altre uscite (ogni giorno), ho fatto dei video per gli amici del paese, per i parenti e per qualche contatto whats app, e foto di pranzi e cene in compagnia (fra cui in un ristorante cove compaiono persone che “non è il caso far vedere senza loro permesso”); video commentati metà italiano e meta ‘in sardo, per cui vi dovrei spiegare significati, parole in gergo eccetera. Ho fatto dei video nella mia (ennesima, vado a Torino dal 1972)) visita a museo egizio che pubblicherò fra qualche giorno. Quelli, ovviamente, in cui non ci sono battute in sardo ne’ allusioni a cose “che sappiamo noi”, modi di dire ecc. Fra le foto che vedrete, alcune sono state scattate da mia sorella (la vedrete, ultima foto- o almeno doveva essere all’ultima, il file va vaanti riprendendo dal principio…); altre il giorno dopo, da un nipote ed un suo amico che avevano il giorno libero e con i quali ero uscito. Nella foto che sarebbe dovuta essere l’ultima, infatti c’è scritto “ciao”, l’inquadratura da parte del programma fuoriesce un po’, e la scritta è un po’ “tagliata”, ma il senso è intelligibile. Ritrae la mia esister.  Piuttosto, ecco, ho scritto un po’ in piccolo. Le foto sono..”verticali”, geometricamente parlando, con la base del rettangolo più piccola; non mi veniva facile impostare. Ma a schermo intero, si dovrebbe leggere abbastanza bene. Penso di aver rispettato un certo intervallo fra una foto e l’altra, per la lettura agevole delle didascalie.

La musica…tipo chiesa, con due tipi di suono alternati.

Ecco, alcune mie foto da turista.

Cioè, da turinista 🙂

SOUVENIR TORINO FOTO

Se qualcuno nota nelle didascalie  qualche mia imprecisione su Torino, mi perdoni, e puo’ benissimo farmelo notare, grazie  🙂

Buona serata.
Marghian

Posted in Uncategorized | 12 Comments

EPIFANIA – 2020

EPIFANIA

“….che tutte le feste si porta via”; o Befana, che tutte le feste ci allontana…
Le voglio dare un altro attributo, un altro carisma: “che il faffreddore si porti via”, e’ un dono che non gradisco. Non ho neppure messo la calza, ma la Epifania- Befana mi ha fatto il dono. Ma anche io,  a non capire che in questo caso l’organismo ha fatto da calza, per i virus….  😆

Ciao. Volevo fare il post sul giorno della Epifania, anche e soprattutto per salutarvi, al mio rientro dal soggiorno di 17 giorni a Torino.Lo faccio adesso, nel pomeriggio, dato che ne’ ieri sera ne’ sta mattina avevo tanta voglia. Ho preso l’influenza. Sabato, nel viaggio,  fra pullman, aereo e treno, e ancora pullman- in paese non c’e la stazione ferroviaria… – quindi passando da un ambiente all’altro e cambiando clima in un’ora (in Sardegna fa meno freddo ma c’e molta piu’ umidità, pensate poi alla zona di Cagliari, zona marina, rispetto al Piemonte distante dalle coste e vicina alle Alpi).

E mi sono cosi’ caricato di un bel raffreddore, con febbre. Sabato notte l’avevo a 40, e ieri notte a 38. Quindi capirete, la voglia. Però, prima di cenare, ho preparato “tu sendi dalle stelle, della serie “cosi’, domani mattina….”, e sono arrivato alle 13 passate (oltre all’essermi alzato tardi, ho referito uscire). . Adesso di febbre ho 37,4, alla sera comunque salirà un po’. Comunque non mi faccio vincere dalla febbre, grazie a Dio ho un fiscico ancora forte – non mi devo lamentare, da prossimo 67 enne al 24 del mese-. Ogni sera bevo un bicchiere di latte e miele caldo, e prendo la mia bella takis piròs (è per questo che la chiamano Tachipirina, dal greco,  “fuoco rapido”, ossia “che brucia la febbre in fretta”, o dovrebbe…). Poco fa ho cercato alcune imagini e fatto il videoslide.

Tornando all’influenza, sono contento di averla beccata al rientro e non all’arrivo li’. Non sarebbe stato un bel soggiorno.

BUONA EPIFANIA

“Non è Natale, senza Tu scendi dalle stelle” (Giuseppe verdi)

Un “tu scendi dalle stelle” suonato ieri sera con la febbre a 38… 🙂

A stasera, ciao
Marghian

Posted in Miei video, my music, RICORRENZE, saluti | 14 Comments

Anno vecchio, anno nuovo. Il mio augurio.

L’augurio di un felice Nuovo Anno

Ciao. Con questo post voglio farvi i miei auguri, come sotto, in inglese tradotto. Sto usando il cell della mia sister, quindi sarò  breve.  Non è  ovviamente Ella a pormi limiti, anzi. È  il cellulare ad essere limitante. Ma per un augurio non occorre dilungarmi.

Prima, qualche pensierino:

“Gli anni iniziano e terminano. Si susseguono, convenzionali  cicli con i quali misuriamo lo svolgersi delle nostre vite”.

“Ogni cosa finisce, onde dar luogo ad un nuovo inizio. Ancor di più  tale Universal principio, deve ancor più  valere per la vita, la cui fine forse non è la fine ma una tappa di una esistenza ancora più grande”.

“Se la vita è una scuola, non vi è  senso nello scordare tutto alla fine dei suoi anni scolastici. Cosi come qualsiasi scuola ha un fine “altro”, ancor di più, la vita, trova il suo senso pieno nell’Oltre.  Chiaramente, tutto questa prospettiva, per alcuni solo un desiderio, non è  in contrasto con il desiderio di vivere bene questi anni”.

Okay. *Good old year’s exit and happy new year’s entry .
Traduzione: buona uscita dell’anno vecchio e felice entrata dell’anno nuovo.

E ancor miglior proseguimento dello stesso

(ad maiora)  🙂
Ciao

Marghian

Posted in Auguri, musica, RICORRENZE, saluti | 23 Comments

Natal humor 2

Ciao. Questa mattina Facebook mi ha presentato questo ricordo del Natale scorso, Natalhumor . In vero, ora non ricordo se a Natale scorso avevo pubblicato anche qui, questo post (dal cell non riesco a controllare);  in tal caso, è un replica che penso faccia piacere.

È il racconto, un po’ a parole mie ma “fedele”, di una simpatica scenetta di Franco Franchi e Ciccio  Ingrassia su Babbo Natale. Su Babbo Natale..e sulla condizione della donna: perché (infatti) Babbo Natale e non anche Mamma..Natale? Franco e Ciccio ci avevano pensato, e fatto la scenetta 🙂

(ingrandire immagine per leggere meglio)
FB_IMG_1577539557427

Buon pomeriggio e buona serata

Ciao

Posted in humor, saluti | 8 Comments

Buona serata.

Natale, il giorno dopo.

L:originale.

Della canzone che ho cantato  🙂

Feliz Navidad.

Buona serata

Marghian

 

 

Posted in musica, saluti | 13 Comments