UN SORRISO – FA BENE AL CUORE E ADDOLCISSE IL VISO

Ciao. Mi è venuto cosi’, adesso. Non l’idea del post, che riale ad ieri sera , ma il titolo. Se mi si dice “no, guarda che il detto esiste”, va bene, ma io non ne ho avuto notizia, ed e’ quindi anche mio. Stando in tema di detti e ridetti, riflettete mai sul perche’ diciamo una certa cosa, o da dove ci proviene una frase, una parola? Io ci penso spesso….

modus_ dicendi

 

******////******

LA FARFALLA STAKANOVISTA

(sempre youtube che non mi lascia l’audio come lo voglio io…)

– Ho improvvisato su una sonatina del ‘700- da cui ha copiato Ivan Graziani

(Tutto schermo per la didascalia, ho provato senza ingrandire  non si legge)

A STASERA CIAO 

Posted in humor, Miei video | 19 Comments

SANREMO 2020. TOSCA E SILVIA PEREZ CRUZ – PIAZZA GRANDE

Ciao. Questa interpretazione di “Piazza Grande”, a Sanremo, mi ha incantato, e piu’ mi innamora sentirla.
“Piazza grande”, una fra le mie preferite di Dalla. Tosca e la Silvia Perez Cruz (soprattutto nel contributo di questa ultima) ne hanno fatto un “Fado portoghese” (il genere con Amalia Rodriguez come l’interprete piu’ famosa per intenderci), un “fado portoghese” con pasrte del testo in spagnolo.

TOSCA-SILVIA PEREZ CRUZ
PIAZZA GRANDE

Kaiser… video non disponibile-non trovo un altro video disponibile con questa esibizione. Okay,  si puo’ andare su youtube, dato che appare questa opzione, oltre alla scritta di “divieto”. “copyright..”.ma che kaiser ci perdete…”

BUON POMERIGGIO CIAO
Marghian

Posted in musica | 22 Comments

IL MIO RAPPORTO CON L’ARTE – 2. IL VIAGGIO.

 IL MIO RAPPORTO CON L’ARTE 2

(PARZIALE)  BIS – o – REPLICA-

Ciao. Chi ha visto il post precedente, riconoscerà delle immagini già viste (fatemi passare il bisticcio “visto- viste” 🙂 ), ho aggiunto altre immagini. Alcune ritraggono dipinti di mio fratello (1°, 2°,10° e 15° frame- “ragazza” in tre frames-, l’ultimo frame e’ lo stesso soggetto del primo). Le altre sono opere fammose, eccetto un “gif” catturato da facebook, che trovo in tema con il testo che leggete sotto, che ho sviluppato poco fa.

IL VIAGGIO.

Immagini si susseguono, sono le immagini di un viaggio. Protagonista, una ragazza. La contrada è “dove abita”. La ragazza cresce, si accorge crescendo della sua bellezza, e della sua età ormai matura, nostalgica della ragazzina che si è lasciata indietro. Intraprende il suo viaggio nella vita. Pensieri, visioni, angosce, inferni interiori, le percorrono l’anima. Immagina, vive, sogna, vede. Vede la Natura, bella e incontaminata, ma triste, come a sapere già, la Natura, cosa in futuro le stia per succedere (o come ella vede il futuro del mondo, lascio libera l’interpretazione). Nel film della sua vita, un’altra immagine di paesaggio, ove non tutto è naturale. E’ ciò che la Natura temeva, che Ella, temeva, per la Natura di cui si considera figlia. Le città, con i loro tubi di scarico puntati verso l’alto, che si ergono a monumento di una civiltà ammalata e innaturale. Il suo cammino si fa arduo, quasi ella si sente persa. Pensa però di non essere sola, sente che qualcuno preghi per lei (forse addirittura anche in Cielo). Visioni di navi, e vele nel mare; visioni di cielo, di immenso. Visioni diverse, da quelle oscure e tetre di prima. Vede la Natura restaurata, di nuovo genuina. O almeno, la speranza che questo possa avvenire. Ritrova la contrada dell’antico villaggio, rimasta come era prima del suo viaggio. Fa’ ritorno a casa, Il suo viaggio finisce. Ma non termina la sua vita. La sua vita di bimba, e di donna poi, ha solo fatto il suo percorso, passando per le porte strette dei pensieri, e delle visioni, per affacciarsi verso l’Infinito, che è in fondo il nostro anelito.

-Se youtube mi lasciasse il volume come da me impostato, mi farebbe un favore. Mi annulla letteralmente le impostazioni, con un volume eccessivo dell’audio (musica: libera interpretazione di “alleluiah “di Leonard Cohen)

A DOMANI

Marghian

 

 

Posted in Art in blog, Imamgini, Miei video, my music, RIFLESSIONI | 9 Comments

IL MIO RAPPORTO CON L’ARTE – Il modesto punto di vista di un non artista –

IO E L’ARTE

L’ARTE SOTTO LA LENTE DI OSSERVAZIONE DI UN NON ARTISTA
(i non artisti siamo in maggioranza, “non talento” comune, mezzo gaudio…)

Chi guarda o contempla – azione il contemplare, che comprende come oggetto  tutta l’arte non solo l’arte “visiva”- un’opera d’arte, non è un semplice spettatore passivo. Allo stesso modo, ognuno di noi è parte attiva del mondo in cui vive. Si è attori della vita. Forse delle semplici comparse, ma attori, con ruili talvolta anzi quasi sempre imprevedibili, di un copione forse non scritto.

L’universo, forse non è una realtà granitica che esiste “in sé et per sé” a prescindere da tutto, senza bisogno di altri concetti ne’ di opinioni soggettive, come pensava un certo signor Spinoza. Ma una realtà mediata, interpretata da chi la vive e soggettiva. Come quando si guarda un’opera d’arte. Anche essa, come il mondo, è, per dirla in termini attuali, “interattiva”, una interfaccia fra l’opera e lo spettatore, che semplice spettatore non è.

E’ questo il tema del video che ho messo su’ poco fa.

Ah, ho mantenuto forse troppo a lungo il primo e l’ultimo frame. Ma ho scelto cosi’, di far durare di piu’ le due immagini in quanto, tratandosi di scritti,  si abbia una lettura tranquilla, senza che tutto si chiuda prima di aver letto, come è già successo. Poi un’altra cosa, che ogni volta voglio ripetere, ossia che questo “youtube”  mi mette il volume dell’audio per i cavoli suoi, portandolo quasi al doppio, incurante delle mie impostazioni all’origine. il video infatti,  come file sul computer, si sente quasi in sordina, *come io ho scelto. Se le nostre impostazioni non contano, allora e’ legittimo dubitare della “democrazia” tanto decantata del web. Ma per le polemiche, Sanremo basta e avanza, and stop here (e mi fermo qui) .

Coonviene “a tutto schermo” per la perte scritta

E adesso, a cenare a guardare Sanremo. Vediamo cosa ci offre questa era la kermesse canora. Le cover, a me piacciono molto, non considerando la differenza fra testi originali e cover. Okay….

BUONA SERATA E BUONA NOTTE
Marghian

Posted in Art in blog, Miei video, my music, RIFLESSIONI | 15 Comments

TO LOVE SOMEBODY – videoselfie…- “ancora? Noooo!!!!!”

Già…

Ciao. Ebbene, si’, ancora. e con la stessa canzone  per giunta. E’ la sindrome di Amadeus, c’è niente da fare, quando ti prende…e io un po’ ne sono affetto. La chiamo cosi’ non tanto perche’ Amadeus conduce quest’anno il festival ma per come, nella reclame, fa la parte – a mio avviso bene..- di quello che ha una voglia matta di cantare, specie nell’ultima scena:”…ah, finalmente posso cantare!”. “Ancora? Noo!!”, a dire il vero, lo dico io percheè…si’,  tornato il raffreddore. Eh, febbraio, febbre…”. E’ lieve comunque. Si nota gia’ dalla voce nella registrazione di ieri sera.
Ho fatto il videoun’ora fa, mentre in cucina cuoceva la pasta. Finito tutto, il video era solo da postare su youtube, la pasta era perfettamente al dente. La mia sister mi dice che noi uomini non siamo organizzati in casa, e che organizzandomi meglio, faccio meno fatica. Okay, saggezza femminile indiscutibile, in materia di efficienza domestica, e non solo. “E’ tutta questione di organizzazione…”. Okay, ma alla prossima telefonata, le racconto questo…  🙂

TO LOVE SOMEBODY

Noterete la voce un po’ da raffreddato.

Ho scritto la traduzione nel post di prima

///////////////////

Conosciuta in Italiano come “Cosi’ ti amo” e da molti creduta essere di origine italiana. Alla mia sister, patita di Gianni Morandi, di Celentano, e di gruppi come i Califfi o i Dik Dik, gliele ho smontate tutte. “Preghero’, Maria, e’ di un certo Ben E. King, e nemmeno “cosi’ ti amo” (fra le tante che le nominai) e’ italiana…”.

BUON POMERIGGIO, A STASERA
CIAO
Marghian

Posted in Miei video | 6 Comments

REVIVAL : BEE GEES, TO LOVE SOMEBODY – COVER: COSI’ TI AMO, I CALIFFI e NINA SIMONE. E videoselfie

COSI’ TI AMO

(To love somebody – Cover)

Ciao. Ricordate la canzone degli anni ’60, “Cosi’ ti amo”, che i Califfi? E’ la cover di “To Love Somebody”, dei Bee Gees. Comincio da questi, per poi far ascoltare “i califfi”, e la versione IN ITALIANO della cantante di colore Nina Simone. Una interpretazione da brivido E’ venuta voglia di provarla anche a me. Ma, mi raccomando, siate clementi eh? Ci conto 🙂
Nel videoselfie portate l’audio al massimo, a che si senta un po’. Ho messo me per ultimo, perche’ (oltre che politically correct), ascoltarlo per primo, con l’audio al massimo, vi dimenticate di dimiuirlo per i video roiginali, e potrebbe dare luogo a sordita’. E’ capitato a me, mi sono ascoltato, poi i Bee Gees (senza abbassare l’audio….), ho ancora un certo mal d’orecchi. Quindi, alla fine.

BEE GEES – TO LOVE SOMEBODY

Molto bella.

“C’è una luce, una certa luce che non si è mai posata su di me. Io voglio che tutta la mia vita sia vissuta con te, vissuta con te.
C’è un modo, tutti dicono, di fare ogni piccola cosa. Ma a cosa porta se non ho te, se non ho te? Tu non sai come è (“cosa si prova”), ragazza, tu non sai come è… amare qualcuna, amare qualcuna, come io amo te.
Nella mia testa io vedo di nuovo il tuo viso, e conosco come sono fatto (letteralmente: “conosco la cornice,della mia mente”). Tu non devi essere così cieca. Ed io sono cieco, così cieco. Io sono un uomo, non riesci a vedere ciò che sono? Io vivo e respiro per te ma…cosa è tutto questo, di buono, se non ho te, se non ho te? Tu non sai come è, tu non sai come è amare qualcuna… come io amo te”
(Robin & Barry Gibb-Bee Gees- traduz. Marghian)

COSI’ TI AMO – NINA SIMONE
(stupeda…)

CALIFFI

E infine abbiamo io, come diceva un amico quando presentava il suo gruppo comico-musicale. Audio alto, e mi  raccomando, clemenza, okay?

I trust in yoou 🙂

VERSIONE AMATORIALE IMPROVVISATA

A DOMANI, CIAO
Marghian

Posted in Miei video, musica | 9 Comments

CELEBRE FILASTROCCA “PROMEMORIA” SUI GIORNI DEI MESI DELL’ANNO IN VERSIONE BILINGUE. E UN SALUTO…UN PO’ PARTICOLARE

BUONA SERATA
days of each month
Okay…

A domani 🙂

Marghian

Posted in curiosita', MOMENTI, saluti | 8 Comments