PRIMO MAGGIO 2018 – Maria Carta: Nostra patria- e’ il mondo intero

1°    MAGGIO 2018

MARIA CARTA

NOSTRA PATRIA

E’ IL MONDO INTERO

  • Stornelli d’esilio

Ciao. Per queto 1°   maggio ho scelto di postare questa canzone popolare, che piu’ …”primomaggiana” di cosi’ non si puo’ 🙂 , da come sentite. “Stornelli d’Esilio”, conosciuta anceh come “Nostra patria è il mondo intero”, dalle priem parole del ritornello, è  infatti un tipico inno popolare, nato sulla scia della musica del canto popolòare toscano “Figlia campagnola”. Faceva parte di un opuscoletto dellla fine dell’800, intitolato proprio “canti anarchici rivoluzionari”, pubblicato dalla rivista di anarchici italiani profughi in America, “La questione sociale”, ,Divene infatti l’inno del movimento internazionalista libertario. Lo stile lirico e letterarioi e’ proprio quello del palpitante senso  ideale, passionario  e rivoluzionario dell’epoca. C’e poi una curiosità musicale, sulla canzone. Il ritornello ,”nostra patria, e’ il mondo intero…”, è preso pari pari da un’opera buffa di Rossini, per la precisione “IL turco in Italia”. Il testo e’ di tale Pietro Gori. naturalmente, un anarchico. Direi proprio che, a conti fatti,  lo spirito tradizionale del  primo maggio ci sia proprio tutto 🙂

Ah, un’altra cosa. Mi sento in dovere di scrivervi due paroline ancora, sulla interprete della canzone nel video. Maria Carta, la nostra grandissima cantante folk. Per noi è stata la piu’ grande

Maria_Carta

MARIA CARTA

Maria Carta nacque a Siligo, Nuoro, nel 1934 e mori’ nel 1994. Cantante, cantautrice eattrice, durante la sua carriera ha trattato la canzone e la musica tradizionale sarda nei suoi vari aspetti: il ballo cantato, le canzoni popolari tipo nenia (pensate al Fado  portoghese), i “gosos”-gioie, gaudii-  (versi cantati, in rima, , con i quali si cantano le lodi di un santo od altra fugura religiosa), i canti tipo gregoriano, e religiosi come ad esempio  L’Ave Maria sarda.  il “ballo cantato”, le nenie e le ballate “alla corsicana” ( ascoltate questa: il dialetto e’ diverso al mio, senbra siciliano, e’ il sardo del Nord Sardegna, zona Gallura, e Sassari…) ; tutto questo, ma anche rivisitanto brani tradizionali con arrangiamenti e sonorità moderne. Ha anche scritto qualcosa, un ilbro di poesie dal titolo “Canto Rituale”, forse un sunto delle sue ricerche.

Okay, ma va  detto anche queesto, che Maria Carta, negli anni ’50 vinse un concorso di bellezza, Miss Sardegna, e paertecipò poi anche a Missi italia. E’ stata, anche se per poco, anche attrice di fotoromanzo, ne “Il sangue sardo”. Ricordate, nel Gesu’ di Zeffirelli, la sorella di Lazzaro,? Era Mria carta. Sentitela anche qui, ne’ “su ballu cantadu” (il ballo cantato).

Ah, ancora una cosina: vorrei rimandarvi all’ascolto (o riascolto) di questa canzone, 1 maggio dell’anno scorso, su un altro grande sardo. Ma davvero grande. Questa si’, nel mio dialetto, Oristano- Cagliari.

Ciao

Marghian

 

 

 

Advertisements
Posted in Cultura, MOMENTI, musica, RICORRENZE | 11 Comments

UN SALUTO, CON FRANCESCO GUCCINI – INCONTRO (con videoselfie…)

INCONTRO, DI FRANCESCO GUCCINI

  • post modificato il giorno successivo

Ciao.  Questa mattina ho sentito in macchina una canzone di Guccini, “Incontro”, che io trovo essere molto bella. MIo fratello, ioe lui eravamo ragazzi  (1975,1976) studiava a Cagliari e, venuto per un fine settimana o che, prese la chitarra,  mi chiamo’ e mi disse “Incontro, de guccini, iscurta custa canzoni… E la canto’, accompagnandosi con la chitarra”. Poi disse “custa canzoni es perfetta..” /Dopo la chiamavamo “la canzone perfetta”. Io la imparai sentendola da lui, alcuni mesi prima di conoscerla cantata da Guccini. Prima di pranzo mi sono registratoe l’ho messa su Youtube. Pero’, per il post l’ho rifatta, prima di cena  (nella prima c’era il passaggo finale con la chitarra, venuto cosi’ cosi’, e mi trattenevo troppo fra una strofa e l’altra). Poco fa, ne ho fatto un’altra ancora e pubblicata- mancava una intera strofa. Qui…c’e un lapsus, “cosa fai ora si..ti ricordi…”- che me possino… pazienza, mi fermo qui tanto  ci sarebbero altre cosette.  Faccio questi video con il programma della Webcam, ma catturando le immagini con il programma grautuito “A-Tube Catcher”  che, oltre a catturare dallo schermo un’aria selezionata prima, prende anche la gestione dell’audio, che purtroppo ancora difetta. Poi, ‘ usando solo la webcam, c’è  sfasamento fra immagini e suoni (mani e bocca sembrano andare per i fatti loro..) mentre con l’ausilio dell’altro programma, questo sfasamento non c’è.  Qui, “la canzone perfetta” non e’ perfetta, ma e’ quanto  🙂


29 aprile, ore 13,40.  -Video aggiornato. Quanto sopra riguarda il  video di ieri, il terzo che ho postato su Youtube- di cui due cancellati. Ne ho fatto un quarto oggi, e postato. Non che sia venuto qualcosa di meglio, questo no; ma non cè il lapsus (“cosa fai ora si..ti ricordi”) del video di ieri sera.

Che brutta anteprima..l’altra era migliore. O lapsus,  o strofe saltate, disturbi esterni, inquadrature bislacche e coso…Si arrangia, ora lascio cosi’.

FRANCESCO GUCCINI

Ecco, qui  la canzone e’ perfetta 🙂

La canzone è del 1972, fa parte dell’album “Radici”. Racconta dell’incontro avuto a Modena con una ragazza che si era innamorata di Guccini. Lei era partita anni prima in l’America,  visse anche in Germania dove si era innamorato di uno che li’ visse lei visse. “Ma purtroppo, era un tipo istabile, con problemi, tanto che si era tolto la vita, nel perido di Natale. Guccini si reco’ a Modena, ebbe l’incontro e stette un pomeriggio con lei, rivivendo come spiega la canzone, i ricordi, “quasi come due vecchi”. 

CIAO CIAO

Posted in Miei video, musica, saluti | 16 Comments

PENSIERINO DELLA NOTTE…

 FRANCO BATTIATO

LE SACRE SINFONIE DEL TEMPO

Il filosofo greco Eraclito diceva: “Panta rei os potamòs”, od almeno a lui e’ attribuita la frase: “tutto scorre come un fiume”. Il senso di questa celebre frase è che ogni cosa cambia, e nulla permane. Come l’acqua di un fiume che scorre, cosi’ è per noi: ogni istante siamo diversi. E tutto è impermanente, mutevole. Il tempo stesso, che trascina, come un fiume, gli eventi nel fluire degli istanti, mutando le cose, e noi stessi. Noi siamo l’acqua in questo fiume del tempo. E passano gli anni, e come l’acqua di un fiume, anche noi lasciamo traccia nel greto del fiume della vita.  E sono le memorie. Quelle, forse, permangono, o forse no. E passano gli anni, e il tempo della nostra vita.

(blog principale)

Dato lo “spirito” della canzone, ho riportato il post nell’altro blog, completo

Ciao ciao 🙂

Marghian

 

Posted in musica, Pensieri, RIFLESSIONI | 17 Comments

BUONA NOTTE. Con pensierino della notte…

Ciao. Una grande cantante. La ricordate?

Gladis Knight

Wind beneath my wings

Deve  essere stato cosi’ freddo, stare li’, alla mia ombra, senza mai avere il sole  che splende sul tuo volto, e devi essere stato contento di avermi messa in luce. E’ nel tuo stile, fare per me un passo indietro. Cosi’ io ero  con tutta la mia gloria, e tu avevi tutta la forza. Un bel volto senza un nome, ed un bel sorriso per nascondere il dolore. ma tu, sapevi di essere il mio eroe? Che  sei tutto cio’ che io avrei desiderato di essere? Io potrei volare in alto piu’ di un’aquila, perché tu sei il vento sotto le mie ali. io potevo apparire senza essere osservata, ma conservo tutto questo nel mio cuore. Voglio che tu sappia che io conosco la verità, è naturale che io la conosca. Io sarei nulla senza di te. Ma sapevi mai di essere il mio eroe, e che sei tutto cio’ che avrei desiderato che tu fossi? Io potrei volare piu’ in alto di un’aquila, perché tu sei il vento sotto le mie ali. Si,  tu sei il vento sotto le mie ali”

*       *       *  

“Il vento sotto le ali”. Tutti abbiamo bisogno di sostegno. Chi ci ama davvero non teme di essere in ombra,  pur di far risaltare la persona che si ama, anche se  cio’ costa qualche pena. Essere il vento sotto le ali della persona amata è una cosa grande. Per volare insieme nel cielo,  e navigare nel mare, pur turbolento, della vita, e persino dello stesso amore, che, lo sappiamo, non è sempre calmo e placido. Ma è l’amore. “Wind beneath my wings” è una bella canzone per un amore grande. Grande come solo l’amore, per sua definizione,  sa essere. Si, quell’amore che solo permette di volare, insieme. E di vivere.

Marghian

Ciao, buona notte  🙂

Posted in musica, Pensieri | 7 Comments

BLUES, BALLATE E CANZONI- DOWN BY – THE BANKS OF THE OHIO

Ciao.  per questo fine settimana ho pensato di postare queta canzone, continuando cosi’ con la mia rubrica “Blues, ballate e canzoni”. E’ una ballata del genere cosidettto delle  “murder ballad”, “ballate di omicidio”, ossia canzoni che raccontano di tristi vicende, e cantate cantati dai cantastorie. Ballate, appunto. Infatti questa canzone e’ stata composta da autori anonimi, nel XIX° secolo. Narra di un tale, “Willie”, che dopo aver invitato la sua ragazza per una passeggiata lungo il fiume e, una volta soli, lui la uccide perche’ella si rifiuta di sposarlo. La classica ballata, da cantastorie, insomma.  Tipiche del repertorio di Joan Baez, o di Bob Dylan, e dei folk singer americani in genere.

(DOWN BY) THE BANKS OF THE OHIO

Giu’, lungo le rive del -fiume- Ohio.

“Ho chiesto al mio amore di fare una passeggiata. Una passeggiata, solo una piccola passeggiata li’’, vicino a dove l’acqua scorre, giu’ fra le rive dell’Ohio.

-Dimmi solo che sarai mia, nessun altro stringerai fra le tue braccia..- . Giu’, vicino a dove l’acqua scorre, giu’ fra le rive delll’Ohio.

Tenevo un coltello premuto sul suo petto, e come lei fra le mie braccia faceva pressione- cercando di divincolarsi- , urlava: “Oh Willie, non uccidermi, non sono pronta per l’eternita’..”.

-Dimmi solo che sarai mia, nessun altro stringerai fra le tue braccia..- . Giu’, vicino a dove l’acqua scorre, giu’ fra le rive delll’Ohio.

Vagavo  verso casa, tra dodici e uno (modo di dire, “theen twelve and one”,  per:  “vagavo confuso”). Gridai:  “mio Dio, cosa ho fatto? Ho ucciso la sola donna che amavo, perche’ non voleva essere mia sposa…”.

“Dimmi solo che sarai mia, nessun altro stringerai fra le tue braccia….- . Giu’, vicino a dove l’acqua scorre, fra le rive delll’Ohio…..”. (autore anonimo, traduzione: Marghian)

//////////////////

Potete ascolare ancche la versione di Olivia Newton John . Una versione la cui “allegrezza” contrasta un po’ con il carattere drammatico del testo, ma e’ piacevole da sentire.

Ma, piu’ attinente allo spirito del brano,e’ la famosissima versionie di Johnny Cash.

Qui varia un po’ nel testo-ma non il senso-. Ho tradotto riascoltando Joan Baez.

BUON WEEKEND, CIAO

Marghian

 

 

Posted in musica, saluti | 8 Comments

PER SALUTARVI, HO RISPOLVERATO QUESTA CANZONCINA

Ciao. Non avendo purtroppo molto tempo (anzi per la verita’ ne ho pochissimo…)  per dei post un po’ impegnativi (pensate a questo blog, per esempio…. ), mi diletto a qualche cosa di leggero. Come queto blog, per video musicali.  MI e’ capitato fra le mani un nastro (si’, ascolto ancora qualche cassetta, sul radio-stereo ) con incisa una canzone, con altri brani degli anni ’60 e ’70. Qualcuno un po’ age’, come me, forse la ricorda.  E’ questa:

IL VENTO DELL’EST

DI GIAN PIERETTI, 1966

Scusatemi sempre per l’audio un po’ bislacco, che distorce un po’, rendendo la mia voce piu’ brutta di quella che e’. Pero’, ovviamente  come faccio sempre in questi casi (veri attacchi di coraggio…) ,  non vi lascio… senza l’antidoto  🙂

E’ UNA CANZONE SEMPLICE, MA MI PIACE MOLTO, E COME LA CANTA PIERETTI

Carina vero?

CIAO, e scusate ancora 🙂 🙂

Marghian

Posted in Miei video, musica, saluti | 15 Comments

ECCOMI DI RITORNO

 DI RITORNO

Ciao. Sono stato assente da casa per due settimane. Ero a Torino, a trascorrere dei giorni di ferie dell’anno scorso. Ho fatto anche un salto a Milano, prima di tornare qui in paese. Finalmente riesco a lasciarvi un saluto….

   Ho messo solo alcune foto con i parenti (dalla destra, nella foto di gruppo, siamo:  un mio fratello- un altro sta qui in paese-, mia sorella, poi la figlia del fratello che non era con noi, l’altra ragazza e’ figlia del fratello nella foto, poi mia cognata sua moglie, e io, che sono quello con la sigaretta). Ho poi incontrato degli amici, a Milano. Ma abbiamo fatto solo qualche selfie scherzoso  🙂  – a parte la foto di me, di spalle  al duomo.

  Il video e’ fatto in modo alquanto artigianale ed estemporaneo. Non avendo installato un programma di gestione video, mi sono arrangiato cosi’: ho usato l’opzione di cattura immagini dallo schermo del programma “A – Tube Catcher” , e fatto passare le immagini con i click del mouse , mentre il “sequenzer” della tastiera musicale mi riproduceva un brano, suonato poco prima, e registrato. L’audio si sente un po’ forte, credo. Ma prima della pubblicazione su Youtube, era regolato in sordina. Va’bbeh.

Okay, rieccoci e spero di riprendere con i post, e con assenze piu’ brevi.

BUON WEEKEND,  CIAO

Marghian

Posted in Miei video, MOMENTI, saluti | 20 Comments