COLORI E SUONI DELLA SARDEGNA

Ciao. Da domani siamo “arancioni”. Ma sono questi, i nostri veri veri colori . Quelli della natura, e dell’. Sono i colori della Sardegna, quelli veri, atavici e secolari; e la vera musica e poesia, due bellezze che , a commento, ed esaltano le altre due.. Che questi colori, questi suoni , queste note e questi versi, possano non perdere la loro tonalità, la loro rima, la loro armonia. A causa delle disarmonie e delle oscurità che offuscano i colori, che tolgono senso alle parole, che minacciano la vita. Questa antica isola, come i luoghi nel resto del mondo, conservino i colori, e posano farli risplendere E noi in essi, attori del film che si chiama vita. In qualsiasi scenario si sia destinati a viverla , quale che sia la parte che ci spetta al mondo. Dal capitano al mozzo, siamo tutti sulla stessa barca, detta Terra. Navighiamoci bene.

SARDEGNA E MURALES

Vengono definiti “murales”, in spagnolo e in sardo, le pitture aventi i muri delle case come “tela”

JANAS -BISKISENDE

(sorridendo)

Guardo i tuoi occhi, che sono luminosi come il Sole a mezzogiorno, amore mi hai dato la mano, per camminare insieme a te, nella vita. Sorridendo hai danzato, sorridendo hai cantato, sorridendo mi hai incantato. E mi hai rubato il cuore. Laminando mano nella mano, lungo il sentiero, posiamo incontrare gente, vedere dei luoghi, terre e mari e cieli, che si uniscono quando cala il Sole. Sorridendo abbiamo danzato, sorridendo abbiamo cantato, sorridendo tu mi hai conquistato, rubandomi il cuore..(Janas)

JANAS – NON POTHO REPOSARE

(estratto del componimento “A Diosa-A Diosu” di Salvatore- “Badore” Sini)

“Non riesco a riposare, amore del mio cuore, pensando a te io sto, ogni momento. Non essere triste, *tesoro (**”prenda”- una cosa preziosa-“‘e oro”, d’oro-), nè dispiaciuta o preoccupata. Perche’ ti garantisco che solo te amo, e ti amo tanto e ti amo……”

(queste parole non sono nelle versioni che fino ad ora avete avuto modo di ascoltare)- Amore mio tesoro (“prenda”) degna di stima, il mio affetto è dato solo a te; avrei messo le ali, per mille volte in un’ora avrei volato, per venire da te almeno per un saluto, e – come seconda cosa- anche solo per vederti appena.

(queste altre parole invece vi sono familiari ). Se mi fosse possibile, prenderei lo spirito di un angelo (mi trasformerei in un angelo; ruberei le forme dal cielo: il Sole, le stelle. e creerei un mondo bellissimo per te, per poterti donare ogni bene…”

-“Mi piacciono queste strofe, molto belle. Ve le cito: “..si bada in su mundu tantu amore, pro itte amare este tantu dolore?” (“se nel mondo vi è tanto amore- se e’ cosa normale amarsi, se è un fatto naturale) -, perche’ amare costa tanto dolore?). Non so se e “lei”, nel componimento, o “lui” a dire queste parole. Sembrerebbe una “nota triste”, quasi un volo pindarico se rapportato alle parole quasi gaudiose che vengono cantate. Ma credo che invece questi versi si inseriscano benissimo, ricordando che la canzone dice anche “non potho biver no, chena amrgura, luntanu dae te, amadu coro. A nudda balet sa bella Nadura, si non este a cultzu su meu tesoro…” (non riesco a vivere, senza provare amarezza lontano da te, amato cuore. A niente vale la bella Natura, se non è sul mio tesoro, se non e’ rapportata a lei (a lui)….”

A TRE MINUTI VIDEO: LA MARINA DI SAN GIOVANNI DI SINIS

(COMUNE DI CABRAS- OR-).

E’ ANCHE LI’, CHE VADO, A NUOTARE.

MI SA CHE DA FINE MAGGIO…..

CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 68 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- ; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. SONO IMPIEGATO STATALE IN PENSIONE. MI OCCUPO DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in folklore e tradizioni, luoghi e paesaggi, musica. Bookmark the permalink.

15 Responses to COLORI E SUONI DELLA SARDEGNA

  1. Laura says:

    Lo sai che adoro la tua terra, e’ meravigliosa! Buona serata caro Marghian, 🙂

    • MARGHIAN says:

      “sai che adoro…” appunto, per questo faccio dei post sulla Sardegna. Come ho scritto anche a Silvia, a tre minuti dal video, puoi vedere uno dei miei luoghi preferiti per il mare, e dove ho lavorato per sei anni . Non come bagnino…scherzo 🙂 c’e un’area archeologica, e facevo servizio li’. come dipendente del Ministero Beni Culturali, mentre gli ultimi 14 anni, in un archivio- archeologia e archivistica dipendono dallo stesso ministero., nel 2005 lasciai l’archeologia per l’archivio di stato di oristano. Allora, quattro anni al museo di cagliari, poi sei anni al sito di Tharros (la marina cui mi riferisco), dal 1996 nove anni in un sito di nuraghe-con caseggiato che ci serviva di appoggio, con saletta espositiva di cocci antichi e l’area da custodire e far visitare. Sai che feci da cicerone a Enrico Brignano? Si’, molto simpatico. Era con altre tre o quattro persone. “Ma scusi (- ci trovavamo all’interno del nuraghe, nel primo piano- era a tre piani ), “queste pietre, messe cosi’ bene…ma la matematica , la conoscevano questi?”. -“Ufficialmente non si sa, Enrico, ufficialmente non conoscevano la scrittura, ma io credo di si’, sapevano scrivere e progettare, prendi questo come una cosa ufficiosa, un mio parere personale, se preferisci…”- “Mi sa che hai ragione”- mi disse guardando attentamente la cupola come le pietre erano aggettate, pietre in basso enormi, e a salire via via piu’ piccole e squadrate con una pietra piatta messa proprio al centro. Finestrelle trapezoidali dove il carico si ripartiva, non hanno ancora capito come li costruivano. A Brignano dissi che io ero convinto che conoscessero la scrittura, l’astronomia e facevano dei calcoli (3 500 anni fa).
      Qualche anno dopo usci’ un libro “la scrittura sarda”, e non da uno qualunque. Un professore. La pensava come me. Ciao Laura, ‘serata 🙂

    • MARGHIAN says:

      Eh, mai dire mai…grazie Laura, questo tuo consiglio è un complimento 🙂

      Buona serata a domani ciao 🙂

  2. silvia says:

    Bel post, buona serata Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia. Grazie. Ho aggiunto proprio adesso una “nota”, che a tre minuti di video vedete la Marina di San Giovanni, vicino ad Oristano, di cui sono….”cliente”. – Una “lingua di terra”, detta “penisola di Sinis” divide fra il mare aperto e il “mare morto”. Sulle rive del “mare morto”, li’ ci sono le rovine di Tharros, fondata 800 anni prima di Cristo dai fenici. Poi le solite sovrapposizioni culturali e urbanistiche- Cartagine, roma…- abbandonata nel 1070 circa per Oristano e centri vicini. Conosco Tharros come casa mia. Ho fatto servizio li’ per sei anni, dal 1990 al 1996.
      Mai fatto il bagno nel mare chiuso, sinceramente non so neppure se è permesso o meno, ma guardando il mare aperto, a sinistra, si capisce che il mare chiuso non mi ha mai interessato.
      Ciao Silvia,, buona serata 🙂

  3. Enri1968 says:

    Quest’estate Sardegna arriveremo…

    • MARGHIAN says:

      Lo spero, la tua/vostra volonta’ e’ forte, e a fermarvi – speriamo di no- potra’ essere altro, non certo la nostra mancanza di ospitalità. Che non manca.Grazie, ciao 🙂

  4. kitchenclue says:

    Meravigliosa Sardegna…ci devo tornare…😍😍😍😍

    • MARGHIAN says:

      Sempiri bonaccattu. Traduco: sembre benvenuto (a disturbare la nostra buona accoglienza, “bonaccattu”, sono le situazioni tipo questa, od altre non dipendenti da noi sardi). Grazie, un saluto 🙂

  5. lucetta says:

    Colori e suoni della Sardegna sempre graditi. Buona serata Livio.

    • MARGHIAN says:

      Grazie, Lucia, buona serata e serena notte. Come diceva il nostro padre spirituale del gruppo che ho frequentato per due anni a Cagliari, anni 1988_1990, lo dicevw sempre alla fine delle riunioni serali, “il signore ci conceda una notte tranquilla…” Ciao .

  6. Renza says:

    Complimenti per il video
    Sono luoghi splendidi che non ho mai visitato pertanto quando hai dei video postali pure e scrivi anche il libro sui siti archeologici dove hai lavorato.
    Grazie e saluti
    Renza

    • MARGHIAN says:

      Ciao. Eh, il libro…un commento, un post, sono una cosa, per un libro è un po’ piu’ impegnativo. Ma chissà. Saluti, e grazie 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s