LA RICERCA DI TE – E TI VENGO A CERCARE

Ciao. Dal titolo, avete già inteso. Due canzoni aventi lo stesso tema. La ricerca. La Ricerca.

Le altre ricerche servono, ma… non si vive certo di sola contemplazione, ma neppure di mera pragmatica, per quanto importante. La ..Ricerca, ci viene dettata dal nostro senso di incompletezza. Chi non.Cerca, magari si sente ..completo , ed è un errore. Oppure “gli bastano i campi da arare, le battutine in piazza, il battibecco su una partita di calcio, o sulla politica – ma a che livello, io ne sento di tutti i colori..-. Va bene, buon per loro……

LA RICERCA DI TE – TAZENDA

E TI VENGO A CERCARE – BATTIATO

BUONA SERATA, CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

23 Responses to LA RICERCA DI TE – E TI VENGO A CERCARE

  1. silvia says:

    serena notte Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia.ho scritto un attimo fa da te. E’ la canzone della gaffe, ieri notte ho letto “la ricerca di te…” mentre l’anteprima e’ “la ricerca del te…”- poi “… del tempo”, ho visto questa mattina. A domani, ‘rinotte 🙂

  2. Laura says:

    Ciao Marghian, buonanotte, 🙂

  3. lucetta says:

    Notte serena. Belle canzoni.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Lucia. Belle canzoni vero? Anche altre canzoni dei Tazenda hanno carattere “mistico- filosofico-“; Battiato è anche lui molto credente. Il suo modo di credere e’…”sincretico”, crede nel “Dio Padre” (“ma se ti senti male, rivolgiti al Signore…”- dice in una canzone…-), poi lo ha dichiarato, “credo in Dio”; forse crede anche nella resurrezione di Gesu’, ma anche cultore della religione orientale. “vedo dal fondo degli occhi, da quante volte vivi…”, che poi e’ la stessa canzone del “rivolgiti al Signore…”. “Franco Battiato, per te, c’è vita dopo la morte?”. E lui: “sans doubt, e dobbiamo tutti rapportarci a questo”. Battiato praticamente vede nella reincarnazione non una cosa opposta al cristianesimo, ma l’equivalente del purgatorio: “siamo come angeli caduti in terra dal’Eterno, destinati a errare, nei secoli dei secoli, fino a completa guarigione…” Il suo e’ un credo appunto, un po’ di miscellanea, ma a mio avviso sempre meglio cio’ che pensa lui piuttosto che credere che non esista nulla, ne’ Dio ne’ anima, ne’ un dopo.. Ciao 🙂

  4. amleta says:

    Dei Tazenda conosco solo la canzone che cantavano con Bertoli. E ricordo solo il pezzo in sardo, nonostante io sia sicula. Era una canzone bellissima. Ho anche il vinile, mio padre lo comprò e lo ascoltava spesso. Gli piacevano i Tazenda. Mio padre non c’è più e mi manca molto. Però il ricordo dei Tazenda e di lui che li ascolta è un bel ricordo. 😊

    • MARGHIAN says:

      Ciao Amleta. Normale, essendo un gruppo “locale”, “regionale” per quanto successo abbia avuto, con serate in tutta Italia ed all’estero, che i Tazenda siano poco conosciuti se non solo per alcune canzoni. E la voce di Parodi, ha fatto sicuramente da volano.
      Per conoscerli bene, è facile, basta digitare Tazenda murales”, un loro album del 1993 (o 1994, memoria mia fatti capanna…), e se trovi ogni tanto dei minuti di tempo digita “mamoiada”,”sutta e’ su sole”, “disamparados “che e’ “spunta la luna dal monte” interamente in sardo (che “in quel punto” non dice “nasche sa luna de su monte” ma “bene intonende unu dillu”-“viene intonando un canto”-); ed ancora “niunu intende”, e altre che escono su youtube, del periodo, scopri tutto un mondo.
      Giusto omaggiare Andrea Parodi, “La Voce”; ma Gino Marielli, il chitarrista, che “zitto zitto”, è “La Mente” dei Tazenda: musica e parole di tutte quelle canzoni (non so ora, ma credo anche le attuali siano sue) , che messe insieme sono qualcosa di monumentale. Parodi, era unico, ma per certe canzoni, o certe parti, va meglio la voce di Gigi Camedda, il tastierista, che ha la voce da cantante soul, infatti in disamparados comincia lui, la voce grossa: “notte e anneu…”- “notte scura…”, li’ ci sta la sua, di voce. Tutti e tre (non so quanti siano ora i componenti, mi riferisco ai componenti storici…) fantastici.Ciao 🙂

      • amleta says:

        No no io non ho parlato di Parodi ma di Pierangelo Bertoli, con qui avevano cantato ” spunta la luna dal monte”. Infatti la canzone più conosciuta è questa. Murales è proprio l’album che aveva mio padre. Mamoiada la ricordo pure questa. 😅

      • amleta says:

        Parodi era un cantante molto bravo e aveva anche una presenza scenica ottima. 😊

    • MARGHIAN says:

      Si, capito che parlavo di Bertoli. “Cantata con Bertoli”, io ho accennato a Parodi perché nel ritornello, con Bertoli, la voce di Parodi risaltava, “in sos muntonarzos…”la arte sarda corrispondente, musicalmente, a fra volti di pietra..” . Poi ho scritto di Parodi anche per la canzone stessa, nella versione tutta in sardo.
      Ho visto Bertoli nel 1993 in paese, senza i tszenda. I suoi musicisti, emiliani e di qualche altra regione, hanno cantato anche la parte in sardo. Ma bene eh?. Bertoli:”adesso sentirete un emiliano, un….e un…. cantare in sardo. ..”. Ciao 🙂

      • MARGHIAN says:

        La arte sarda. Maledetto telefonino
        La parte sarda

      • amleta says:

        È bello quando capitano queste cose, intendo è bello che una lingua come quella sarda diventi conosciuta. Per esempio a me piace molto sentire Geppi Gucciari col suo accento tipico e la sua comicità. Poi magari sarà di una zona piuttosto che di un’altra, questo non lo so. Anche in Sicilia noi abbiamo lingue diverse da una zona all’altra. Io purtroppo non li ho mai visti dal vivo 😟

    • MARGHIAN says:

      Si, conosco Cucciari, mi piace molto. La sua parlata non è molto diversa da quella dei Tazenda, lei è di Macomer, non distante da Nuoro comunque nell’entroterra. Ci sono si’, differenze,, e poi a Nuoro hanno una pronuncia “piu’ dura” mentre in una zona appena piu’ a Nord, Nord ovest, il Logudoro ha una pronuncia piu’ dolce, a parte certe parole che differiscono. E’ complessa la cosa se si considera in paragone con la parlata di Oristano e Cagliari, molto diversa. “Abbaida in cue, una pitzinna” (guada li’ una ragazza), a Nuoro. “Castia in gui, una picciocca” diciamo noi di Oristano, o Cagliari. Quasi la differenza fra italiano e spagnolo, tanto sono differenti. A volte, perdo qualche parola del Nuorese.. “Antuneddu de lu me’ cori, tuttu lu mundu si lagna, mellu mortu ti ulia, che bandidu a la campagna”, da una antica canzone “da cantastorie”, il pianto di una madre che ha il figlio bandito alla macchia. . Sembra siciliano, un po’, vero? E’ sassarese, Sassari, Porto Torres. Ero in macchina con un collega di quelle parti, lavoravamo a Cagliari, e lui, che guidava, era arrabbiato con il traffico, con chi gli stava davanti,…”….e iddu, in du culu si lu pigghia…”. “Ma..Pietro, parli siciliano?”, e lui “no, e’ il gallurese!” (Gallura, Nord Sardegna)
      Ciao, buona serata :).

      • amleta says:

        Cavolo sí, sembra siciliano. Infatti leggendo stranamente capivo tutto. Il sassare e anche il gallurese 😂

    • MARGHIAN says:

      Da molti il sasasrese, o gallurese, è considerato quasi un dialetto italiano, non sardo. Lo e’, ma il sassarese da’ piu’ su dialetti peninsulari del sud. .

      • amleta says:

        Allora se vengo in vacanza in Sardegna posso scegliere un posto dove riesco a capire quando parlano 😂

    • MARGHIAN says:

      Ciao. Ma non c’e problema, basta chiedere di parlare italiano, e in tutta la sardegna sei capita 🙂
      Scherzo, comunque davvero la parlata del Nord sardegna sembra un dialetto del Sud Italia. Il sardo “vero e proprio” è considerato dai linguisti una lingua romanza, al pari dell’Italiano stesso o dello Spagnolo. “Convenzionalmente il sardo” come lingua, è considerata essere il logudorese- nuorese (i Tazenda praticamente), perche’ e’ la zona che ha prodotto letteratura, la poesia e i poemetti (io so di un poemetto e di qualche commedia….) sono stati scritti in nuorese, poi considera che Grazia Deledda era nuorese- anche se ella scriveva in italiano, ma era comunque esponente e rappresentante della cultura sarda. Le canzoni, nei testi, fanno letteratura, per lo piu’ in nuorese, che vien definito “Sa Limba”-“La Lingua”, sarda, per eccellenza.
      Anche nel mio dialetto e’ stato scritto e composto qualcosa, ma poco rispetto all’entroterra sardo. Trovi anche qualche canzone o componimento nel mio dialetto, ma una su cento, per darti una idea di quanto il nuorese- logudorese abbia prodotto molta piu’ letteratura da essere assurta a lingua sarda. Chiaramente ogni parlata è una lingua. Ciao 🙂

      • amleta says:

        Conosco molto bene la Deledda, ho letto Elias Portolu e Canne al vento. Capisco il discorso sui poemetti. Per esempio la mia zona ormai è conosciuta solo per il siciliano di Montalbano, che non è il dialetto attuale del paese ma una versione antica usata da Camilleri e che i giovani non conoscono affatto. Ho infatti scritto un post per spiegare alle persone che guardano quella serie che quello non è il nostro siciliano. 😂

    • MARGHIAN says:

      Ciao. Deledda è conosciutissima, e’ un premio Nobel. La conosci piu’ tu di me, tu hai letto qualcosa della Deledda. Io di lei so di “canne al vento” , ed ho letto solo un raccontino, di due pagine forse nemmeno, con la morale “l’attaccamento alla ricchezza è la maledizione dellavaro”, in due parole Gesu’ camminava in campagna con i discepoli. E chiede ad un patore: “hai tantissime pecore, daccene una, una sola, e del formaggio e del pane, so che il cibo non ti manca. Ti prego, affinche’ possiamo sfamarci nel cammino..”. “No, niente, andate via!” rispose il pastore. Allontanatisi un poco, Gesu’ si rivolse verso il pastore, allargo’ le braccia e farfuglio’ qualcosa rivolto al cielo. Le pietre del terreno circostante, vennero traformate in pecore, decine e decine di pecore, che si aggiunsero alle altre del gregge, che era diventato cosi’ enorme. “. San Pietro a Gesu’: “ma come, ci ha negato del cibo, una pecora fra le tante che ha, ci ha cacciato in malo modo pure, e tu gliene fai avere altre, e molte anche! Io non ti capisco…”- E Gesu’ a Pietro: “si’, proprio cosi’, gliene ho date molte altre, di pecore; perche’ lui e’ attaccato alla riccchezza, e proprio la ricchezza sara’ la sua maledizioine……”. Ecco, tutta qui la mia lettura “deleddiana”.
      Sul siciliano di Montalbano ho sentito qualcosa, “il vigatese” eccetera, dallo stesso Camilleri..”e molte espressioni sono invece inventate di sana pianta….”.
      Tu fai la stessa cosa che faccio io sui post dei tanzenda, Qualcuno di voi che mi scrivo “bello il sardo.” -. Io rispondo “si’, ma non e’ il mio..”sardo”. Qui la cosa è diversa, non e’ l’inventiva di uno scrittore la questione, ma parlate diverse “da sempre”. E vi scrivo anche che io, pur campidanese (pianura del Campidano, da zona di Oristano a zona di Caglari), preferisco di gran lunga il nuorese. Ciao 🙂

  5. Alidada says:

    Anch’io, come Amleta, dei Tazenda conoscevo solo “spunta la Luna dal monte..” Queste che hai messo sono proprio delle belle canzoni…
    Buonanotte Marghian e buon inizio settimana 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Alidada. Tu , e anche Amleta, se tornate indietro di qualche post, mi sentite (o risentite) cantare “spunta la luna dal monte”C’ è anche l’originale, tranquille 🙂
      – Leggi il commento ad Amleta, dove suggerisco come trovare (facilmente) praticamente tutto sui tazenda. Poi, magari, wikipedia, ->”discografia”, e da li’ yotube, ci vuole solo del tempo. Buon inizio di settimana anche a te, grazie 🙂

  6. comelapensioio says:

    bellissime canzoni. grazie per avermele fatte conoscere

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s