ALEX

Le risorse umane sono segrete a noi stessi
Esse sono nascoste alla nostra consapevolezza
Ma si manifestano come ancore di salvezza
Nei naufragi della vita per farci riemergere
Si dispiegano improvvisamente come ali
Per farci riprendere quota quando precipitiamo
Per sostenerci, nel continuare il volo.
FORZA ALEX!

CIAO AMICI, BUONA SERATA
Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Dediche, MOMENTI. Bookmark the permalink.

13 Responses to ALEX

  1. silvia says:

    Tutta Italia fa il tifo per lui….speriamo che serva, buona serata Marghian.

  2. MARGHIAN says:

    Ciao Silvia. Speriamo che serva, davvero. Un ragazzo che mi piace da sempre, anche prima della sua eroica lotta contro quell’altro incidente. Speriamo che serva. Persino scienziati materialisti credono nella efficacia della preghiera; qui la intendo- ed anche gli studiosi – in senso lato, anche percepire- chi è in coma o in stati simili, “lo sente” – che tutti sono con lui/lei, alimenta la forza interiore e sprona a reagire. Lo stesso Alex, raccontando allora “come ce la fece”, disse “con meno di un litro di sangue, pensavo proprio di non farcela; ma mi sono venuti in mente la mia famiglia, gli amici che mi vogliono bene, e questo mi ha dato molta forza…”. Raccontò di essersi “concentrato” , su sua moglie, sul loro bambino (o bambina?), e sugli amici. Anche frasi come “siamo tutti con te” aiutano molto, e sono di sprone; e forse questo accade anche inconsciamente. In ogni caso, speriamo. Pare che, da quello che ho letto proprio poco fa, che i medici temano ora non tanto per la sua vita quanto per i risvolti relativi al quadro neurologico. Gli facciamo tanti auguri.
    Buona serata Silvia.

  3. Paola says:

    Povero un grande uomo

    • MARGHIAN says:

      Ciao paola. Quando ho sentito, “oh no, ancora…ma quante cose succedono a ‘sto ragazzo… “, ma ho subito pensato “è tosto, ce la farà anche questa volta”. Ciao Paola,
      Va bene, gli sports, specie le corse con dei veicoli, comportano dei rischi; ma a volte, pensando ad altri casi, mi vien da pensare che si sia “predisposti”, quasi a mo’ di karma, a che accadano certe cose. :Una famiglia del mio paese, di cui un membro era marito di una mia vicina di casa (da nubile) , una cosa incredibile. Un giovane carabiniere suo fratello, incidente mortale. :Un altro fratello, grave incidente con danni cerebrali permanenti. Poi una donna, loro sorella, morta per mala sanità a quarantadue anni, . Il marito della ex vicina, morto un mese prima a quarantanove per tumore. Un altro ancora, il piu’ grande dei fratelli, incidente mortale. Ah, uno, mio amico, incidente che gli ha rovinato una gamba. Pazzesco. A parte nella la vita rischiosa di un campione di automobilismo ove, sappiamo, la probabilità’ che accada qualcosa di grave e’ alta (Airton Senna, Gilles Villeneuve, lo stesso incidente di Alex, il fratello di Gianna Nannini cui fu riattaccato un braccio ed altri..); ma che nella vita “normale”, quando in seno ad una stessa famiglia si verificano cinque o sei disgrazie, una appresso all’altra, fa pensare che quasi ci siano delle…”predisposizioni” a certi accadimenti. Mi da’ da pensare. Speriamo per Alex, ciao Paola 🙂

    • MARGHIAN says:

      Tremendo vero? Un mio amico che morì di incidente, l’anno prima, montando una antenna sul tetto di casa e scivolo’ fin quasi all’orlo. Spaventati disse “”eh, no appu a trigai a morri deu.. “(“eh, non tarderò a morire io”). Passano otto mesi, un incidente col vespone una notte, e fine. Presentva questo già mesi prima.
      Mi piace anche parlare di eroi che non sono famosi. Mio fratello andava spesso, a Torino, attivare un ex collega, tetraplegico per un incidente. Vent’anni. Dario si chiamava, un ragazzo d'”oro. Non voleva pietismo, una vicina parlando con sua madre diceva” davanti a lui “poveru cit, oh poveui cit.” (scusa il mio Piemontese. 😊), e lui :”mamma, per piacere non far entrare più da me gente così, glielo do io il poveru cit a quella.. ..”. Muoveva solo le mani e la faccia. Leggeva parlava profondo, diceva “mi è bandats bene”. Come Alex che disse “godo di quello che mi è rimasto

  4. Laura says:

    Spero tanto che guarisca, ciao Marghian!

    • MARGHIAN says:

      Speriamo Laura. Un bel duro colpo. Mi ricordo schumaker, anche per lui sono stati anzi sono tempi lunghi. Speriamo prima di tuto che sopravviva poi, che migliori e guarisca. Ciao, notte.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura, mi stavo facendo dei conticini di spese (difficilissimo che stia ai blog a quest’ora), riporto tutto sul computer. Le transazioni non sono molte, le solite spese familiari (familiari? Il bello che sono definito “famiglia”, si’, famiglia mononucleare, l’ho sempre ritenuta una cavolata 😆 perché’ “famiglia” e’ un nome collettivo), diciamo personali e per la casa. Basterebbe una agendina, ma dato che il computer c’e, per usare i programmi Office. Per le consulenze mediche infatti mi faccio dei grafici (pressione, peso, glicemia altri valori con le date delle rilevazioni, e il calcolo dei valori medi), i medici con me si trovano bene perché’ mi dicono che arrivo in visita “con le idee chiare”. Una dottoressa (figge 🙂 ) me lo dice sempre. Ciao, buon pomeriggio 🙂

      • Laura says:

        Sei un bravo paziente, 🙂 ciao Marghian! 🙂

      • MARGHIAN says:

        Grazie del “bravo”. Forse in questo caso si’, ma nel senso di “troppo buono”. Paziente, mmmmhhh, dipende. Scherzo, so che parliamo di paziente medico. Il mio papa’ non mandava giù questa cosa. Proprio all’ospedale ci disse “il malato viene chiamato…il paziente, Ma a volte pazienza ne ha poca…”.- 🙂
        Infatti la pazienza non c’entra niente, “patiens” è in latino uno che soffre (patisce, appunto), che sopporta. Per ora essere un bravo paziente mi è facile, non ho sintomi…e che resti cosi’. Ciao 🙂

      • Laura says:

        Assolutamente si’, resti cosi’, buonanotte, 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s