RICORDO DI MIO FRATELLO

RICORDO DI MIO FRATELLO IGNAZIO

Reciproco scambio di arte. Anna Tifu ha suonato per lui, lui le ha regalato il quadro.

Mio fratello in ospedale, fu visitato, su gentile iniziativa del pensionale medico (soprattutto nella persona della direttrice dell’hospice di Cagliari), dalla violinista sardo_rumena (padre rumeno, madre non so), nata a Cagliari, Anna Tifu. Se sarda o rumena, di certo non si evince dal cognome. In Romania esiste anche il mio cognome, “Vargiu”. Lo scoprii per caso, leggendo un romanzo. Fantasia ma autore rumeno, con i nomi rumeni dei personaggi. Non i stupii, le desinenze in U sono comunissime sia in Sardegna che in Romania.

Ciao. Il 12 di giugno dell’anno scorso, VERSO QUEST’ORA DELLA SERA, ricevetti una telefonata da mio fratello Antonio che con sua moglie si stava recando a Cagliari. Io stavo in casa. Mi chiamò mia cognata, dicendomi che l’altro mio fratello, Ignazio, “non c’era piu’. Voglio omaggiarlo qui con due suoi dipinti, con due immagini di un prato e del cielo, e con una musica che gli piaceva tanto suonare. “Guarda, la faccio tutta”, mi diceva. E’ una parte, “a scopo di eserczio”, di un “corale” di Bach, Jesus Bleibet Meine Freude, famosissima. L’ho suonata questa mattina, leggendo lo spartito (in uno dei dei libretti per esercizi che mi aveva dato sua moglie questo inverno);  per questo in qualche punto mi sono salvato “in extremis”. Potevo riprovare… L’ho tenuta registrata sulla tastiera e registrata poi sul programma video, definitivamente, solo adesso; ogni tanto provavo, il continuo passaggio di macchine, di qualche vocio di passanti,non mi lasciava proprio fare. Penso proprio che la prossima volta che farò dei lavori in casa, insonorizzerò qualche stanza, mi farò fare un preventivo 🙂

Sulla musica mio fratello era più “studioso” di me, ogni volta che ero invitato a pranzo e a cena a casa sua, lo trovavo quasi sempre alla tastiera. “Guarda, “Al chiaro di Luna”, sto imparando la seconda parte…”.

Aveva tanti altri interessi, la pittura come sapete, ma bricolage di vario genere, da giovane aggiustava radio e televisori, un “know how tecnico” come si dice oggi, non da tutti, se si pensa che è acquisito da autodidatta. Anche la sua cultura, era superiore alla sua “quinta elementare”. Gli piaceva molto discutere con me. 

A Torino faceva il tecnico come secondo lavoro, montava antenne e aggiustava tv, stereo e radio. Mi aggiustava lui l’autoclave, e non avevo bisogno di chiamare l’Enel, tolti i casi in cui non si sentiva autorizzato a lavorare sull’impianto. A Torino, dove visse dal 1969 al 2006 con la famiglia, si interessò attivamente di sindacato, e fuori dal lavoro fondò due comitati, uno per la lotta agli sfratti, uno per la cura delle infrastrutture del quartiere. Campi bocce, parchi giochi, la dismissione delle strade del quartiere, aver riconosciuto a Settimo Torinese l’alta tensione abitativa, erano il prodotto delle iniziative del suo comitato. 

Raccontava spesso questo, non senza fierezza: “Dai, signor Vargiu, rimanga qui a Settimo con noi..”. Ed io che dicevo loro: “vi ringrazio, sono molto commosso, so che tenete a me, ma non posso rinunciare ad una serena vecchiaia al mio paese, vuoi mi capite….”.

RICORDO

BUONA SERATA, CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Art in blog, Miei video, MOMENTI, Racconti di vita, RICORDI. Bookmark the permalink.

18 Responses to RICORDO DI MIO FRATELLO

  1. silvia says:

    Bellissima dedica, era davvero bravo i suoi quadri sono molto belli 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia, grazie a te del commento. Come sempre ero in fase di …aggiustaggio del post. Ho scelto due quadri, a caso, e due immagini…belle, “paradisiache”, come ritengo bello in questi casi. Era in gamba anche su molte altre cose. La sua “fortuna”- si’, anche merito ma un pizzico di fortuna e’ comunque necessaria, lo ammetteva lui stesso- oltre a capacità ed intelligenza, era la sua sicurezza in sé. Non era certo un timido, è stata anche questa una sua carta vincente.
      Sono andato a trovarlo almeno trenta volte a Torino (permanenze anche di 15 giorni), e ho avuto l’occasione di “vederlo all’opera”. “Vuoi venire dal sindaco di Settimo? Gli devo parlare….”, o mi portava alle assemblee, nella sezione dell’allora DS, o nella sede del gruppo di pittori “Impressionisti Settimesi” di cui era entrato da qualche anno a far parte. Quando prendeva la parola, era autorevole, e schietto, oltre che preparato, e Humor, al punto giusto. Ha parlato persino davanti a Luciano Violante una sera, per la festa dell’unità. Come periodo… quando Violante era capo della commissione antimafia. Dopo aver parlato per dieci minuti buoni, disse: “ma ora lascio la parola a chi davvero merita l’ascolto, signori..Luciano..Violante!”. Ciao Silvia, buona serata 🙂

  2. Laura says:

    Che bella dedica Marghian, la foto e’ dolcissima, un abbraccio e buon weekend, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Grazie. Ho visto il tuo commento ieri notte dal cellulare. Ho poco tempo da stare in internet, pur in pensione. Sono aumentati gli interessi, e il tempo che dedico a quelli che già c’erano. E comunque s’ha sempre da fare, comunque la giriamo. Di nuovo grazie, buona serata e buona notte a te 🙂

    • MARGHIAN says:

      E io per andare al mare. Un altro impegno mi attende 🙂
      L’acqua del mare adesso è ancora fredda, oltre al tempo incerto. Per il bagno qui in Sardegna va meglio ottobre di giugno, perché il mare ha accumulato tutto il calore dell’estate. Solo che a ottobre l’estate è finita, mentre a giugno comincia. Meglio giugno quindi , anche se l’acqua del mare è un po più fredda. Ciao 😊

    • MARGHIAN says:

      Speriamo sia un luglio caldo, ma non troppo. La mattina, dalle sette e mezza alle nove, voglio andare a camminare-correre, se fa troppo caldo vien male. Si’, in estate faccio nuoto, ma ho constatato che camminare con costanza (lavorando tale costanza era impossibile) mi ha fatto perdere peso; le nuotate, da sole, no. Lo so dagli altri anni, da quando ci andavo quasi tutti i pomeriggi liberi. Ma mi pesavo a maggio, facevo i bagni al mare per tutta l’estate, mi pesavo a ottobre, il peso non era sceso. Con la camminata, ma tutti i giorni come riesco a fare adesso, ho avuto dei buoni risultati. Direi insperati, dato che il peso era inchiodato sugli 88 chili e da li’ non smuuoveva. Ora ne peso meno di 80. Quindi, l’estate con il caldo non deve fermarmi dal camminare, dovessi alzarmi alle 5. Il solo mare, non funziona. Ciao, buona notte 🙂

      • Laura says:

        Marghian tu sei alto, il peso che hai raggiunto va benissimo, un abbraccio e buona giornata per domani, 🙂

      • MARGHIAN says:

        Ciao. Vero, potrebbe andare bene, ma se non continuo con dieta e sport, il peso potrebbe risalire, e non vorrei proprio. E’ un po’ come si dice per “certi diritti” acquisiti in anni di lotta: “non si abbassi la guardia…”.Quindi, io continuo. Se il peso resta come e’ (e non sale..)ok, altrimenti pace e amore.
        Certo, non pretendo di tornare ai tempi di quando pesavo 65 chili e facevo il giro in aria e ricadevo in piedi, o la serie di capriole all’indietro. Questo non lo pretendo. Certo che mi farebbe piacere.Se fosse possibile. Ciao 🙂

      • Laura says:

        L’importante e’ che stai bene, ciao Marghian, 🙂

      • MARGHIAN says:

        Si’, vero. Non mii lamento. Ciao 🙂

  3. ili6 says:

    Sono ricordi che fanno bene e che rasserenano la nostra anima.Il nostro tempo terreno non sappiamo quando scade. C è poi il tempo dei ricordi e quel tempo è comunque un prolungamento della vita terrena. Tuo fratello era una bella persona con molti interessi e affetti. Sarà ricordato a lungo da te e da altri. Questa certezza lenisce il distacco.
    Un caro saluto,
    Mariro ‘

    • MARGHIAN says:

      Si’ Mariro’, ciao. Indimenticabile. Io come sai credo in qualcosa…oltre il ricordo. E’ qualcosa su cui non si può’ dibattere, e’, non è. chi è per il si’ non ha la certezza del si’, chi è per il no non ha la certezza del no; è una scommessa la trascendenza, come diceva Pascal, che se pure oltre che scienziato era un religioso, non vantava certezza, ma una possibilità o speranza, come me nel piccolo, a cui io tengo molto. Non solo “per i miei cari”, ma per tutti. Come ho avuto modo di esporti, “credere” non significa trascurare il presente, anzi moltissimi fautori dell’altra vita, come sappiamo, sono stati e sono, proprio loro, moltissimi di loro, “in prima linea” per difendere questa vita, i suoi valori, e i diritti a viverla bene (il “qui ed ora”, “carpe diem” piu’ che di “Orazio” è un concetto orientale antico, induista e buddhista, di millenni prima) , e insegnamenti, sino a dare la vita stessa, in casi estremi. Il ricordo si’, mi lenisce il distacco, tantissimo, ma anche….
      “C è poi il tempo dei ricordi “. Proprio fino a mezz’oretta fa stavo ascoltando un video sul tempo. In fisica, certo, ma a sottolineare che la fisica non capisce ancora se il tempo “contenga tutto” e comunque, che proprio il presente e’ costruito sul passato, e il futuro sul presente. Anche nella mente. E ciò’ che è stato mio fratello è “nostra storia “, di familiari. Ciao, e grazie.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s