BUONA SERATA – VOLETE SENTIRE… UN RAFFREDDATO? – videoselfie

Ciao. Ancora sono sotto il dominio del’influenza, anche se un po’ come gli uragani che vengono “puntualmente” declassati a tempesta tropicale, è scesa a forte raffreddore (o ad influenza alleggerita, secondo la scala di “Nowhasbrokentheballs” (la conoscevate?   🙂  Credo di si’. dato che capita a tutti….).

Okay, passera’…

Poco prima delle feste di Natale aevo postato il video della cantante Country Mary Warnes con la canzone “Guess He’d rother be in Colorado”, di John Denver. Vi rimando innanzitutto al post,  per traduzione e “storia” della canzone, per l’ascolto di quella versione e/o  per un eventuale riascolto .

MARY WARNES -GUESS HE’ D ROTHER BE IN COLORADO

https://marghemar.wordpress.com/2019/12/10/country-folk-song-mary-travers-guess-hed-rather-be-in-colorado/

IN QUESTO POST, INVECE, QUESTA BELLISSIMA VERSIONE DELL’AUTORE
JOHN DENVER

Ascoltate la finezza dei musicisti (Denver compreso, anzi parte lui con un bellissimo arpeggio, la sua chitarra..sembrano campane) , nei passaggi con le chitarre, e nei ritmi, la delicatezza di insieme, degna della dolcezza della canzone.

Mi fece ridere una volta, anni fa,  il membro di un gruppo musicale che venne a suonare nella piazza paese, presentando i componenti del complesso. “E infine abbiamo io….”. Infatti, nel suo bellissimo italiano, abbiamo io… 🙂
Mi ero gia’ proposto, quando feci l’altro post, di interpretarla, essendo fra l’altro  un brano abbastanza semplice. Se e’ semplice, poi, ancor piu’ lo si puo’ semplificare. Mi sono trovato anche io dei passaggetti “di riempimento”, un po’ copiati, unpo’ inventati di sana pianta, imprvvisando. **L’audio e’ molto *basso (il cell. mi da audio puilito (quando non passano macchine) ma volume basso.Ho riprvato ieri l’audio del computer, il microfonino capta rumori addirittura inesistenti per il mio orecchio…. (poi altra cosa, la web cam mi ritarda le immagini, se sentite un accordo, come immagine vedete quello precedente, e vengono sfalsati perfino i movimenti della bocca, come in un playback fatto male). Volume ne da’, anche troppo, ma mi peggiora il tutto.

Come video, e’ venuto un po’ fosco, avrei dovuto prima pulire la telecamerina-sfugge sempre qualcosa -. – la mia voce non e’ chiara e squillante come quella di John Denver. Pero’,sicuramente lui in quel concerto non era raffreddato. Questo, ai fini di un buon confronto,  è un elemento da non trascurare  🙂 🙂

BUONA SERATA, CIAO
Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Miei video, musica, saluti. Bookmark the permalink.

16 Responses to BUONA SERATA – VOLETE SENTIRE… UN RAFFREDDATO? – videoselfie

  1. Ma bravo, bravo, bravo … nonostante il raffreddore. 🙂 🙂 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ma grazie, ciao. Il “mio genere” impone voci basse (un de Andre’, un de Gregori, un Bob Dylan, o un “Battisti” -quando non sale troppo-. ). Piu’ che mai in questo frangente- che per i miei gusti sta durando troppo. Faccio tutto per mero svago, il problema non e’ certo “non poter cantare” 🙂 La canzone, guarda caso, alla fine, parla di tosse (“….in the end a quiet caugh is allhe has to show he lives in N.C. , ..”alla fine un debole colpo di tosse e’ tutto quello che ha per far vedere che vive a New York ) )e, registrandomi, temevo davvero che mi venisse da tossire. Appena dopo, “caugh”, e mi sono detto “ei,immo tussi puru” (in sardo, “adesso tossisci pure..”). Non per altro, perche’ registrando sbagli in u punto, ricominci, un rumore esterno, ricominci, un colpo di tosse, ricominci, non ricordi una parola….). Questa volta mi e’ andata di primo acchitto. Pensavo “giai esti pagu sa gana…” (“gia’, è poca la voglia..”). Ciao, buona notte, e ancora grazie 🙂

    • MARGHIAN says:

      Grazie. Sotto alla fine vedi un link. Io ed un amico, chitarra e fisarmonica (lui), solo audio, non voleva farsi inquadrare. Buona notte ciao 🙂

  2. silvia says:

    Bella anche se raffreddato, buona serata e notte Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Grazie, Silvia. Come ho scritto anche a frammentidisabrinaesse, leggi pure il commento, temevo di tossire durante la registrazione. Non per altro, e’ che cominci, e sbagli in un punto; ricominci, un rumore esterno (sto i soggiorno, s’e capito); , ricominci, un colpo di tosse (come poteva succedere adesso), ricominci, non ricordi una parola, tocchi male una corda…Per questo non ho rifatto il video avendo visto le imagini “offuscate “, non avendo voglia di starci un’altra ora, ho pensato “vada cosi'”. In altro momento, magari. Ma sai la psicologia e’ davvero strana. Non sbagli una virgola, registri e paf, lo sbaglio. E non c’entra il fatto che sia pubblicato.No, non c’entra. Mi accadeva quando da ragazzo mi registravo su nsatro, allora le canzoni erano “la locomotiva”, “canzone per una amica”, “il gatto e la volpe”. Erano cose solo per me, non da pubblicare. Eppure sbagliavo (solo quando registravo). Anche l’amico che suona la fisarmonica, ricorderai quel post, un po’ di liscio io e lui. Lui non pubblica mai niente (lo dovetti convincere, ma guai fare un vieo, “non inquadrarmi”. Epifania di uno o due anni fa- adesso vedo- , venne a casa quel giorno con lo strumento ), anche lui: “quando registro, sbaglio sempre”. Altro che la sindrome da camice bianco. Su un palco no, vedi? Mi ha sempre ato carica, suonare e cantare in pubblico.
      Ciao Silvia, buona serata e buona notte 🙂

  3. ili6 says:

    Dai che te la sei cavata benissimo!
    🙂

    • MARGHIAN says:

      Grazie, Mariro’. Grazie. Ma io sono contento di come il video e’ venuto. A me sai, piace scherzare. Ho voluto scherzare su John Denver non raffreddato, avrai capito il senso, del tipo : come se la differenza fosse dovuta solo al raffreddore… 🙂 ).
      Si’, mi e’ venuta benino, soprattutto perche’ cosi’, di primo acchitto, è rarissimo, forse e’ la seconda o la terza volta. In genere puibblico dopo cinque, sei tentativi. Inizio, e dopo un po’ : passa uno scooter, o un’auto; ricomincio, e salto una strofa; ricomincio, e pronuncio male una parola (“ho detto “faler”, “father” dovevo dire..”). Riprovo ancora e quasi alla fine un altro rombo di motore. Quando e’ tardi mi dico “basta cosi’,riprovo domani”. Poi vocii di passanti. Ah, questa di “Romilda” te la devo racontare. Mi stavo filmando mentre cantavo la canzone di De Gregori “Le Storie di ieri”. Filava tutto liscio, quando quasi alla fine della registrazione, da fuori mi sento : “Romilda! Romilda, iscurta! (“Romilda, Romilda, ascolta..”), era una donna che chiamava la comare che le camminava diversi metri avanti. E io, “a su cunnu, tui e Romilda…” (“a quel paese te e Romilda..” 🙂 ). Lo dissi piano, ovviamente, le due donne non mi sentirono. Ieri sera, invece, “beh, mi sembra possa andare”. Non e’ facile ovviare a questo inconveniente. A volte faccio il video in una staza piu’ interna, ma la casa fa ad angolo. Due strade. Il vano scala -la stanza piu’ a centro, sarebbe (ma mica tanto), l’ideale, ovviamente col cellulare. Okay, quando capita, un po’ di pazienza, e riprovo.
      Grazie ancora, ciao 🙂

  4. Laura says:

    Marghian sei bravissimo ma devi curarti, non uscire e stai al caldo, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Grazie del “bravo”, come sempre.
      Beh, sono uscito anche oggi, visita a Oristano di Controllo diabetologo. Ho dovuto anche guidare, ed essere in ambulatorio per le nove. Non posso delegare altri. Ora aspetto per prenotare prossima visita fra otto mesi, stessa strutturaedica.
      A parte questo impegno di oggi, sai l’andamento del quotidiano che i ho descritto. Ma non pensare che non uscire per niente mi faccia bene. Almeno in tarda mattinata, il caffè al bar (le a ragazza che ci lavora è anche figge… 🙂 ), due parole in piazza. Poi, il riposino dopo pranzo. Sto smaltendo l’ultimo focolaio, sto meglio. Ma ripeto, non uscire per niente, asettimsnaimters, non fa bene. E poi non potrei, la spesa.. o altro. Ciao 🙂

      .

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Ho ancora una febbriciattola, alla sera, 37.2, o 37.4, normale che succeda. Ma sto bene, complessivamente. Pero’ ripeto, uscire nelle ore piu’ calde, dalle dieci a mezzogiorno, fa piu’ bene che male, anche date le bele giornate che sta facendo. Poi, chiaro, dalle 17 sto a casa, dopo una uscita dalle 15 alle 16,30-17. Buona serata, ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s