CIAO, VENTICE’

CIAO, IVANA

(il suo blog)

Ciao. Permettetemi di fare questo piccolo omaggio. Due sere fa su Facebook  ho saputo che e’ venuta a mancare Ivana, che conoscevo come blogger dal 2008, sulla piattaforma di WLS, e poi ci reincontrammo, su quella di wordpress, ove abiamo continuato a scrivere, e a scriverci nei commenti sui nostri post,e qulalche e mail, soprattutto questo per scambiarci gli auguri.si chiamava Ivana,ma nel qualificarsi per lo spirito libero che era, scelse il “nome di battaglia” “vento del deserto sand” su WLS, e. “semprevento” poi, su WordPress, dove io scrivo ancora.
La chiamavo “Venticello”, ma poi per essere ancora piu’ amicale con lei, “Ventice'”, come anche altri amici – ho visto anche qui su FB, la chiamavano cosi’. E lei mi chiamava “Marghy” – affettuosità quindi da lei ampiamente ricambiata.
C’e stata fra me e lei per molti della nostra attività in web, un ricco e stimolante scambio di idee sui miei argomenti che le interessavano molto, e sulle se bellissime poesie e riflessioni. La saluto, dedicandole questa piccola cosa,che ho chiamato cosi’.

DARKNES FOR LIGHT
Il buio per la luce.

“Passare attraverso il buio

che poi e’ il buio delle sofferenze

Il buio dei dubbi

Il buio della vita stessa, il buio della morte.

Ma è un buio per la luce.

Chi ha visto il buio, assapora finalmente la luce

La via della luce e’ un cammino nel buio

Come ogni rosa nasce sopra un lungo stelo di spine”
(Marghian)

Ivana, ti auguro solo questo: che tu abbia potuto constatare che chi, spesso con la baldanza e la presunzione e la parimenti superficialità di avere in tasca le soluzioni al mistero della vita, ha sempre detto e dice che la vita sia questa sola, si sbagli di grosso. E che quindi tu possa invece sperimentare altra vita, altra bellezza, e che per te vita e bellezza che siano un surplus di quelle che già avevi. Ciao, ti sentiro’ soffiare sui miei capelli, quando gaurdero’ il mare con il limite dei miei occhi, immaginando qualcosa, oltre l’orizzonte dei sensi. Qualcosa che ora forse, tu vedi.

Ciao, ventice’.

 

CIAO, BUONA SERATA

Marghian

 

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Art in blog, Auguri, Miei video, MOMENTI. Bookmark the permalink.

7 Responses to CIAO, VENTICE’

  1. Laura says:

    Bellissima dedica, un abbraccio caro Marghian!

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Con “vento”, ivana (aveva 58 anni), toscana. Nel primo periodo specialmente ma anche per molti anni, fra me e lei erano commenti su commenti, lei da me e io da lei, bravissima a far poesia. Era molto curiosa su cose scientifiche, e ne sapeva anche.
      Peccato, una cara ragazza. Ho visto il post di Marisa Rossi (anche ella mia amica di vecchia data, da quando nel maggio 2008 creai il primo blog).
      Ti è piaciuto l’augurio che le ho fatto? “…che chi dice che dopo questa vita non ci sia niente, si sbagli..”.
      La mia non e’ tanto fede “religiosa”, ma un atteggiamento di speranza; una speranza che dal mio punto di vista “filosofco”, si regge sulla possibilità che con la materia (l’insieme di miliardi e miliardi di stelle e pianeti, esista ovunque una “intelligenza cosmica” che alcuni chiamano “spazio senziente”, e che tale intelligenza sia anche infinito amore e non solo creativita’, e che ci abbia fatti si’ con un corpo – formatosi secondo leggi di chimica e fisica ecc.; ma con una “essenza”, una specie di “doppio” , quello che molti mistici (san paolo per esempio, ma tanti altri, anche molti saggi orientali) chiamano “corpo spirituale”, “astrale” o “anima”. Cosi’ come tu camminando su un terreno argilloso lasci le impronte dei tuoi passi cosi’ un essere cosciente lascia l’impronta “energetica” in questo spazio sottile, ove possono esistere anche delle forme. Una specie di materia che non e’ materia, insomma. Un computer fa la copia di un file, il backup. Butti il file e la copia resta. Ecco, che lo spirito universale, amandoci, fa qualcosa di simile. Possono avere questo senso anche le parole di Gesu’ “….e Dio – o l’anima dell’universo- vi resuscitera’…”. E se questo esiste, nell’altra realta’ bellezza, intelligenza, conoscenza e gioia, saranno a livelli superiori. Per esempio Margherita, quella ragazza a cui dedico degli scritti, per dirla in modo solo che e’ solo in apparenza scherzoso, adesso potrebbe essere anche piu’ figge 🙂 , di come era in “questa realta'”.
      Si’, era anche carina, come ragazza.
      Come vedi ci sono tanti modi di credere. credere perche’ ci vien detto, e credere o meglio tendere a credere perche’ ci si riflette.
      Un abbraccio cara Laura, ciao 🙂

      Marghian

    • MARGHIAN says:

      Si’, Laura. Ciao. “Credere ci aiuta a vivere”, e anche speare ci aiuta a vivere. Ma io ritengo ci sia del vero in quello che credo, o meglio spero. Sai come diceva un certo pascal? Era un genietto, a 17 anni invento’ una calcolatrice che faceva operazioni di addizioni e sottrazioni nel ‘600 ci pensi? Chiamata in suo onore “pascalina”, praticamente il primo computer (a parte un sistema ad ingranaggi di metallo, trovato nel mare della antica Grecia, forse un planeetario che girava da solo, “a corda”, di 2300 anni fa, “la macchina di Antikitera”) .
      Pascal diceva che “il soprannaturale, tutto quello che non si vede direttamente (Dio, l’anima, l’esisteza dopo la morte, eccetera), e’ una scommessa”.
      “Dio e’ una scommessa, e io scommetto per il “sì’, diceva. Io la penso come lui. Morale, questo pomeriggio al mare 🙂
      Ciao, buon pranzo (o digestione 🙂 , non so…sono io che non pranzo mai prima delle 14, ho finito adesso di fare commissioni e di pulire una stanza (ne faccio una al giorno…).

      Marghian

  2. lucetta says:

    Bellissima dedica. Mi è piaciuta molto. Non la conoscevo ma penso sia stata una persona sensibile e piacevole.

    • MARGHIAN says:

      Grazie Lucia. Ho scritto di lei proprio poco fa nel commento a Laura. Si’, sensibile ebella persona, simpatica e profonda- scrivev delle bellissime poesie e riflessioni. la conosco dal 2008, quando non eravamo ancora su WP, aveva come blog “ventodeldeserto sand”. Per questo, “ventice'”, ella che mi chiamava “marghy” e io “ventice'”. Ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s