LA MUSICA ROCK DEGLI ARTISTI SARDI – SALIS & SALIS –

SALIS AND ASALIS

CHISSA’ SE LA LUNA HA UNA MAMMA

(Dall’album “Sa vida ita est”, 1971)

Il gruppo musicale di Oristano e Santa Giusta, paese attaccato ad Oristano,  Salis & Salis (dal cognome di alcuni fratelli membri e fondatori del gruppo fra cui il leader, Tonietto, e suo fratello Francesco Salis) era molto in voga negli anni ’60-70. Nel 1971 i Salis incisero un album, “Sa vida ita est”, “La vita, che cos’è”.

Fra i brani, “Chissà se la Luna ha una mamma”. Io allora capii male il titolo e pensavo che fosse “chissà se la Luna ^è una mamma”. E devo dire, che personalmente, mi piaceva di più (ignorando però allora il significato del testo) , perché’ richiamava alla mia mente frasi ad effetto- cioè poetiche e cariche di suggestione, come “essere figli delle stelle”, “esser figli della Luna”, “essere figli del Cielo” eccetera. Avevo capito male, ma il titolo corretto, “chissà’ se la Luna ^ha ..una mamma”, mi induceva comunque a pensare a certe cose. Forse perché’ già allora, a 18 anni e da anni prima, avevo il pallino di pormi delle domande. “chissà se la Luna ha una mamma…credo di sì, quella che oggi è la Luna si è forse staccata dalla Terra, ed è la Terra stessa, la “mamma” della Luna…”.

Appresi alcuni anni dopo che la mia idea altro non era che la teoria che allora andava per la maggiore, quella  della “separazione”, la separazione, per qualche motivo, di un frammento della Terra, teoria riguardo alla quale la grande depressione del Pacifico sembrava agli scienziati costituire una prova, la prova che davvero un grosso frammento si sarebbe staccato dalla Terra a formare poi la Luna. Mentre invece no, questa teoria è stata praticamente abbandonata.

Perché la Luna non solo ha una mamma, La Terra, ma ha anche un papà: un grosso corpo celeste delle dimensioni di Marte, che (come ho piu’ volte esposto) avrebbe colpito la Terra in formazione, e del materiale sia della Terra che del planetoide avrebbe ruotato “a ciambella” attorno alla Terra (pensate agli anelli di saturno, qualcosa di simile, si sarebbe visto avvolgere allora la Terra) , e formandosi poi piano piano, da questi detriti (migliaia, sia grandi come il Monte Bianco, sia piccoli come granelli di sabbia, sia polveri), la Luna come la conosciamo oggi.

Queste, fin qui, sono le mie divagazioni, che poco attengono alla canzone dei Salis. La canzone, ecco il vero senso, parla della domanda che si fa un bambino che sta per morire, e che nelle sue ultime ore di vita domanda. “chissà’, se la Luna ha una mamma?”. Il bambino, che sente la vita sfuggirgli, che cerca conforto chiedendosi a modo suo, come noi tutti, se “esiste qualcuno lassù”, per lui. “La mamma della Luna mi prendera’ con se’…”..”-

Allora andava molto in voga, nei complessi musicali, l’uso dell’organo Hammond. Qualche volta ho avuto il piacere di suonarlo, in qualche sala prove di quache gruppo. Una emozione unica. Fra l’altro, conosco di persona Tonietto, il fondatore del gruppo io e lui siamo della zona. Il fratello Francesco e’ venuto a mancare diversi anni fa. Fece da giurato in una edizione del festival del mio paese, il primo. Io partecipai con la canzone di Gianni Nazzaro, “Piccola mia piccola”, errivai quinto. Mentre festeggiavamo nel bar annesso alla sala cinematografica adibita a teatro per le serate, dopo la serta finale, si scherzava e si parlava. “quinto posto, non e’ un brutto piazzamento, sai?”, mi disse l’amico che aveva vinto quella edizione. In effetti, ero contento,  quinto su venticinque concorrenti. Io gli risposi “guarda, mi basta il “dieci”che mi ha dato Francesco Salis..”. 

Ascoltate soprattutto l’organo, e le chitarre elettriche. Molto efficaci. “Awesome sound”- suono strepitiso-, come dicono gli americani.

CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica, Racconti di vita, RICORDI. Bookmark the permalink.

6 Responses to LA MUSICA ROCK DEGLI ARTISTI SARDI – SALIS & SALIS –

  1. Laura says:

    Bellissimo, ciao Marghian, buonanotte, 🙂

  2. MARGHIAN says:

    —————-

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s