SERATE , VOCI E VOLTI DELLA SARDEGNA. MARIA LUISA CONGIU: “ISTELLA”.

BELLEZZA,  E DOLCEZZA NELLA VOCE – E  SENTIMENTO NELLE PAROLE

Ciao. Quando si parla di dolcezza nelle canzoni, vengono in mente certe “parole chiave”. Amore”, per esempio, o “mamma”.
La mamma, e’ questo il senso della canzone “Istella”, di Maria Luisa Congiu. Donna stupenda, voce meravigliosa. In una festosa piazza, una bellezza nostrana, ed una una poesia di antico amore.

MARIA LUISA CONGIU  – ISTELLA

“ Sin da quando sono nata, una voce sentivo, piena di armonia. Una voce tanto rara, che in ogni momento tiene compagnia. Mi hai cresciuta (“m’as cumprìdu”), mi hai allevata, amore mi hai donato, affetto e allegria. Buoni consigli, per continuare bene nel cammino di questa vita.
Ma’, nel cuore ti sento sempre, i mi fai compagnia. La parola piu’ bella del mondo, ^dico che sia soltanto “mamma” (“nàro ch’ es mama ebbìa”).
Oh mamma, stella rara, ascolta ^quello che ti dicono queste labbra (“iscurta su chi nàran custas làras”)
Dice il proverbio (”nàrat su dìzzu”) che chi la una mamma non piangerà mai. Ella è la voce sincera dell’amore che lenisce ogni dolore.
Ma se ti manca la madre, anche se a cento anni, il dolore è grande (“su dolore est mannu”). Non passa ora, né mese ne’ anno, senza che si invochi la mamma.
Ma nel cielo ti vedo continuamente, e mi tieni compagnia. Dalla volta celeste, serena, tu mi indichi il cammino.
Oh mamma, stella rara, ascolta ^quello che ti dicono queste labbra. O mamma, dal cielo ascolta l’amore che ora per te sto cantando (“oh mama, dae chelu intende, s’amore chi como pro te so’ cantènde”).
Ma fra tutte le stelle del cielo, ^tu sei la miglior guida (“tue ses sa menzus ghia”).
Per quanto avrò respiro di vita (“pro cantu apo a tenner alenu ‘e vida”),diro’ (“apo a nàrrere” “oh, mamma mia”). Diro’, “Mamma, sei tu la sola, ^ti voglio bene (“ ti chèrzo ‘ene”), o mamma mia” (Maria Luisa Congiu- Traduz. Marghian)

Potete ascoltare, o riascoltare la Congiu in quest’altra canzone:

festa sarda paesana

(Altro blog)

CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in FOLKLORE, musica. Bookmark the permalink.

7 Responses to SERATE , VOCI E VOLTI DELLA SARDEGNA. MARIA LUISA CONGIU: “ISTELLA”.

  1. Laura says:

    Ciao Marghian, troppo brava, buona notte! 🙂

  2. lucetta says:

    Grazie per questa perla!!!! Ho ascoltato e letto piacevolmente. Parole che emozionano.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Lucia. La dolcezza della voce, unita a quelle delle parole – e dell’argomento, “la mamma”-, fanno di questa interpretazione davvero una perla; come lo e’ (anche come persona non solo come bellezza femminile -tipica mediterranea) Maria Luisa, insieme ad altre sue pari come Elena Ledda, Maria Giovanna Cherchi, Ambra Pintore (ella canta ma e’ soprattutto una presentatrice conduttrice di serate in tv e nelle piazze), Elena Ledda, Anna Maria Puggioni.
      Gli artisti uomini, alcuni di essi grandi, tendono, in genere, a dare al canto sardo una veste piu’ moderna, con maggiori influenze “continentali”. La Congiu, la Pugioni invece, si attengono maggiormente, in genere, alla tradizione del canto sardo, dove la chitarra e l’organetto sono massima espressione della musica tradizionale. Ciao Lucia, e grazie 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s