ATTESA

ATTESA

CIAO
Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in MOMENTI. Bookmark the permalink.

8 Responses to ATTESA

  1. silvia says:

    serena notte Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia, grazie, serena giornata oggi a te!

    • MARGHIAN says:

      Ho volutamente scelto una Immagine crepuscolare, il titolo “attesa”, e suonato una musica “seria” .
      Purtroppo le condizioni di mio fratello sono critiche. È sotto sedativi, anche i medici danno poca speranza, se non quella della resistenza dell’organismo. Si puo’sperare in questo. Ad esempio la madre di un mio amico, Gianfranco, che aveva duettato con me qualche anno fa a casa mia per un post (chitarra e fisarmonica, ricorderai..), un caso analogo. Come mio fratello, la signora venne ricoverata in un centro per malati terminali, e curata per i dolori. Dopo alcune settimane fu sedata. I medici le predissero poche ore o pochi giorni di vita, e resistette per più di un anno. Le risorse umane, valle a capire. Speriamo…

  2. Laura says:

    Che bello, ciao Marghian, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Grazie Laura. Per quanto riguarda mio fratello, leggi il secondo commento a Silvia. Ciao, grazie ancora :).

      • Laura says:

        Ho letto ma l’avevo immaginato Marghian, io dico solo una cosa, nessuna sofferenza, ti abbraccio forte, buonanotte caro amico!

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Io non avevo letto questo tuo commento. Grazie. Ti ho risposto nell’altro blog. Sono argometini pesanti, specie con questo caldo e con l’estate.
      Sono quei momentini in cui ho “ka vena” e scrivo. Fra l’altro, l’altro ieri l’ho scritto con il cellulare. Follia pura 🙂 Ma non ci ho messo molto tempo. Stavo scrivendo un commento su facebook da uno che ha accennato appena nel titolo a questa cosa del mondo delle particelle. Ad un certo punto del commento mi sono detto, “qui se ci aggiungo delle cose diventa un post”. Quindi ho postato il commento, copiato e fatto il post aggiiungendo altro. Infatti puoi vederlo, e’ piu’ o meno lo stesso. Poi, nel blog, con le immagini ed e’ il post che hai visto.
      Tornando a mio fratello, io sono sempre stato sereno.
      Quando il mio papa’ era morente, una nostra vicina ed amica di famiglia disse che era preoccupata soprattutto per me. Si era in qualche modo fatta l’idea (sbagliata, ma che apprezzai per il suo buon cuore) che io fossi “il piu’ fragile” di noi fratelli (sai, da ragazzo ero timido, eccetera), e che, succedendo, “mi avrebbe preso male”. . Poi le venne detto che invece io confortavo tutti, e fui l’unico a non piangere a lutto, solo un po’ commosso. La stessa cosa accadde per la mamma. Lo dissi alla vicina, – ti risparmio il sardo 🙂 – “io zia Maria Teresa (“zia” sta per “signora”) la ringrazio per i suoi pensieri, ma sono abbastanza forte, si ricorda quando manco’ mio padre? Ero sereno, come lo sono adesso..”- Pero’ lei mi disse che penso’ anche ad un’altra cosa: “mi preoccupavo piu’ per te anche perche’ i tuoi fratelli hanno famiglia, tu invece sei rimasto solo..”- e le dissi “Beh, su questo un po’ aveva ragione”. Anche se allora, a quarantatre anni, speravo che avrei risolto anche il problema della vita da solo. Cosi’ non e’ stato, vuol dire che Dio o chi per lui, al vita, il destino, ha vita ha voluto questo da me. Si arrangia… 🙂

      Che caldo che fa qui, e da te? Ciao.

      Marghian

      • Laura says:

        Qua non fa ancora caldissimo, al massimo ci sono stati 30 gradi ma sempre ventilato, un’altra settimana fara’ caldo, dicono le previsioni, intanto stasera c’e’ fresco perche’ ha diluviato a Torino e domani ci sara’ il temporale qua da noi, spero di no, oggi in giardino si stava cosi’ bene, un abbraccio Marghian, sei una bella persona, tu non sei solo, con il tuo bel carattere non lo sarai mai, buonanotte, 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s