L’EXTRATERRESTRE E LE CANZONI D’AMORE

C’è una diceria (per alcuni diceria mica tanto) secondo la quale gli extraterrestri non soltanto esistono, ma siano addirittura in mezzzo a noi in incognito. Vivono, lavorano, prendono un caffè al bar, fanno persino la spesa al supermercato, e nessuno sa che sono extraterrestri, anche perché appartenenti ad una razza estremamente simile a alla nostra. Diverse persone come ad esempio il contattista polacco americano Geore Adamski il quale, gia’ nei primi anni ‘50 parlava di questi esseri. In una videocasetta che ho io, parla uno stretto collaboratore di Adamski, Lord Desmond Lesile, che dice: “alcuni di questi esseri vivrebbero in incognito fra noi, perfettamente mimetizzati nella nostra società. Quindici si troverebbero in scandinavia, molti altri altri in America, altri ancora…”.

Non entro ovviamente nel merito della veridicità o meno di queste affermazioni (almeno non in questo post… 🙂 ). Questa cosa che ho scrtto, accennando ad extraterrestri fra noi, ha solo la funzione di introdurre.. una scenetta, questa.

L’EXTRATERRESTRE E LE CANZONI D’AMORE

Un extraterrestre di quelli che, dicono, ci somiglino, e vivano fra noi, per certi periodi di alcuni mesi o di molti anni, per motivi che non sappiamo, vive qui, in Italia. Ha imparato bene la lingua (gia’ in corsi preparatori, sul suo pianeta). Fa l’impiegato, cammina in mezzo a noi, e come noi viaggia in macchina e sui mezzi pubblici , nessuno sa che e’ alieno.

Una mattina come tante, si alza, si veste, si fa la barba e fa una veloce colazione. Prende un caffe’ al bar. Sale in macchina, accende l’autoradio e parte per recarsi al lavoro. Durante il viaggio, come ogni mattina, o al lavoro ascolta alla radio delle canzoni su u programma di musica italiana. Sente diverse canzoni. Ad un certo punto dice fra se’:”caspita, è proprio vero quello che mi e’ stato detto al corso di preparazione per la missione sulla Terra; su questo pianeta queste cosiddette “canzoni” sono tutte d’amore. E’ importante anche per noi, ma questi sono proprio fissati”.

La radio manda in onda ad un certo punto la quindicesima canzone, Patti Pravo: “al di là delle stelle chissa’ cosa c’è, forse un mondo diverso da qui…”. L’alieno si stupisce un po’, e dice “ah, eccone una che parla d’altro…”, poi sente la canzone che continua : “…al di la’ del tuo sguardo chissà cosa c’e….”- e lui: “anche questa! Che fissati…..”.-. Poi, dopo diverse canzoni, ovviamente di amore, Sente Giuni Russo che canta “La sua figura” (e’ un testo di San Giovanni Della Croce, musicato da Giuni forse con lo zampino di Battiato..), la ascolta con attenzione e dice..”ah, eccone una, finalmente, dopo quasi un’ora, che non parla di amore di coppia….”.

CIAO, BUONA SERATA

(altro blog)

Marghian

 

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica, Pensieri. Bookmark the permalink.

12 Responses to L’EXTRATERRESTRE E LE CANZONI D’AMORE

  1. Laura says:

    Quanto era brava Giuni Russo, bravo Marghian, un abbraccio e buon weekend, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Bravissima lei, Laura, ma soprattutto una canzone che non dice solo “amore mio di me, i tuoi occhi sono belli, senza di te non vivo piu’…” come il 99 per cento delle canzoni. Questo post e’ un breve commento in un blog che ho scritto ieri sera, ho aggiunto qualcosa e ho fatto il post su facebook che ho messo anche qui. Ciao, buon weekend 🙂

  2. Ci credo sai, e qualcuno l’ho pure incontrato 🙂
    Ciao Marghian

    • MARGHIAN says:

      Ciao Mi’. Avrai visto, il post e’ anche su facebook, anzi, l’ho scritto li’. Ho voluto ironizzare sul 99 per cento delle canzoni d’amore di coppia.
      Mi fece ridere una collega una volta, quando Vecchioni vinse Sanremo con la canone “chiamami ancora amore” , io lei e altri al lavoro si parlava di questo. “Si’, ma anche vecchioni dai, amore amore amore ..”- “Clara- le dissi io-, e’ diverso. Vero dice “amore amore” come dici tu, nma la canzone non parla di amore di coppia..”.

      Comunque, gli i extraterrestri, qui erano solo un “pretesto” per la battuta. Sull’argomento, approfondiro’ (nell’altro blog).

      Extraterretri ce ne sono tanti, non solo io 🙂
      Ciao Mi’, ci vediamo a face .

      Marghian

  3. sherazade says:

    Buon dicembre caro Marghian!

    shera

  4. Alidada says:

    quanto mi piaceva Giuni Russo..e poi questa canzone è davvero bella.. Buon inizio settimana mio caro Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao! Buona settimana anche a te 🙂
      Ho apprezzato Giuni Russo nel tempo. Mi spiego. Nell’82 la conoscevo solo per “una estate al mare”, poi “alghero” (mi rimase impressa perche’ parla della mia Sardegna, nella sua nota localita’ turistica, dove si parla come a Barcellona, il catalano). Mi dicevo “ma con la voce che ha fa queste cosette…”- considera che ancora non sapevo del suo vasto repertorio impegnativo. Poi ho sentito altri brani, fra cui questa, e ne ho capito lo spessore. Ella stessa, Giuni, soffriva un po’ per associarla solo a “una estate al mare”. IN un concerto la gente gridava “una estate al mare, canta una estate al mare!” e Giuni disse al pubblico qualcosa come “si’, la canto, ma ricordate che so fare anche altro eh?..”. , e aveva ragione. Ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s