LUCIO BATTISTI, FRANCESCA E LA FORTUNA

?????!!!!

Ciao. Mi ricordo che in una trasmissione, negli anni ’70 (che nostalgia, la televisione in bianco e nero e i miei 23-25 anni circa, le mie capriole all’indietro, la chitarra in spiaggia.. ), Loretta Goggi intervistò Lucio Battisti, prima che questi cantasse. Vi trascrivo cosa si dissero.

Loretta Goggi: “Tu, hai paura del sucesso?”. -Lucio: “Isomma, paura no…terrore!” (risatina della Goggi). A parte gli scherzi, quello che sono riuscito a costruire sino ad ora non e’ un frutto del caso, e’ una cosa ottenuta cosi’…a denti stretti hai capito, non..non e’ una avvntura come dice il poeta…”- “Mgol”, lo interrompe Goggi. – Lucio: “Si’, non sara’ una avventura. Io credo che in tutti i lavori, in tutti i campi, se uno ci mette volonta’, riesce sempre…”. -Loretta:” ah, allora tu dici che un fatto di volonta’, riuscire….”. – Lucio: “di volonta’, ma anche e soprattutto di fortuna, uhm..”. -Loretta: “secondo te, la fortuna….che cos’è?”. – Lucio: “Ma…ma perche’ mi fai di queste domande, la fortuna… La fortuna guarda, la fortuna puo’ essere qualsiasi cosa, ma non e’ una fortuna incontrare una donna come Francesca…..”. E si avvicina al microfono.

NON E’ FRANCESCA,  O E’ FRANCESCA?

Voi, lo avevate capito? Io non lo capivo, ad essere sincero. Fino a quando non ebbi sentito quella storica intervista in televisione. “..ma non e’ una fortuna incontrare una donna come Francesca…..” . Da li’, avevo capito che nella canzone la donna con un altro uomo è proprio Francesca. Infatti, se l’autore o l’interprete non lo dichiarasse (cosa che fece Lucio in quella serata), credo che la cosa non fosse facile da capire. Si potrebbe pensare che “si evince che e’ lei, dalla tristezza con la quale Lucio interpreta la canzone, quasi piangente (“lei vive…per me….”). Ma non credo, almeno a me non e’ stato di aiuto. La tristezza e la commozione possono anche  derivare dal solo sospetto, dalla sola paura che possa essere vero: “ma che..ma che mi dici? Lei? la mia ragazza che….”. Ma questo a mio avviso non dà la certezza matematica che… “e’ francesca”. Lucio mi confermo’ che si, “l’incriminata” era proprio Francesca. Immenso Lucio.

Mi ricordo adesso di una cosa che non c’entra con questa esegesi della canzone di Lucio, ma che ha un po’ ha a che vedere….  Quando si insedio’ questo papa, un giornale (“La nuova Sardegna” credo), ne usci’ con questo titolo: “Non e’ Francesco”. Va ‘bbeh…

Buon fine settimana, ciao 🙂

 

 

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Aneddotica, curiosita', musica. Bookmark the permalink.

19 Responses to LUCIO BATTISTI, FRANCESCA E LA FORTUNA

  1. ili6 says:

    Sì, compreso subito grazie anche alla seconda parte del disco, quella musica ripetitiva e martellante come il tarlo del dubbio e l’angoscia dell’illusione che non fosse la sua Francesca.
    eh, sì: immenso Lucio.

    • MARGHIAN says:

      Mariro’, ciao. Hai fatto una bella osservazione, sulla musica martellante dopo le parole. Un difetto pero’, dura troppo, quasi quanto la canzone. io no, non lo aevo considerato come una cosa probante, ma anzi come la tristezza nel cantato, che la musica martellante potesse essere “colonna sonora” del dubbio,del sospetto (altrettando angoscioso), piu’ che della illusione. E pensavo anche (prima di sentire Lucio), che Mogol lo avesse addirittura fatto apposta: lasciare il dubbio nell’ascoltatore. Anche se ci avessi fatto caso, come te, senza una dichiarazione, sarei restato nel dubbio. Anzi, ti confesso che a me piaceva pensare che “non e’ francesca”. Non so, forse perche’ tenevo e tengo troppo all’amore fedele, genuino e sincero ed anche tradizionale se vogliamo (forse da ragazzo sognatore che ero e che sono adesso,, non ragazzo ma sognatore..).. Ecco, sarebbe un bel test psicologico. “Asciolta questa canzone…dimmi, a tua impressione, e’ lei o non e’ lei?”. A seconda della risposta.. Scherzo, ciao 🙂

  2. Laura says:

    Mi e’ sempre piaciuto Battisti, un abbraccio caro Marghian e buon weekend, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Battisti era una mente geniale per la musica. “di volonta’..ma ananche e soprattutto di fortuna….”, infatti. L’impegno e la volonta’, lo studio eccetera sono importanti, ma si deve avere una base innata per arrivare a certi livelli, come Battisti per la musica o che so io, un Renzo Piano per la progettazione, o Picasso per la pittura. La canzone “Non e’ Francesca” non e’ proprio la mia preferita, anzi e’ fra quelle che mi piacciono di meno- anche se mi piacciono comunque. “Una avventura”, “La canzone del Sole”, “Emozioni” le canzoni che ha fatto per Mina, Patty Pravo eccetera, sono molto piu’ belle. Per queto post ho scelto “non e’ Francesca” per raccontarvi questa cosa dell’interivsta, dove ha (mi ha) fatto capire che nella canzone la donna con l’altro era proprio Francesca. Ciao Laura, buon fine settimana 🙂
      Oggi mi sta facendo bel tempo, per il pomerigiog al mare, meno male… (ieri era nuvoloso, ventoso e “temevo” per oggi)

      Marghian

      • Laura says:

        Stasera ho visto techetechete, ho cantato le sue canzoni, troppo bello! Sono contenta che vai al mare, buona domenica caro amico, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Io non ho sentito techetechete, stavo (e sto ancora) al pc, navigavo su facebook dove ho riportato adesso proprio questo post, parola piu’ parola meno. opiandolo per non perdere tempo. techetechete non l’ho visto, ma ho visto un servizio su Rai 3 al pomeriggio dopo il telegiornale delle 14, 20 ,che ha ripercorso un po’ la sua storia, e fatto sentire molte canzoni.
      Oggi non sono andato al mare (ieri si’, di pomeriggio), mi “frena” un po’ il fatto che il giorno dopo la domenica, mi suona la sveglia per andare a lavorare. Ciao Laura 🙂

    • MARGHIAN says:

      Eh, come posso. Credo che per il mare aspetterò almeno fino a sabato. Anche qualche amico di sabato è libero dal lavoro. Sono diventato restio ad andaaci da solo in settimana, poi adesso con l’età la sera sento di più la stanchezza. Ciao 🙂

  3. Alidada says:

    come cantante Battisti mi piace moltissimo, ma come persona non l’ho capito.. ad esempio non so il vero motivo per cui sparì dalle scene… A parte questo, ti mando un caro saluto Marghian, buon fine settimana

    • MARGHIAN says:

      Ciao Alidada. La persona Battisti guarda, mi chiedo come uno come lui, sicuramente di grande intelligenza, fosse di estrema destra. Lo so, non c’entra, e sto un po’ scherzando su queseto. A parte questo appunto, Lucio Battisti era un ragazzo (intendo da ragazzo) assai schivo, direi timido. Poi il successo lo ha sicuremente sbloggato. Ma ricordo, le sue prime apparizioni- come quando fu introdotto in scena da ornella Vanoni (tipo Goggi in questo video), era timidissimo. Qui aggiungo poi cose ceh “si dicevano”, quasi un gossip: clhe la sua eccessiva privacy fose dovuta ad una certo suo “complesso di superiorità”. Ma ripeto, ti sto riportando ccio’ che di lui si e’ detto e stradetto. Da questo sarebbe derivato il fatto che non fosse tanto “alla mano”, con la gente. Non che non ti salutasse o non ti stringesse la mano, questo no; riservato, per le sue, dopo il ritiro dalle scene. Questo ritiro dalle scene sarebbe poi una cosa maturata nel tempo. Già nei primi anni ’70 Lucio stesso diceva che “le serate gli avrebbero rubato tempo ed energie”, e che preferiva lavorare sulle canzoni, incidere dischi ma non fare serate. Sul piano professionale fece questa scelta.
      Mogol ha cercato sempre di smentire delle cose, come anche quella che Lucio “fosse fascista”, o che non era vero che non fosse socievole. Altra cosa da considerare, forse la salute, dato che gia’ dal 1982 era malato ai reni, e ha fatto molti anni in dialisi. Si dicono poi altre cose: che fosse testimone di Geova, chi dice che seguisse lo spiritismo eccetera. Quando la moglie (ecco, lei ha avuto molta influenza sul ritiro dalla vita pubblica di Lucio) lo fece cremare perche’ NON VOLEVA che a Molteno, dove era sepolto, si continuassero a fare delle kermesse sulle sue canzoni, negandole anche in altri posti (era in lite giudiziara anche con Arbore:”signora, Lucio appartiene a tutti eh?” Le disse Arbore), suo cognato marito della sorella di Lucio Albarita Battisti espresse contrarietà, dicendo “Lucio era cattolico, non avrebbe mai voluto…”). Quindi non s’è capito bene, su eventuali motivi di carattere reiligloso- esistenziale che avrebbero influito sulla sua vita
      Quindi, carattere, salute, scelte professionali,ed altro possono essere le cose che fecero ritirare Battisti dalla vita pubblica. Ciao, buon fine settimana anche a te 🙂

      Marghian

      • Alidada says:

        quante cose che non sapevo! (pure qui) ti ringrazio tanto di avermele raccontate così bene, con dovizia di particolari.. Ora ne so un po’ di più,.. ma Lucio resta ancora un po’ misterioso ai miei occhi. Credo che forse sua moglie fosse una donna forte e che lo abbia condizionato molto..peccato. Preferivo che la storia finisse in altro modo. Buona settimana a te Marghian

      • MARGHIAN says:

        E gia’, di Velezia (le parole)

        Ciao 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao. Grazie per ringraziarmi. Per me è tutto un piacere commentare, argomentare, scambiare idee e cose. Tempo voreri avere, sono tornato un’ora fa dal lavoro, e mi devo ancora far la cene.
      La moglie di Battisti, Grazia Letizia Veronese, si firmava “Velezia” (VEronese LEtizia graZIA), si’, ha scritto alcuni testi per Lucio, come la canzone “eh gia'”, molto dopo la collaborazione con Mogol. La conosci? Dice “eh già, non è la verità…” eccetra. Le parole sono della moglie. Lei era semplicemente una segretaria del Clan di Celentano, quando si sono conosciuti, mi sembra, nel 1967 o giù di li’. Donna forte ma io credo, scusami se lo scrivo, anche un po’ troppo stronzetta, nel senso che vietava categoricamente ogni concerto per Lucio, quando ne veniva a conoscenza. Certo che se per esempio si fa un concerto per ricordarlo qui nel mio paese in Sardegna, lei magari non lo viene neanche a sapere. Ma come poteva, si oppopneva, querelava eccetera. Infatti come ti ho scritto, con Arbore. “Lucio e’ morto, era mio marito, lasciatelo stare….”. E Arbore le disse “no, lucio appartiene a tutti…”. Pensa che fortuna, per “velezia”, diventata estremamente ricca solo in quanto “moglie”. Lo fece cremare come “deterrente” (e le ceneri in luogo segreto, si dice in Emilia) per fermare i concerti. Mah.
      E’ per lei che lo penso: avvocati, cause, processi…. Certo, non possiamo giudicare, ma è proprio vero che a volte i ricchi non vivono bene, letteralemnte “schiavi del loro status”.. Poteva benissimo vivere piu’ tranquilla e fregarsene un po’, non trovi? Ha anche una certa età.. E’ uno stress stare dietro a cause e processi per diritti di autore e balle varie. Ciao 🙂

  4. 不在 says:

    Battisti cambiò la mia percezione della musica allora in Italia (io ho 66 anni). Non credo che tutti entrassero a fondo nei testi ( che erano comunque di Mogol) però percepivano quanto essi fossero adeguati ad un nuova generazione e una nuova sensibilità. poi a distanza di anni il fatto che fossero capolavori della musica pop divenne evidente, che fossero perfetti sotto tutti gli aspetti ( testo e musica) che fossero insomma la nostra vita i nostri amori e il nostro modo di viverli.
    Ma ricordi che uscirono dieci LP e che ognuno era una raccolta di meraviglie? Mai più successo nel Pop. Nel cantautorato il discorso è un po’ diverso. Bel rcordo… ho avuto una Francesca che non poteva essere lei.

    • MARGHIAN says:

      Ciao. “(io ho 66 anni)”. Io quasi, li compirò a fine gennaio prossimo. Mogol Battisti, un amalgama perfetto. La lirica è di Mogol. Egli dichiara di lavorare sulle musiche, ossia prima ascolta la musica, poi scrive il testo. Evidentemente la musica di Battisti era per lui una fonte ispiratrice. Alcune sue canzoni sono ermetiche, tipo “il nostro caro angelo” (la fossa del leone..e’ ancora verita’.il nostro caro angelo si ciba di radici e poi..) che ha qualcosa di quasi psichedelico, e ci immerge quasi nel mondo dei “figli dei fiori”. La canzone del Sole per esempio, o frasi come “planando sopra boschi di braccia tese”. Non ricordavo che fossero “dieci” LP, ma basta sapere che erano “diversi LP tutti belli.
      Per quanto riguarda il “cantautorato”, i “pilastri” sono, in Italia, Guccini De Gregori De Anmndre’, Bennato Venditti (questo un po’ piu’ cicnino al pop- musica leggera). Battisti, a parte la distinzione di generi, e’ stato in assoluto il piu’ prolifico, un vero talento musicale unico. Io ho avuto una “carla”, che mi viene ricordata da una canzone che difficilmente conosci, di un gruppo srdo di fine anni ’60 – primi anni ’70. non conosciuto nella Penisola. Insomma, tutti siamo legati a qualche canzone. Ciao.

      Marghian

Leave a Reply to Laura Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s