DEUS TI SALVET MARIA – Ave Maria sarda-, videoselfie e versioni di De Andrè e Maria Carta

Ciao. Come vedete, ci ho proprio preso gusto ( i miei videoselfie 🙂 ). Questo post è una “riproposta”, in quanto in diverse occasioni ho postato il canto tradizionale “Deus Ti Salvet Maria, la nostra “Ave Maria” tradizionale in sardo, anche con mio video. Ma l’ho rifatta, con l’audio del telefonino di um mio amico (lo stesso e la stessa sra del video del post precedente), decisamente migliore dell’audio del mio computer e del cellulare.

DEUS TI SALVET MARIA

-videoselfie

VERSIONE DI DE ANDRE’

Fabrizio De Andrè musicò questa versione dell’Ave Maria sarda, ma a cantarla è un certo Mark Harris.  Io ho copiato da questa versione. Una versione molto diversa da quella considerata la più tradizionale, della cantante Maria Carta. Chi è un po’ versato in musica, dall’ascolto delle due versioni (De Andre’- Harris) e Maria Carta, noterà che De Andrè ha fatto il brano in tonalità minore (Mi minore) a differenza del tradizionale che è in tonalità maggiore (Do maggiore). Nel ritornello, entrambi le versioni sono uguali, vanno entrambe in Sol maggiore – potete benissimo non fare caso a queste mie precisazioni musicali   🙂

Sul testo però voglio aggiungere qualcosa. E’ comprensibilissimo, ma ne riporto comunque la traduzione: “Dio ti salvi o Maria, che’ sei di grazia piena. Di grazia sei la vena, e la corrente. Il Dio onnipotente, con tè è rimasto, poiché ti ha preservato immacolata. Benedetta e lodata, al di sopra di tutti gloriosa, madre figlia e sposa del Signore. Benedetto è il fiore, che è frutto del seno, Gesu’ fiore divino, signore nostro. Pregate il figlio vostro, che tutti gli errori, a noi peccatori ci perdoni. Molte grazie a noi dona, nella vita e nella morte, e la gioiosa sorte in Paradiso”.

Ho tradotto volutamente alla lettera, nell’italiano tipico di come lo parliamo in genere noi sardi, tipo “perdona a noi” invece di “perdona noi”, oppure “a noi ci perdoni”../. Siamo comici su questo. “cappitto mi hai?”,  dato che noi si dice “cumprèndiu m’hasi?”.

Il sardo è per noi una lingua a sè, con tutte le diverse inflessioni dialettali. E’, se vogliamo,  “mezzo latino e mezzo spagnolo”, vi sarete accorti dai tanti brani sardi che ho postato, e da mie citazioni anceh nei commenti. Si può  benissimo affermare che noi sardi praticamente parliamo quasi  uno spagnolo imbastardito. Le parlate sarde hanno radici antichissime, anche a partire da popolazioni preistoriche autoctone, con le successive contaminazioni fenicie e romane, greche e persino arabe (le incursioni saracene). Ma a sentirsi maggiormente è la forte contaminazione spagnola, avutasi nel medioevo con la colonizzazione e dominazione della Sardegna da parte della Spagna. La Sardegna era allora divisa in quattro Giudicati o regni. Il Giudicato di Arborea, con sede amministrativa ad Oristano- qui da me- era retto dagli Aragonesi, Aragonese, quindi di casata spagnola,  era la famosa Eleonora d’Arborea, “giudice” ( o regina)  del Giudicato omonimo.

L’autore del testo, a detta dei critici letterali, era “scializzato” in testi di tipo religioso. Le preghiere, le lodi ai santi eccetera, erano un po’ “il suo genere” diremmo oggi. E’ il poeta sardo Bonaventura licheri, vissuto a cavallo fra il ‘600 ed il ‘700. Compose “Deus ti salvet Maria” intorno al 1725.

MARIA CARTA

Versione molto diversa, di molto anteriore a quella di De Andre’, perciò considerata la vera versione tradizionale, con il suono dell’organo da chiesa.

  • Una volta, quando abitavo a  Cagliari, la suonai in chiesa in una messa, con l’organo a canne (appunto la musica della versione tradizionale di Maria Carta). Fu una emozione bellissima. Non fu comunque la prima volta, ma la seconda; anni prima mi capitò di suonare l’organo a canne ad un matrimonio. Abitualmente, le altre volte che ho suonato nelle messe, era un piccolo armonium o la mia tastiera. A suonare un organo a canne è diverso, ti senti proprio la musica vibrare dentro.

BUONA SERATA CIAO

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in FOLKLORE, Miei video, musica. Bookmark the permalink.

16 Responses to DEUS TI SALVET MARIA – Ave Maria sarda-, videoselfie e versioni di De Andrè e Maria Carta

  1. Laura says:

    Chissa’ che bello suonato con un organo a canne, sei bravissimo, lo sai vero? Un abbraccio caro Marghian, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Grazie!!!! Io anni fa suonavo abitualmente in chiesa, ma solitamente in vecchio armonium e talvolta portavo la mia tastiera, per i canti e musiche tradizionali da chiesa . Per due volte mi è capitato di suonare fuori paese inn chiese fornite di organo a canne. Tutta un’altra storia, da brivido. A Cagliari ad un certo punto suonai l’ Ave Maria, versione chiaramente lenta, tradizione. Non conoscendolo bene chiedo al prete, prima di iniziare la messa, come lo strumento andava regolato. Mi spiego’ , ” usa questi tre registri, con quest’ altro poi ottieni un suono piu’ squillante…”.
      Fu come passare dalla Panda alla Ferrari 🙂
      Ciao Laura, e supergrazie 🙂
      Marghian

  2. Alidada says:

    emozionante… bravissimo!

  3. lucetta says:

    Mi associo ai complimenti di Laura e Alidada. Bravo.

  4. lucetta says:

    E’ un grande dono conoscere, gustare la musica e suonare uno strumento.

    • MARGHIAN says:

      Il telefonino dell’amico ha un audio migliore sia del mio cellulare che (ancor piu’ ) del computer. Mi piace molto infatti, suonare e cantare. Mi rincresce solo non potermici dedicare. Ma non solo per la musica, non ho nemmeno il tempo di leggere un po’. ho appena acceso il computer e fra poco devo andare in cuicna a far cena. Dieci ore oggi, di lavoro, piu’ il viaggio (lunedi’ e martedì’, ho i rientri pomeridiani). Ciao, e grazie ancora Lucia:)

  5. complimenti…. sei bravo si, buona serata marghian

  6. MARGHIAN says:

    Ciao Rosa! Graie, sei molto gentile. Appena posso ri-visito il tuo blog, ciao 🙂

  7. renza says:

    Complimenti.
    Saluti.

    Renza

  8. Giorgiana says:

    Oh, qui finalmente l’audio è migliore. 😀
    Sei bravissimo Marghian!!! Un abbraccio e un sorriso. Era un po’ che non ti leggevo.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Giorgiana. Non farti problemi, sul fatto che passa del tempo, prima di leggere o commentare. Anche io, vedi, ci sto pochissimo. Avevo già viosto piu’ volte queseto commento, e siamo già al 19 del mese, dall’8 che c’è. Il cellulare registra meglio del computer. Se prendo un video da youtube, si sente benissimo. Se registro con il microfonino, il “prodotto” non viene bene. Faccio delle musiche con la tastiera collegata al pc con un cavo e va bene, è il microfonino a darmi problemi. Lew ho provate tutte, ma mi da’ un audio sempre difettoso, mi ingrossa la voce, eccetera. Ciao Giorgiana, e grazie 🙂
      Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s