PIERO MARRAS- cantautore sardo- IL FIGLIO DEL RE. VIDEO CON COSE DELLA SARDEGNA. E MIO VIDEOSELFIE

IL FIGLIO DEL RE- di Piero Marras

Ciao. Questa sera – forse –  riesco a lasciarvi qualcosa 🙂  Questo fine settimana, fra lavori in casa, commissioni, e mare,  proprio non ho trovato il tempo. Oltre al fatto che l’altra sera Internet sul pc non girava. Ieri sera comunque ho fatto un mio video, dove ho cantato una canzone di Piero Marras, bravissimo cantautre sardo. In realta’ egli si chiama Piero Salis, e come nome d’arte ha voluto adottare il suo vero nome ed un altro  cognome, Marras, che è  altrettanto comune quanto il suo in Sardegna. Ah, io Sbagliando una parola, ho di fatto pubblicato un falso storico. Quando mi sentite dire “ti ho portato un sacco pieno di allegria, perché’ riempia la *mia vita”, non credeteci tanto: pensate a “LA *TUA vita…” (dal contesto del testo capite benissimo perché’). Dice ad ogni strofa “la tua vita”. Io, sbagliando, in quel punto del testo ho detto “la mia vita”, oltre ad avere invertito la posizione di due parole dal significato affine come “tormento” e “dolore”, o aver detto “potrà” invece di “saprà”. Questo pero’ non altera il senso della canzone, tolto quel “la mia vita”, che e’ proprio un errore (mi sono accorto chiaramente dopo aver pubblicato il video.. Prestate particolare attenzione alle ultime parole del testo. Le parole, nell’originale di Marras, si percepiscono meglio che da me, un po’ anche per colpa dell’audio nel mio video , e un residuo del raffreddore che mi sono preso durante le ferie… 😆 

IL FIGLIO DEL RE

– cover-

 c’è in aggiunta un accordo incerto, alla fine, un attimo prima di azzeccare quello giusto.

IL FIGLIO DEL RE – PIERO MARRAS

Ho scelto questo video anche perché corredato di immagini molto descrittive sul mondo sardo: i costumi, i paesi, le tradizioni, la gente, i paesaggi.

CIAO

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Miei video, musica, saluti. Bookmark the permalink.

16 Responses to PIERO MARRAS- cantautore sardo- IL FIGLIO DEL RE. VIDEO CON COSE DELLA SARDEGNA. E MIO VIDEOSELFIE

  1. Giorgiana says:

    Eccoti qua! 😀
    È bellissima Marghian! Ho ascoltato per metà sia la tua versione che quella originale (tra un po’ la riascolto tutta).
    Bravissimo, un forte abbraccio! 😘

    • MARGHIAN says:

      Ciao Giorgiana. La canzone e’ bellisssima, e questo cantautore non ha nulla da invidiare a quelli “piu’ famosi”. In alcune canzoni somiiglia a Francesco De Gregori. La canzone e’ del 1978, la sentii cantare da lui in un cinema- che quella sera funziono’ da teatro, per un suo concerto. Stava iniziando. Simpatico poi, ci disse “mi vantero’, dopo questa serata. di aver cantato un pomeriggio di maggio davanti a quindici, venti persone”. Ha fatto alcuni album con belle canzoni in italiano, ma si e’ poi dedicato a ricerca di sonorita’ sarde, e infatti le sue canzoni sarde sono stupende. Ho dei post, su Piero che canta in sardo.
      La mia versione? Oh, poteva venire meglio. Poi c’e stato quel lapsus de “la mia vita” che ha falsato un po’ il testo – dovevo dire “la tua vita”, “che rallegri la tua vita”, e’ il giullare che dice al re’, “rallegro la tua vita” (non “rallegro la tua vita”). Comunque, il mio e’ tuutto un gioco in fondo, ciao 🙂

      Marghian

      • Giorgiana says:

        È un bellissimo gioco il tuo, Marghian. Un gioco che rallegra anche chi ti legge. 😀

      • MARGHIAN says:

        Un gioco divertente, che rallegra chi mi legge, ma non so chi mi sente cantare.. Guarda che sto scherzando 🙂 Ciao.

      • Giorgiana says:

        Avrei dovuto scrivere “chi ti legge e ascolta”. 🙂 Marghian, anche se l’audio non è tra i migliori, si capisce benissimo che sei bravo a suonare e hai anche una bella voce.
        Ho visto che mi hai scritto che stavi scherzando, però ci tenevo a dirtelo.
        Ciao, buonanotte!

      • MARGHIAN says:

        Grazie Giorgiana, sei molto gentile. Data l’ora mattutina, (sono in ufficio e sto sbirciando in rete), buona giornata 🙂

  2. Laura says:

    Bravo mille volte, un abbraccio, 🙂

  3. Alidada says:

    ciao Marghian, sono tornata 🙂 ..che bello rientrare e ritrovare la tua bella musica! Buona giornata

    • MARGHIAN says:

      Ciao. Ma scusa piuttosto tu, sono mesi che non visito il tuo blog. Ti ringrazio. Non sono molto presente neppure io nella attività di blog. Ogni tanto, lo vedo, faccio qualcosa. Anche nell’altro blog.
      Ho da poco terminato le ferie estive (duue settimane e mezza , la seconda settimana col raffreddore (sigh). Ora sto bene, tutto a posto ma poco mare (rispetto alla mia media stagionalale), ci sto andando solo il sabato quando possibile. Ciao 😉

  4. lucetta says:

    Le parole della canzone sono veramente profonde ed emozionanti. Bravissimo cantante, voce fluida mi è piaciuto molto. Anche tu hai cercato di difenderti e ci sei riuscito bene. Come dice Giorgiana sai suonare e sei intonato. Il tuo impegno è da apprezzare.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Lucia, grazie 🙂 Circa l’impegno, un po’ mi devo raccapezzare, provare un brano mezz’ora prma di farmi la cena, e magari stare poi una settimana senza toccare chitarrra o tastiera che sia. Non mi funzionava internet e cosi’, ho registrato il video, ho fatto tre prove, per il solito motivo dei rumori esterni (nel bel mezzo della registrazione sentire un rombo di motore, una ragazza che chiama l’amica, uno che ce l’ha col suo cane, “bobby, torna qui..”) e devo ricominciare. Col cellulare l’auido e’ piu’ pulito, ma non riesco- col telefonino che ho adesso- a caricare i video sul canale Youtube, Per facebook e’ diverso, posso caricare un video SENZA passare per youtube; qui, invece, mi devo appoggiare a youtube. Infatti nella operazione “aggiuingi media” qui non sono compresi i video.

      Io rimarco molto questa cosa del non avere tempo, mi rendo conto, ma davvero e’ cosi’.Dopo questo commento e qualche altro, per esempio, devo staccare e andare a far la cena.
      La canzone “il figlio d el e” mi commuove nel punto in cui il re’ accetta il dono del servo (doni peraltro immateriali, come la sete di giustizia, la sofferenza…). Un re saggio e buono, non c’e che dire. Alla Salomone, insomma. Marras e’ un po’ assimilabile in alcuni brani a De Gregori. Si fece conoscere con la canzone “una serata in rima”, dove ricalca molto De Gregori. Ciao Lucia 🙂

  5. mariella54 says:

    Ciao Marghian, sempre bravo in tutto .Qui si muore dal caldo Sto davanti al ventilatore mentre seguo il tuo Blog e aspetto che cuocia la pasta .Che dire dopotutto è estate .Ti mando un caldo saluto aiutoooo!l ‘acqua della pasta trabocca ciaooo

  6. MARGHIAN says:

    Ciao Marie’. Grazie!!!! 🙂
    Guarda, circa “che cuocia la pasta” e “eguo il tuo Blog e aspetto che cuocia la pasta”, ne so qualcosa. Kaiser se lo so… – Per me e’ cosi’ tutte le sere, come anche adesso. Fra poco metto la pendola dell’acqua a scaldare, scrivo e vado poi a vedere “a che punto e'”, butto la pasta e, ogni paio minuti, vado a girare la pasta col mestolo. Per il caldo, guarda, io mi sento fortunato. Sopporto il caldo come una roccia, parte per costituzione fisica parte per abitudine. Ho fatto dei lavori, per anni, prima di essere impiegato. In edilizia, sopra il ponteggio in pieno luglio e agosto, ci pensi? E prima ancora, lavori stagionali estivi in campagna, racogliere pomodori, vendemmiare (qui a fine settembre fa ancora molto caldo…), e tutto questo deve avermi temprato: col caldo convivo molto bene. Lo so, posso suscitare qualche invidia in chi di voi il caldo lo soffre. Ma pensa pero’ che ho anche io il mio punto debole: da novembre a marzo, mi becco anche cinque o sei raffreddori. Come vedi, il rapporto con le stagioni è estremamente soggettivo. Chiaramente io preferisco l’estate. Mi sono un po’ raffreddato durante le ferie, ma a memoria, l’ultimo raffreddore estivo, avevo 16 anni. Pensa un po’.. Ciao Marie’, e per il caldo forza e coraggio.. 🙂

    Marghian

  7. Pingback: PIERO MARRAS- cantautore sardo- IL FIGLIO DEL RE. VIDEO CON COSE DELLA SARDEGNA. E MIO VIDEOSELFIE — Marghian – Music blog – Centro velico Vignola

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s