L’ISOLA CHE NON C’E’ – Ma davvero, non c’è?

“Ma se un’isola è circondata dal mare, allora l’isola che non c’è sarà circondata…dal mare che non ce’!”

EDOARDO BENNATO

L’ISOLA CEH NON C’E’

Siamo sicuri che quest’isola davvero non ci sia?

Edoardo Bennato ha scritto   una canzone ispirata alla favola di Peter Pan: “L’Isola che non c’è, dove il cantautore napoletano dice che “non può esistere una isola che non c’è”. Ovviamente questa è una metafora che rappresenta un “mondo che non c’è”. “Senza guerre, ne’ soldati, ne’ armi”. Un mondo che “non può esistere nella realtà”. Nella canzone, ironica come sono le canzoni di Edoardo, c’è un invito a…cercare quest’isola che non c’è. Di cercarla anche se nessuno crede che esista, o pochi ancora vi credono.  Un invito a cercarla con tutte le forze e con il coraggio di andare contro corrente. Cercarla, sempre e con coraggio.  “Non darti per vinto perché’ chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle, forse è ancora più pazzo di te”. L’isola che non c’è. Roba da favole per bambini.  E’ forse solo roba da canzonette. O forse no.

/*/*/*/*/*/*/

 “O forse no”. E poi, a ben pensarci, non è del tutto vero che oggi non si crede che esista quest’isola. Non ci credeva forse Cristo? Buddha, non ci credeva? Non ci credeva forse Gandhi? Non ci credevano forse Nicola sacco e Bartolomeo Vanzetti? Tutti questi personaggi ci hanno creduto. Tutta la gente che ci ha creduto.  Quest’isola e’ una meta, un po’ come le Americhe ce ” “effettivamente”, allora, ”non c’erano”. Ma Colombo ci credeva, e questa meta egli la raggiunse (a parte i giudizi storici, è un esempio sul “vedere oltre”). Ma dov’è questa isola che non c’è?
C’è chi la cerca qui, in questo mondo, seguendo una via per trovarla  Spartacus si fece uccidere, ma lo schiavismo continuò ad esistere. Eppure egli diede il suo contributo.  Mandela che fece 27 anni di carcere, rifiutando la liberazione (“la libertà non si negozia”), ci ha creduto. Ideologi e pensatori laici hanno anch’essi seguito la “strada della creazione di questa isola” nella ricerca di una giustizia sociale o della pace. Senza riuscirci? Già. Ma…nessuna meta viene raggiunta senza un lungo e faticoso cammino.

C’è  chi invece la cerca non fra le isole “che ci sono”, ma oltre ogni isola, oltre ogni continente, oltre ogni mare: è la ricerca del senso ultimo della vita, di altre realtà. E’ la ricerca attraverso la via della fede, della filosofia, dell’interrogarsi su cosa possa esercì oltre il tempo e lo spazio e da cosa questi dipendano. E’ la ricerca sotto un’ottica ed una prospettiva di qualcosa che non ha riscontro in questa realtà ma che sentiamo le dia un senso. L’idea del “paradiso”, la speranza di una vita perfetta che “non è di questo mondo” sono anche queste delle strade, dei modi (dettati solo da un bisogno come dicono i nichilisti o da un richiamo superiore come pensava Cartesio). Sono strade per cercare di trovare… un’isola che non c’è. Che non c’è qui, o non siamo in grado di vederla

D’altro canto, piuttosto che domandarsi solo se questa isola c’è, non è forse altrettanto importante e stimolante chiedersi invece se quest’isola… “ci sarà?”.
Questo dipende da noi, volere che un giorno l’isola che non c’è oggi, un  giorno ci sarà.. Il cammino è ancora lungo. Ma l’esistenza è cammino.

*Non diamoci per vinti, e continuiamo a cercarla. Partendo dal nostro cuore. Forse è lì la “mappa” che ci conduce ad essa. Questo forse è il cammino. E poi dritto, fino al mattino…Fino al mattino di un’alba dell’isola che…ci sarà. Non è forse così? Io però ci spero, e questo mi rasserena.

CIAO

Marghian

 

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica, RIFLESSIONI. Bookmark the permalink.

12 Responses to L’ISOLA CHE NON C’E’ – Ma davvero, non c’è?

  1. Laura says:

    Sogno spesso di vivere in una bellissima isola, chissa’ se riusciro’ a rendere vero quel sogno, tu ci abiti gia’ in quell’isola ed e’ un paradiso, buonanotte caro Marghian e buon inizio settimana, 🙂

  2. fausta68 says:

    Magari è un’isola che troviamo nel sogno…

    • MARGHIAN says:

      Già. Pero’ forse chissa’, rendere concreti allcluni sogni.. Io penso che l’isola che non c’e sia in altra vita, ossia che qui si fa un cammino, poi… Importante e’ tendere a quell’ideale di perfezione dettatoci da grandi saggi, Ciao Fausta.

  3. sherazade says:

    Un ragionamento molto profondo mi fa piacere ritornare a leggerti su questo argomento così profonda.

    Perché l’isola circondata dall’acqua che separa? Io vorrei un arcipelago!

    sherabbraccicari

    • MARGHIAN says:

      Ciao Sera 🙂
      vuoi un arcipelago. E se non c’è? Scherzo. Questa mia riflessione è dettata dal fatto che chi crede in certe possibilità ‘ venga messo sullo stesso piano dà molta gente con chi va dal mago o crede nei profittatori di turno. Non si può definire “creduloni” coloro che, come me, ritengono possibile (senza peraltro crederlo per fede cieca) una trascendenza obscopo superiore o ritiene possibile che si sia stati visitati, i almeno esistano, alieni fatti come noi (differenze a parte). Come non è creduloni chi ritiene possibile una evoluzione della coscienza da migliorare la stessa condizione umana . Quindi faccio mie le parole di Bennato:”chi ti ride alle spalle è ancora più pazzo di te”. Facciamogli un piccolo sconto, più superficiale .”L’anima? Roba per bambini..” tipico esempio di chi snobba la ricerca dell’isola che non c’è. Che si pensa non ci sia.
      Ti cito Guccini:” e voi materialisti col vostro chiodo fisso che Dio è morto e l’uomo è solo in questi abissi. Le verità cercate per terra da maiali. Tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali, per la mia rabbia enorme mi servono giganti..”. Forte vero? Ciao Shera. Anzi, ciaosherabbraccio 🙂
      Marghian

  4. alessialia says:

    Dovremmo cercarla… ma poi anche mantenerla pero!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s