UN SALUTO DALLA SARDEGNA. CANZONE: LUGHE ‘E RECREU di Silvana Piras con Luciano Pigliaru

SILVANA PIRAS

s.piras

LUGHE ‘E RECREU

La luce della gioia

“Quando  il Sole rimane nascosto, con le nuvole che cercano la gioia. Cosi’ e’ il cuore e’ cosi’ preso dal pianto, al punto che niente ti  puo’ dare,  neanche  Dio. Oh, Dio mio. Rimani solo, con tristi sentimenti; con la voce cambiata, che canta  a fatica. Se hai soltanto  memorie perse, ora cosi’ tu  non sei contento.

Come un treno che non si ferma mai, cosi’ la vita rinfresca i volti; con buone carezze, date  ai bambini, cosi’ da addolcire il cuore, e le labbra. Oh Dio mio.

Rimani solo con tristi sentimenti, con la voce alterata, che canta a stento. Se hai ora solo  memorie perse,  non sei contento.

Il dolore, cosi’, fugge via: fai un passo avanti, e vedi la luce. Stammi di fronte, stammi vicino, e ti do’ la gioia. Non  non muore mai,  il mio amore.

Non resti piu’ solo con tristi sentimenti. La voce, cambiata, non canta piu’ a stento;  e se hai ancora memorie perse, il  cuore adesso e’ contento (non resti solo con tristi sentiemnti), la voce cambiata non canta a fatica;  se hai solo memorie perse, il tuo cuore ora e’ contento (Testo di Silvana Piras, traduzione: Marghian)

“Sa lughe de recreu “, “la luce della gioia”.

Silviana Piras, con  Luciano Pigliaru.

CIAO CIAO

Marghian

 

 

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in Imamgini, musica, saluti. Bookmark the permalink.

32 Responses to UN SALUTO DALLA SARDEGNA. CANZONE: LUGHE ‘E RECREU di Silvana Piras con Luciano Pigliaru

  1. Laura says:

    Grazie Marghian, buona serata, 🙂

  2. lucetta says:

    Trovi sempre cose deliziose e piacevoli da ascoltare. Anche i testi toccano il cuore.

  3. Bella! Ciao caro Marghian, un abbraccio! 😊

  4. Rebecca Antolini says:

    un saluto veloce abbi una buona settimana… bussi 💛🌻

    • MARGHIAN says:

      E veloce ricambio del saluto (contraccambio, si scriveva una volta, bei tempi 🙂 ) Ciao buona giornata e bussy .

    • MARGHIAN says:

      Ah Rebe’, sono contento, per lui e per te. Ti capisco, quando la mia mamma, a 71 anni dopo un mese di ospedale torno’ a casa, dimessa, dopo essere stata in fin di vita per la prima settimana, ebbi – non solo io ma tutti- un forte senso di sollievo, dopo un’ansia terribile. Certo, la mamma e’ sempre la mamma, ma per la persona che si ama (moglie, marito), deve essere un sentimento molto forte. IO non l’ho provato, ma posso appena immaginare. Quindi, quello che ti scrivevamo, “forza e coraggio”, ha vinto.
      Abbraccio per te, Gianni, Tatanka, e persia – gia’ che ci siamo 🙂 bussy ciao.

      Marghian

      • Rebecca Antolini says:

        Sai, qualsiasi persona o animale che ami, lo speri nel infinito che tutto vada bene.. trovo i stessi sentimenti sia per Gianni e Tatanka, sto molto male per entrambi se loro non stanno bene… credo questo sia l’effetto quando si ama veramente 😉 bussi

    • MARGHIAN says:

      Ah, rebecca, ciao. Si’, certo, Rebecca. Amore ansia apprensione, contentezza, dolore, vale la stessa cosa per qualsia si sia l’oggetto di questi sentimenti. Pero’ io, diversamente da te, non riesco a provare questi sentimenti allo stesso livello per l’essere umano e l’animale. Non riesco a metterli sullo stesso piano, mi dispiace. Io amo la mia gatta, e’ bellissima, vedessi come e’ bella adesso, sembra venuta dal paradiso. Come ha scritto al cellulare una amica che ha visto il post sulla gatta, “ma questa e’ la gatta degli angeli!”. Amo tanto gli animali, non mi perdo una puntata de “il commissario Rex” , il cane. Ma amo di piu’ l’essere umano, e considero compagnia- scusa, ma lo scrivo- solo quella umana. Un cane, un gatto, aiuta molto, tanto. Ma non sostituisce mai la presenza umana. Per me e’ cosi’, anche se ripeto, amo molto gli animali. Pensa che, quando la gatta manca da qualche giorno perche’ ogni tanto si fa i suoi giretti, mi rpeoccupo e, vedendola, sono contento, addirittura la prendo in braccio “oh, sei tornata, bella mia”. Ma l’essere umano e’ l’essere umano.

      Bibbia: – ^lo scarsivo a parole mie, ma dice cosi’: “E Iddio fece passare tutti gli animali davanti ad Adamo, a che scegliesse fra tutte le creature e gli animali quale fosse adatta a lui. Ma non riusci’ a sceglierne uno. Allora Iddio fece addormentare Adamo e dalla costola trasse la donna. Adamo si sveglio’, e vedendo che lei era cosi’ figge (l’ho scritto, ^”a parole mie” 🙂 ) disse: “ecco, lei mi va bene, e’ carne della mia carne, eccetera..”. Per dire che la compagnia umana e’ impareggiabile, per natura. Sta scritto.. 🙂
      Come sta Gianni?
      Ciao Rebecca, bussy.

      Marghian

      • Rebecca Antolini says:

        Gianni sta bene, sempre meglio venerdì a la visita pre operatoria per il prossimo intervento..

        Allora anche io amo le persone ma amo anche Tatanka, e amo e rispetto gli animali..

    • MARGHIAN says:

      Rebe’, amare, rispettare, certo. Ma non reisco a mettere animali e persone sullo stesso livello. Solo queto, poi sull’amare gli animali e rispettarli, niente ci piove, e’ pacifico.
      Bussy 🙂

      • Rebecca Antolini says:

        Tatanka e allo stesso livello come Gianni, anche lui pensa cosi… ma gli animali in generale lo rispetto e un’altro amore, ma amo molto gli essere umani 😉

    • MARGHIAN says:

      Ciao Rebecca., buon giorno..anche se siamo gia’ a mezzo giorno 🙂
      Come sta Gianni?
      Io ti esprimo quali sono i miei sentimenti, i miei pensieri, cerco di speigarmi su come amo gli animali, e le persone, e in che modo.
      E’ bellissimmo da parte tua, e da parte di chi ama tanto gli animali da equipararli, per importanza e amore, all’essere umano. Il mio papa’ era come te, e non credeva proprio perche’ amava gli animali. “Noi siamo come un cane, un gatto, solo noi ci abbiamo questa preferenza, dopo la morte, resurrezione eccetera? Solo noi?” Un cane, lo investi, muore. Un gatto, si ammala, muore. Come noi, uguale..”.
      Io non ci riesco. Non so, ti faccio un esempio. Una mia collega pianse quando mori’ la gatta della sua vicina. MI disse questo quando in macchina tornando dal lavoro le raccontai dei miei sentimenti su Margherita. “Pensi ancora a quella ragazza? Vedi,dipende da come ci trova. Quando e’ morta la gatta della mia vicina io…”. “Clara, io apprezzo la tua sensibilita’, che magari e’ piu’ della mia, ma una ragazza, dai…la gatta della mia vicina…”. Spero non accada niente a Bianchina, ne soffrirei. Ma io sono per l’essere umano. Poi i sentimenti guarda, sono talmente personali, siamo talmente diversi che io rispetto chi ama l’animale come l’uomo; ma per me… Ciao, Bussy 🙂

      • Rebecca Antolini says:

        allora io vedo gli animali come i fratelli minori, e noi tutti dobbiamo prendersi cura di loro.. gli animali non sono solo oggetti o cibo… da loro possiamo tanto imparare.. Gianni sta bene, bussi 😉

  5. mariella54 says:

    Ciao Marghian come ho scritto a Rebecca tra molti disguidi sono tornata a collegarmi con voi ,come stai ?Spero bene io bene Sto guardando i vostri post e vedo tanti bei argomenti ,ci siete ancora tutti ,bene .Un grosso abbraccio .Ci sentiremo

    • MARGHIAN says:

      Marie’!!! Kaiser, che sorpresa! 🙂 Mi fa piacere leggerti, e leggere che “sei tornata a collegarci con noi. Si’, ci siamo tutti o quasi ed io, specie su questo blog scrivo e pubblico ancora, spero di riprendere anche nell’altro, su questioni scientifiche.
      Ogni tanto, guardo la casella di pota “tiscali” per vedere se arriva qualche tua mail, o per magari scriverti io (e io, pigrone che non l’ho ancora fatto). Va bene, mi faro’ “sentire” anche da li’. Ovviamente ti invito a vedere anche i post precedenti (anche dove io ed un mio amico suoniamo, ed io- non ricordo se ne hai visto qualcuno, canto e suono, cazoni di De Andre’, una in genovese 🙂 e De Gregori, “le storie di ieri”. Giusto cosi’, a fine ludico, per divertirmi e spero divertire. Ciao Marie’, lascio un saluto nel tuo blog 🙂

  6. Russell1981 says:

    Che bella terra la sardegna 🙂

    Buona serata.

  7. mariella54 says:

    Ti ho visto ti ho visto suonare la chitarra e suoni anche bene
    Ciao

  8. ili6 says:

    Che bella canzone! Una melodia firmata. L inizio sembrava una dolce ninna nanna. Anche il video ha immagini splendide.
    stavolta la traduzione è stata davvero necessaria. 🙂

    • MARGHIAN says:

      E’ piu’ difficile dell’inglese, eh Mariro’?
      “Lughe ‘e recreu”, “luce della gioia”. La parola “recreu”, gioia- o svago, divertimento-, ricorda non certo a caso la parola “ricreazione”. Il sardo e’ meta’ latino e emta’ spagnolo. Sai perche’ tutti quei nomi, vocaboli e cognomi in “U”? E’ perche’ noi sardi, con i rumeni, abbiamo conservato la quarta declinazione. Persino il mio cognome e’ in U, “Vargiu”. Sai che c’e’ anche in Romania? Si’, mi capito’ da ragazzo, di leggere un racconto di vampiri ambientato in Romania (non “Dracula di Bram Stoker”, un altro ronmanzo sullo stesso genere, di serie B). Fantasia, ma l’autore del luogo, che usava nomi del luogo. Nel racconto, Il commissario che indagava sui delitti si chiamava Joannes Vargiu, il vampiro era Boris Caldeanu. E via di seguito con cognomi cosi’, proprio Proprio come nel sardo. Abbiamo una violinista, molto brava, Anna Tifu. Solo poco fa ho saputo che il padre di questa ragazza e’ runeno. Lei non so, se nata in Romania o in Sardegna.
      Ho scelto queto video anche per le immagini. Ciao 🙂

  9. ili6 says:

    Una melodia ritmata

    Questo t9 è un tormento!

    • MARGHIAN says:

      Ah, guarda, e’ terribile. Io col cellulare faccio errori proprio madornali. Il bello e’ che mi accaorgo dopo aver pubblicato. Se mi capita di scrivere con degli errori che so,con cellulare al lavoro, a casa poi modifico col pc. Ciao.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s