LA SCACCHIERA

Ciao.  Vi lascio un post di intervallo.  Con un pensierino.


“Io chiedo al mare e al cielo: chi e’, che governa i destini del mondo”

(Mao Tse Tung)

LA SCACCHIERA

scacchiera

Qualcuno dice, anzi lo si dice in tanti, che la vita è regolata dal caso. Ed io mi chiedo: cosa è il caso? E’ veramente il caso propriamente detto, o non piuttosto un..ordine che a noi sfugge? E mi rispondo da me, pur con beneficio di inventario che può essere così.  Se io vedo i pezzi su una scacchiera, non conoscendo il gioco, posso benissimo pensare che quei pezzi siano disposti a caso. Ben diverso è per chi conosce il gioco. “No, bello mio, non esiste il caso, negli scacchi”, mi potrebbe dire lo scacchista. Okay, negli scacchi c’e un ordine e una logica paurosa che a me, ignorante del gioco, sfuggiva.

E per il mondo? Vale la stessa cosa?  “Vedi, tutto ti sembra causale nel mondo, senza ne’ capo ne’ coda, ma e’ perché non lo conosci, guarda…”.

Così mi potrebbe dire un essere, mettiamo un angelo, che vivesse oltre il tempo e lo spazio, e  potendo vedere tutto in un sol colpo il mondo, molto meglio di un bravo giocatore di scacchi la sua amata scacchiera; e mi facesse vedere così le regole del gioco cosmico, avente come “pezzi” anche noi stessi.

Noi, che immersi nel tempo, vediamo solo e male, appena  il tratto di strada che stiamo percorrendo, ma non dove essa ci porta. Vedendo invece dall’alto, la cosa cambia. Si vede tutta la strada, dall’inizio alla fine. Allora,  Il caso, cos’e? Non lo sappiamo, ovvero io, non lo so (Marghian)

//////////////

Scrivero’ qualcosa probabilmente all’Epifania. Ci sono, pero, nei commenti. Ciao per ora.

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 68 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- ; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. SONO IMPIEGATO STATALE IN PENSIONE. MI OCCUPO DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in my music, Pensieri, saluti. Bookmark the permalink.

28 Responses to LA SCACCHIERA

  1. Laura says:

    Bella la tua riflessione, un abbraccio caro amico e buona serata, 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Gazie. MI e’ venuta, cosi’, spontanea. Ma l’altra sera, in un commento ad Affy. Ora ho copiato da li’, e aggiunto qualche parola (e corretto qualche sbaglio di scrittura dattilo,, sai come l’e’ … . Ci sarebbe molto, da riflettere su questo, altroche’.. ‘notte La’, ciao .)

    • MARGHIAN says:

      Adesso Laura, torno in cucina e continuo a cenare, ‘notte ciao 🙂

    • MARGHIAN says:

      Cenato..ora a nanna, domani sveglia ore 6…

    • MARGHIAN says:

      Vedo che ormai conosci le mie abitudini Laura (alle nove, il sabato e la domenica). Ma, a parte qualche mattina, quando sono in ferie mi alzo anche alle 7, o alle 8. Poi un’latra cosa. Quando non lavoro mi posso alzare anche alle nove, ma la notte precedente, mi corico alle due, quindi dormiglione non saro’ comunque. Non mi corico nemmelo al pomeriggio…desiero la pensione non tanto per stare qualche ora in piu’ a letto, ma per fare cose mie. Di pomeriggio vado a correre, ma ho dei pomeriggi di rientro pomeridiano, per afarti un esempio; ed ecco che il lavoro mi toglie tempo per tutto.
      A chi mi dice “ma e’ per tutti”, il lavoro eccetera, io rammento che sono anche da solo, e’ un fattore molto importante (sminuito dalla gente); non e’ proprio “per tutti”. E’ una vita di diasgio. Ciao Laura, grazie e ‘notte 🙂

  2. Enri1968 says:

    Eh!
    C’è chi pensa che non esista il caso, che vi sia una regia superiore, ora come ora non io non lo penso.
    Forse è il destino che resta imperscrutabile in gran parte.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Enri. Io non penso (pur ritenendolo possibile), ad una “regia superiore” alla “Grande Architetto Cosmico”, il “deismo massonico” o la gigura ieratica e nel contempo tradizionale del “dio” che ci gaurda da sopra le nubi, “ehi, voi..”. Ma piuittosto ad una logica suprema esistente “ab aeterno”, un paradigma estremo -e magari anhe impresonale (come lo e’ un libro di matematica, di tabelle..) sul quale si basano tutti gli universi possibili. Prendi a esempio ma solo ad esempio la progressione matematica del Fibonacci. Ogni struttura o quasi tende a formarsi cosi’, 112358…e via di seguito ( una galassia, il guscio di una lumaca, le lunghezze delle falangi delle dita, l’evolversi di un ciclone; e persino la tendenza dell’uomo a costruire secondo tale “schema”. Le elggi fisiche, poi, non sono casuali. Poi, la questione di Dio non e’ voluta certo da me essere risolta ed esaurita qui; ci porterebbe troppo lontano. La frase poi “nulla avviene per caso” ha due sensi, ma io non ho preso nessuno dei due (sarebbe uno schierarsi :)), e cioe’: “nulla avviene per caso perche’ Dio ha deciso che…”, e la frase e’ in qeuto casp “cavallo di battaglia” del credente. La stessa frase, pari pari, e’ pero’ anche “cavallo di battaglia dello scientista”: “nulla avviene per caso perche’ ci sono le leggi matematiche e fisiche, le condizioni particolari e accadimenti per cui non e’ un caso che una cosa tenda a cadere verso il basso, o il fumo di quell’incendio o camino si spande in questo modo perche’ sono queste le temperature, le pressioni, il vento eccetera…”. Io semplicemnte mi domando. esiste, il caso? O meglio , che cos’e? Ciao 🙂

      Marghian

  3. Rebecca Antolini says:

    Non credo che la vita la terra l’universo e venuto per caso… qui sotto c’è qualcosa più profondo .. abbi una buona giornata caro Marghian 😉 bussi

    • MARGHIAN says:

      Buon giorno Rebecca. Sono al lavoro e ti saluto col tastierino del cellulare. Non sono così mattiniero, col pc.
      So a cosa hai pensato quando hai scritto “qualcosa di più profondo”, hai pensato a Dio. Non e’ facile neanche immaginare un essere che, sperso in un vuoto eterno, solitario, se ne sta lì per interminabili miliardi di anni poi dice “accendo una luce, e faccio il mondo”, questo buio e questo vuoto mi hanno stancato”. E poi prima di questa creazione non esisteva neppure il tempo. O spirito e materia sono nati insieme a spazio e tempo, o esiste un tempo (eterno) oltre il tempo “fisico” di un universo, e dove Diio è lì da sempre, a immaginare mondi che sul piano fisico diventano realtà.
      Se così è allora e’ sbagliato quel “il settimo giorno si riposo’ e cessò da ogni sua opera”. La creazione è forse continua? La idea di tanti universi paralleli lo farebbe pensare. Comunque sia mi sembra strano che Dio, creando miliardi di galassie, abbia operato per la vita solo sulla Terra e, assurdo degli assurdi, che il peccato dell’ uomo SULLA TERRA, abbia corrotto tutto l’ universo. Assurdo poi che l’uomo sulla Terra sia l’ unico essere intelligente composto di anima e di corpo, nell’universo cosi’ grande. Se Dio esiste, ha creato anzi permette sempre l’ esistenza di figli, e figli, e forse non solo in questo universo. Le possibilità sono infinite. Se Dio non esiste, allora anche per caso le possibilità sono infinite.. Ciao Rebe’, buona giornata e bussy 🙂
      Marghian

      • Rebecca Antolini says:

        credo la creazione era perfetto.. siamo noi che non lo rispettiamo.. cera sempre una pro e contra fra scienza e religione.. ma non lo voglio parlarne adesso di questo.. ti abbraccio buona giornata bussi 💛🌻

    • MARGHIAN says:

      Eh, ci sarà sempre un pro e contra fra scienza e religione. Perche’ l’ uomo così, ha un cervello che vuole capire e fa la scienza, e un cervello che ha bisogno di trovare un senso e fa la religione. Un bisogno, come il bisogno di una mamma.
      “Credo la creazione era perfetto. Siamo noi che non lo rispettiamo. Ma l’ uomo non ha determinato il destino dell’ universo. Della Terra magari, questo si. Ma allora non c’ e’ un dio che castiga, siamo noi che ci castighiamo e il nostro comportamento avrà anche una conseguenza spirituale. Accada in cielo quel che accade sulla Terra, forse vuol dire questo, se per cielo intendiamo non le stelle ma la dimensione dell’ anima. Non ne vuoi parlare. Ma tanto non e’ un post sulla religione. Hai scritto “c’ e’ qualcosa di più profondo” e io, sapendoti credente, ho fatto queste considerazioni, e espresso miei pensieri (sai che mi piace farlo.. 🙂 ).
      E’ una bella giornata, sono contento perché mi aiuta a guarire dal raffreddore. Bussy Rebe’ 🙂
      Marghian

    • MARGHIAN says:

      Sai che con questo nuovo telefonino mi trovo meglio? Prima riuscivo a scrivere a malapena ciao, e qualche altra parola, adesso invece va meglio. Ciao.

    • MARGHIAN says:

      Intendiamoci, mi stressa ancora, ma va meglio. A parete gli errori, ma va meglio anche per il fatto che prima, spesso, ci perdevo tutto.. Immagina commenti come questi di sta mattina..perso tutto, che bello! Adesso succede di meno, ciao 🙂

  4. Mr. Loto says:

    Mi piace molto quello che hai scritto, propendo per l’ipotesi della scacchiera. Secondo me siamo noi a non capire le regole del gioco. Certo non può essere una certezza ma, se guardandoci indietro ci riflettiamo un po’, direi che certe cose assumono un significato diverso rispetto a quando le stavamo vivendo…

    Un saluto.

    • MARGHIAN says:

      Ciao mr Loto, ho approvato subito il tuo commento, avendolo ora visto in attesa”.
      Proprio in queti giorni sto leggendo un romanzo, “La decima illuminazione” (sai, la “saga” delle profezie di Celesetino”); i personaggi che, nell’aldila’ hanno una “visione di nascita” per prepararsi ad una successiva esistenza.. E li’, la “morale” e’ proprio che tutto abbia un fine, si sia tutti parte di un “progetto” e che ogmi momento vissuto abbia un valore infinito. Anche se, nel contesto del racconto, non vale il “la vita e’ questa sola”, concetto tipicamente occidentale, che porta al “cogli l’attimo”, fa risaltnare comunque l’importanza di ogni esistenza, e di ogni attimo vissuto in essa, e che ognuno sia al posto giusto nel momento giusto; e soprattutto che ognuno di noi e’ nel mondo “per un fine”- cioe’ che insomma, in gergo cristiano, si dice “una missione”. Certo, e qui mi verrebbe un commento lungo tre volte il post (che voglio evitare..), a pensare “quale scopo o missioine abbia chi fa tutta la vita in un manicomio, li’ rinchiuso per decenni, o chi viva una condizione altrettanto terribile (senza stare ad elencarnne, mi viene comunque in mente un ricoverato deforme di quelli del “Cottolengo”, esempio per tutti). Sono domande difficili anche da porsi. Anzi, da non porsi, dice un mio fratello, ben piu’ credente di me 🙂 ” Ma quel poveretto, tutta la vita da malato di mente, diceva solo “si’, no”, urlava ed aveva quelle crisi epilettiche, ma che missione ha avuto nella sua vita poveraccio…”. E lui: “vedi, in paradiso lui dira’ “sono servito anche io….”, certo adesso non lo capiamo, ma..”. Che abbia ragione? Ma (umanamente) e’ arduo da accettare, e parecchio. Ciao.

      • Mr. Loto says:

        Sono d’accordo.
        Io la vedo in termini di insegnamento. Siamo qui per imparare. E chi non può imparare molto probabilmente è qui per insegnare…

    • MARGHIAN says:

      Ecco, giusto. La vita come una scuola. Ma perche’ sia cosi’, “una scuola”, occorre che lo “studio” trascenda l’aula”, cioe’ che la vita non sia solo questa. Cosi’ come il conseguimento di un diploma, o di una laurea, e’ per il dopo, a maggior ragione dovrebbe essere cosi’ per la scuola della vita. E poi, se non c’e niente dopo la vita terrestre, a che pro si e’ imparato o insegnato a fare? Per lasciere un ricordo? Con ogni individuo destinato al nulla dopo pochi anni e per gli altri che nasceranno, per poi finire anch’essi nel nulla? Ma poi, quando l’umanita’ sara’ estinta, chi riordera’ chi?
      Il ricordo e’ importante, ma questo “unico aldila'” sencondo Foscolo, che poi aldila’ non e’, mi sembra un po’ poco come scopo ultimo della esistenza. Per questo ed altri “ragionamenti”, io sono molto possibilista e speranzoso che esistere non sia solo qui, o non sia solo “una vita”, per pochi decenni e poi nulla, come se niente fosse stato. Non lo escludo, purtroppo, ma questo mi sembra alquanto strano. E, se le cose stesero cosi’, le parole “senso” e “scopo” sono fuori luogo. Qualcosa sfugge. E forse, per ora, e’ giusto cosi’. Ciao.

      Marghian

  5. etiliyle says:

    In tutto c’è una logica

    • MARGHIAN says:

      Ciao, etilyle (spero di averlo scritto bene, adesso non porto gli occhiali…).
      Ciao, benvenuto/benvenuta nel mio blog. Ne ho anche un altro, che ho titolato solo “MARGHIAN”, a carattere scientifico e di mistero (per misetero intendo aspetti della scienza non risolti o spiegati, non “spiritismo” e coso); ma e’ fermo da un anno e mezzo quasi, non mi voglio decidere a riprendere. Ho anche diverse bozze di post, ma fra lavoro e da fare per la casa- da single…- non si ha tempo per “altro”, e si e’ stanchi la sera. Per quanto sreni si e’ stanchi, e si deve far la cena, altro che scrivere..
      In tutto c’e logica, fuorche’ nell’uomo.
      Scherzo, non e’ nemmeno cosi’- pur se davvero l’uomo sembra comportarsi in maniera illogica.
      Comunque, io sono dell’idea di salvare anche un po’ di caso nel mondo. Senza nessuna casualita’ non esisterebbe nemmeno liberta’ di scelta, io penso, perche’ tutto sarebbe rigidamente determinato, tipo il Destino vecchia maniera. Ciao, grazie 🙂

    • MARGHIAN says:

      A te, per aver gradito 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s