PICCOLO INTERVALLO – con la mia buona notte

PICCOLA PAUSA

figge-with-violin

PICCOLA PAUSA

Non che stai combinando gran che in questo periodo, ma… 🙂

E LA MIA BUONA NOTTE

Una musichetta improvvisata, per questi momenti di intervallo.

Vi seguo, cosi’ come posso, nei commenti.

Al piu’ presto possibile, ciao 🙂

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in MOMENTI, saluti. Bookmark the permalink.

17 Responses to PICCOLO INTERVALLO – con la mia buona notte

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia. In questi giorni mi gironzolava in testa l’idea di una interruzione dallo scrivere in web. Ma non so quantificare quanto questa poca voglia- no, non tanto poca voglia, ma poco tempo -mi tenga in standby dai blog. Quindi, quando mi rivedrete… non so, non mi va tanto, in queste sere.
      Indovina che titolo ci ho dato a questa musica? “Dreaming piano”, “piano sognante”. Piu’ adatto di cosi’ per la buona notte.. .. Ma tanto non la ascoltate mentre guidate 🙂 , almeno spero di no. ‘notte Si’… 🙂

      Marghian

  1. Enri1968 says:

    Sei tu che scegli e noi comunque ti attenderemo. Buonanotte.

    • MARGHIAN says:

      Scelgono anche le circostanze Enri. La legge fornero (per esempio…) non e’ dipesa da me, ne’ il fatto che nessuno mi aiuta sul da fare, di rientro dal lavoro. Cercherò’ di non farvi attendere troppo .comunque mi vedrete, faro’ capolino coi commenti. Spero quanto prima di pubblicare qualcosa. Ciao, e grazie 🙂
      Marghian

  2. lucetta says:

    Mentre ascolto questa tua creazione per me molto bella e rilassante, ti dico di non crucciarti. Fai quello che puoi. Il blog tuo e degli altri non deve essere un impegno gravoso ma qualcosa di piacevole. Ciao.

    • lucetta says:

      Ci sento qualcosa che richiama la PLAYA. Appena appena.

      • MARGHIAN says:

        Forse un po’, ma non ci pensavo. L’avevo suonata improvvisando, quasi con gli occhi chiusi. Il programma aperto per salvarla in mp3. Forse una somiglianza può’ esserci. Capita ai veramente bravi. Pensa alle prime note di love story e a quelle di anonimo veneziano. Oppure a come si somigliano my way o luci a san siro di vecchioni. Ciao 🙂

    • MARGHIAN says:

      Cuao Lucia. Ti ringrazio. Il mio diciamo ” cruccio”, tanto per capirci, e’ in senso più’ lato. Riguarda il fatto che non praticamente non ho svaghi. Non e’ solo per la mancanza di tempo per i blog. Di ritorno dal lavoro, ho da fare per la casa ( c’ e’quasi sempre qualcosa da comprae) , e poi la cena. Trovo appena dieci o venti minuti da chiacchierare, in piazza. Conta poi la stanchezza serale per cui, anche se mezz’ ora la si trova ( ma andando a letto tardi..), non si e’ proprio riposati. Adesso ti sto scrivendo dal lavoro, col telefonino. Ah, bon mi devi immaginare come uno ” sotto stress”, anzi. Solo mi rammarica..” non vivere”, come dico io. Cioe’, lavorare e basta. Conta che vivo da solo, e davvero la mia vita si riduce a questo. Ciao Lucia. 🙂

  3. Passo per il buon pomeriggio amico Marghian…..ma con l’ultimo arrivata sulla legge pensionistica (anche se mi pare una mezza bufala) non hai qualche speranza?!

    • MARGHIAN says:

      Ciao Mirna. Grazie per il tuo passaggio per il “Buon pomeriggio”, che ti ricambio con un buona serata 🙂
      No,con la cosiddetta “ape volontaria”, che di volontario ha ben poco, non ho speranza. Di volontario ha ben poco perche’ a conti fatti non vivi, e sei obbligato prticamente a non aderirvi. Prendi il mio caso. Ho 37 annidi conntributi versati (molti anni, la mia giovinezza da manovale edile sono lavoro in nero….), e dovendo rendere i soldi del prestito “ape” starei molto al di sotto di mille euro. Sottoi mille euro, credimi, anche se da solo, non basterebbe per vivere. Anzi! Se io non fossi da solo, con due “ape” da 800 euro magari si potrebbe anche vivere, contenendo un po’ le spese; rinunciando per esempio all’uso della macchina, usandola solo per necessita’. Come mia cognata, che con la pensionie del marito, i figlio per conto loro, forse aderira’. Ma a me, credo, e’ letteralme precluso. Ad essere da sopli non c’e NEMMENO il vantaggio ECONOMICO. Tale supposto “vantaggio” e’ quella, davvero, una bufala. E molti ci credono, con tutti i “beato te” che mi sono beccato…. No, davvero, detto in faccia, “ti restano soldi…”.
      Ora, la “speranza” non e’d el tutto nulla. Io non sono contabile, andro’ all’Imps per una esplorativa, mi faro’ fare i conti, “con l’oste” 🙂 di quanto prenderei al netto. Ma non credo che ce la faro’. Cosi’ come sono le cose, altri due anni a partire da adesso (a 66 anni e 7 mesi mi sembra), ma se non innalzano nel 2019. Allora saranno due anni e mezzo, a gennaio del 2020, quando compiro’ 67 anni.
      Ora, io posso apparirvi lamentoso su questa cosa, ma davvero. Un commento, due, e si fanno le 21,30. Mi cucino la pasta, o mi scaldo il minestrione della sera prima, mangio, guardando la tele e si fa mezzanotte. Magari con i panni ancora in lavatrice, e la gattina che reclama di darle la pappa, portare la nettezza. A letto a mezanotte e mezza, poco prima, se mi va bene. Meno male che sono veloe a scrivere- questo lungo commento mi avra’ preso si e no 10 minuti, nemmeno-. Un altro motivo, poi, vi confesso, e’ il contrasto fra i tanti contatti in web (contando anche i contatti whats app, msg eccetera), e la socialita’ reale cche si riduce ad un “ciao…e altre due parole, in piazza o o in un bar. Tutto li’, e questo mi disgusta un po’. //Ma, a parte questo, fare post mi viene davvero in salita, prova ne e’ che mi limito a trattare solo di canzoni. Ho l’altro blog fermo da quasi un anno, ecco cosa intendo. Prima, anni 2008-2012 riuscivo ad andare a letto alle due, anche in settimana. Ecco perche’ ci lavoravo tanto, con i post che stanno li’. Ci si mette anche l’eta’ praticamente.
      Ma non dovete considerare questo una “interruzione”. Non ora, almeno. Vi confesso che talvolta lo penso, quasi a mo’ di tentazione, di smettere di scrivere in web. So che non va bene, lo so benissimo. “almeno questo….”/ vero? Almeno questo Mirna. Ma vedo che tutti voi avete..”altro”. Ed il blog e’ una “aggiunta”. Ma il blob, se e’ solo quello, io penso, gia’ non va bene. Il blog deve essere di compendio all’altro, non deve essere la sola ed unica cosa. Se no si finisce nella canzone di Ruggeri: “noi, barricati in casa a respirare solitudini, attaccati a macchine come malati terminali di malincnia..vediamo sugli schermi le altre vite che ci sfuggono..”, “.il mondo visto solo dietro a dei cristalli liquidi, investiti dalle immagini, dai vivaci colori..”/te la faccio sentire, anzi risentire, e’ questa:
      https://marghemar.wordpress.com/2015/03/10/internet-e-le-relazioni-sociali-ne-parla-questa-canzone/ blocca la mia musica… – 🙂
      A volte io mi sento proprio cosi’, la sera, di ritorno dal lavoro. Ecco, questo mi fa un po’ pensare. Ciao 🙂

      Marghian

  4. Dona says:

    Sono normali anche questi periodi di riflessione e stop.. preludio di una nuova ripartenza!
    Un caro saluto

    • MARGHIAN says:

      Ciao Dona. Lo prendo come un augurio. Davvero in certi periodi non riesco a conciliare il quotidiano, vuoto in un senso ( vivo da solo…) e fin troppo pieno in altro senso ( il lavoro, le incombenze). Sento molto questo problema ( non aver tempo per gli svaghi). Pensa che faccio un post facendo spola fra soggiorno ( dove ho lo studuetto con il pc sulla scrivania) e la cucina facendo cena. Delle volte ho la tentazione di non scrivere più’ (troppo scarna, anche per mancanza di tempo, la socialità’ “reale” ). Ma lii mi dico ” allora? Manco questo?”, e continuo. Spero appunto di riprendere presto. Soprattutto per l’ altro blog, fermo da quasi un anno. Un anno al 30 settembre dell’ anno scorso . Ciao Dona , e grazie 🙂

      Marghian

      • Dona says:

        Capisco Marghian quello che stai dicendo e fatalità ho appena pubblicato nel mio blog un articolo che in un certo senso parla proprio di questo. Spero ti possa essere d’aiuto.
        Ad ogni modo non ti preoccupare del blog, piuttosto forse analizza questo tuo momento in cui vengono al pettine alcuni nodi che non ti fanno stare bene nel vivere quotidiano e cerca di capire quale strada percorrere per stare meglio. Nulla avviene per caso e se cogliamo i segnali sarebbe nostro dovere non ignorarli ma prenderli per mano! Lavoro duro e difficile ma la strada che porta alla felicità non è quella più semplice quando si tratta di lavorare su noi stessi… gli altri non li possiamo cambiare ma possiamo solo lavorare su di noi.
        Un abbraccio
        Dona

      • MARGHIAN says:

        Grazue Dona. “Quale strada percorrere…”. Una parola…mi vien detto tante volte, “se non sei riuscito nel realizzare una famiglia, fai altto..”. Mmmhhh, ni. A parte che ci ho provatio, e anche attualmente sono socio in una associazione per anziani ( io il più’ giovane… 🙂 davvero, quasi tutti 70 enni). Ma per riempire la vita, ci va che ” lo devi sentire”, come una piccola vocazione. Se no, e’ pura routine. Ma ora, non mi si parli di volontariato , finche’ sono al **” lavoro, gua’ ho i tempi stretti cosi.. In pensione, sicuramente mi impegnero’ in qualcosa. Sai la canzone che dice” ma ora no..non ho l’ eta’, non ho l’ eta’..”/per pensionarmi. 🙂
        Il consiglio e’ giusto, ” fai altro”. Ma non e’ facile trovare una cosa da dire ‘ ora ho trovato…”. Mi sa che s. Giovanni della croce aveva ragione: ” se non sai dove andare..vai dove non sai”, e via. Ciao, leggero’ il uo post. Ora scrivo al lavoro col telefonino.

        Marghian

      • MARGHIAN says:

        Vedi scritto gua’ per già’ , eccetera. Il telefonino mi fa sbagliare. Nella associazione per anziani partecipo a qualche riunione, a qualche cena o gita. Di più’ non posso fare. I soci veramente attivi sono tutti prnsionati.
        A Cagliari, in un gruppo parrocchiale curavo il canto e suonavo l’ organo e la chitarra. Ma ero spesso assente, per i turni di lavoro. Due anni. Per dirti..provai di nuovo in paese, per ben otto mesi, avevo addirittura turni più’ rigidi e mi chiamavano a fare turni festivi. “Domenica non posso, sono di servizio”, capitava spesso. Sono stato anche in una associazione culturale, per sei mesi. Pero’, stesso problema. Poi le associazioni te lo fanno pesare tipo posto di lavoro: ” ierri perche non c’ eri?”. -” mi hanno cambiato a turno di pomeriggio…”. Questo accadeva spesso. Sempre per dirti… Ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s