L’AMORE DELLA GENTE COMUNE – CANZONE, DI PAUL YOUNG

I media ci informano sull’amore -e sugli amori – dei personaggi famosi. Il famoso “gossip”. Questa canzone parla dell’amore della gente comune, che non e’ meno importante. Anzi, siamo molti di più 🙂

Non vi addormentate, la canzone prima o poi comincia 🙂

Sentite la bravura di una corista- mi sembra una ragazza- che fa la ritmica col respiro.

LOVE OF THE COMMON PEOPLE

PAUL YOUNG

“Vivendo di biglietti di cibo libero (traduzione letterale per “vivere di buoni pasto”), acqua nel latte dal buco sul tetto, da dove la pioggia scende. Che cosa ci puoi fare? Lacrime della tua sorellina, che piange perché non ha un vestito senza una toppa per andare alla festa, ma tu sai che le passera’.  Ma ella sta vivendo nell’amore della gente comune, nei sorrisi che vengono dal cuore di una persona della famiglia, che papa’ sta per comprarle  un sogno a cui potersi aggrappare, la mamma sta per amarla quanto più ella può, e può. /E’ una bella cosa che tu non abbia un biglietto per il bus, ti potrebbe cadere dal buco che hai nella tasca, e lo smarriresti per terra, in mezzo alla neve. /Una passeggiata, pe trovare un lavoro (e che lavoro…)./ Cercando di mantenere calde le tue mani, ma il buco nella tua scarpa lascia penetrare la neve, e ti vengono i brividi fino alle ossa. Faresti  meglio ad andare a casa dove c’e calore. /Dove tu puoi vivere nell’amore della gente comune, fra i sorrisi che vengono dal  cuore di un padre di famiglia. Papa’ sta per comprarti  un sogno a cui poterti aggrappare, la mamma sta per amarti quanto più ella può, e  può./ Vivere in un sogno non e’ facile, ma più stretta è la maglia, più e’ stretta la forma (traduzione letterale per “maggiori sono le difficoltà,  migliore e’ il risultato”), ed i brividi si allontanano, puoi tenerli a freno, grazie all’orgoglio della famiglia. Tu sai che quella  fede è il tuo fondamento,  e con tanto amore ed una calorosa conversazione,  ma non dimenticarti di pregare,  ti rende forte,  dove tu appartieni (“nel mondo familiare del quale fai parte”). E noi viviamo nell’amore della gente comune, del sorriso del cuore di una persona della famiglia (il coro:“e che lavoro”), papa’ sta per comprarti  su cui ti puoi aggrappare, e la mamma sta per amarla quanto piu’ ella puo’, e lei può. Si’, noi viviamo nell’amore della gente comune……” (Ttaduzione: Masrghian)

Nota “personale” 🙂  Oh, se la vita mi ridesse indietro la mia vecchia 127 presa usata, e il vecchio stereo a cassette di quando, nel 1982 ascoltavo questa canzone.  Con questo pensiero di nostalgico amarcord musicale – ma non solo – vi saluto, ciao e buon weekend  🙂

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica, saluti. Bookmark the permalink.

9 Responses to L’AMORE DELLA GENTE COMUNE – CANZONE, DI PAUL YOUNG

  1. Silvia says:

    Buon fine settimana Marghian e serena notte 🙂

  2. Laura says:

    Mi piace tantissimo lui e la canzone, grazie, buon weekend 🙂

  3. skayrose59 says:

    Viva gli anni ottanta buon weekend di luglio che da noi è bollente ciao Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Ciao Silvia (Silvia 2 🙂 ). Anche da me e’ bollente, ma me lo fa sopportare il pensiero che in inverno niente svaghi, solitudine e noia. E sei raffreddori, da novembre a marzo. Giunta la meta’ di aprile, mi reputo fuori pericolo. Da questo capisci quanto io odio l’inverno 😆
      Davvero, non e’ solo l’emozione a farmi dire che gli anni ’80 erano belli. Ma e’ proprio un dato tecnico, per la musica. Sono usciti in quegli anni i migliori brani “pop” – a parte il fatto che si era piu’ giovani, e forti 🙂 Ciao buon weekend anche a te.

  4. Affy says:

    Giusto! Anche i nostri amori sono importanti, non siamo gente famosa ma abbiamo un cuore anche noi!
    La chiusa del tuo post mi ricorda Roberto Vecchioni con la sua “Luci a San Siro” … anche lui voleva indietro la macchina del tempo vissuto da giovane ….
    Un abbraccio 😉

    • MARGHIAN says:

      Ciao Affy. Non mi sbagliavo, ho intravisto ieri un tuo commento anche qui. E certo che e’ cosi’, la gente comune non ha niente da invidiare a quella famosa. “..e voi, bimbe sognatrici della vita delle attrici, attenzione, da me state alla lontana…” (Francesco Guccini).
      La chiusa ti ricorda Roberto Vecchioni ..”. Pensavo a “Luci a San Siro” infatti. “E dammi indietro la mia seicento. I miei vent’anni, e una ragazza che tu sai. Milano, scusa, stavo scherzando, luci a San Siro non le accenderanno piu'” – ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s