SU NATALI DE IS POBURUS – IL NATALE DEI POVERI. – NATALI

NATALI

BANDA BENI

-Va bene –

-E’ il nome del gruppo musicale di Cagliari che ha composto questa canzone –

“Con la ricchezza di quel prete, con tutto l’oro dello Zio *Licheri (Un cognome, e “Ziu” in sardo sta anche per “Signor”-diciamo che significa “Il Signor Rossi”-). Sempre sperando che sia Carnevale, bene o male.

Ho un fiasco,  non ho vino, ho una vita senza destino. Con il lavoro che – tutto sommato – non va male, bene o male.

E tu rimani solo in questo mondo, tu non puoi nemmeno parlare, e non permetterti di bestemmiare.

Domani, da noi, e’ festa grande, ma di cantare manca la voglia. Resto da solo con il giornale, bene o male.

Arriva l’ora di fare l’inchino, davanti a Dio Gesu’ piccolo. Sembra una beffa  ma questo e’ Natale, bene o male.

E tu rimani solo in questo mondo, tu non puoi nemmeno parlare. Non permetterti di bestemmiare.

Bisogna proprio cambiare la ruota, i tempi brutti l’hanno rotta. Dobbiamo tornare all’originale, bene o male.

Amore e dolore, fatica e tormento, tutti ridono e nessuno e’ contento. E dura sempre chi fa il male, per Natale, bene o male”.

(Banda Beni- Traduzione Marghian)

Questo gruppo sardo era attivo negli anni ’70. Qui, il LINK  di un post sul gruppo nell’altro blog. Interpretavano delle cover comiche, tipo quella di Yesterday in sardo. Erano un gruppo comico. Ma non sempre, per esempio non in questa canzone. 

CIAO

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica. Bookmark the permalink.

13 Responses to SU NATALI DE IS POBURUS – IL NATALE DEI POVERI. – NATALI

  1. fausta68 says:

    Dolce e motlo bella! Uno splendido canto per la Notte Santa!

    • MARGHIAN says:

      Già. Ciao Fauta. pensa che questi ragazzi erano un gruppo comico, talvolta anche un po’ volgarotti. ma erano ragazzi sensibili e profondi. Anche altre canzoni hanno mostrato questa loro caratteristica. Canzoni sulla disoccupazione,, sul banditismo, su tematiche e problematiche varie. Il loro forte sono le parodie, come quella di Yesterday dei Beatles. Ciao 🙂

      Marghian

  2. Rebecca Antolini says:

    Un buon Natale ai bimbi della terra
    che soffrono in silenzio per la guerra
    e ai generali che usano i cannoni,
    un buon Natale che il mondo li perdoni.
    Un buon Natale a chi si sente solo
    e molto spesso resta fermo al molo,
    che il vento s’alzi e riempia le sue vele,
    trovi un amore, è tutto quel che chiede.
    Un buon Natale a chi ci ascolta
    e dà una mano a chi non ha più forza
    e sta lottando per vincere quel male
    noi tutti insieme cantiamo buon Natale.
    Un buon Natale a chi ha vissuto tanto
    ed ogni sera si sente un po’ più stanco,
    ma in questa notte di stelle e di magia
    avrà una stella in più per fargli compagnia.
    Un buon Natale amici veri,
    i nostri auguri vi giungano sinceri.
    Si avveri un sogno e mille desideri
    e che il futuro sia senza pensieri.
    Un buon Natale a chi ci ascolta
    e dà una mano a chi non ha più forza
    e sta lottando per vincere quel male
    noi tutti insieme cantiamo buon Natale.

    dal web

    • MARGHIAN says:

      Ciao Rebecca, grazie. Ma guarda, i non vorrei un futuro senza pensieri. Cosa e’ l’uomo …se non pensa? Un certo signor Cartesio diceva “cogito ergo sum” ( lui era francese ma allora si scriveva in latino), e vuol dire “penso, allora io sono”, “allora esisto”.
      Si’, si’, ho capito, “un futuro senza pensieri” nel senso di non avere più problemi e preoccupazioni, questo si’ 🙂
      E l’uomo ne ha di preoccupazioni. Ma questa poesia, che hai preso dal web, dimentica una cosa. “Buon Natale agli animali”! Ciao Rebe’ , bussy 🙂

      Marghian

      • Rebecca Antolini says:

        lavoravo anni fa come barista.. e il capo diceva sempre alla gente, beati voi che non avete pensieri … non aveva torto i miei pensieri sono pensieri piccoli.. ma non vorri mai avere pensieri terribile … sai i miei pensieri adesso sono (sperò che il pc funziona ancora per qualche anno)

        bussi Pif ♥

  3. Laura says:

    Che bella, un abbraccio grande, 🙂

  4. lucetta says:

    Molto profonda e piena di significato, ci sento anche tanta amarezza per le ingiustizie. Ciao Marghian. Un abbraccio

    • MARGHIAN says:

      L’amarezza è chiaramente espressa in questa canzone che esprime molto bene seppure con semplicità, ia situazione di una notevole parte dell’ umanità’, vittima di povertà’ e solitudine estreme. Ferite queste che maggiormente si sentono in questi periodi di festa. La canzone descrive molto bene questo terribile stato stato e dramma esistenziale e vivenziale. Ciao Lucetta 🙂
      Marghian

      • MARGHIAN says:

        Questa notte in paese c’ e’ stato un acquazzone che mi ha allagato per un terzo la veranda ed il soggiorno ( non ha toccato i collegamenti del PC! Meno male..). Ho asciugato tutto in tre ore di lavoro coricandomi alle due. Si e’ temuto fosse un’ altra alluvione. Adesso sono al lavoro, spero sta sera di riuscire a commentare.
        Per ora ciao 🙂

  5. MARGHIAN says:

    MS dovette vedere, per venti minuti un fruscio continuo, il cortile sul retro della casa che era un laghetto. Ah, tre fulmini che hanno scaricato vicinissimi r a brevissima distanza illuminando a giorno. Posso dire che davvero il mal tempo ha investito anche lapribilegiata Sardegna. E l’ inverno sta solo iniziando. Quanto mi piace… 😆

    Ciao 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s