POCHI GIORNI FA E’ STATO ASSEGNATO IL PREMIO NOBEL A BOB DYLAN. IO PERO’ MI CHIEDO UNA COSA

IN ITALIA, CHI LO MERITEREBBE? FORSE GUCCINI

Ciao. Pensavo proprio questo, qualche ora fa, mentre nello stereo in macchina ho ascoltato una canzone di Bob Dylan. Tolgo poi  il cd dallo stereo e-sapete come sccede, entra in funzione la radio e mi fa sentire “In morte di S.F.” di Guccini. La canzone ha due titoli: “Canzone per una amica” e’ la versione dei Nomadi, mentre si tende a chiamare “IN morte di F.S. la versione cantata dall’autore. Comunque, qui posto la canzone nella versione dei Nomadi anche perche’ su You Tube, di Francesco, non ho trovato che versioni con applausi e rumori.  Ecco che, per questo fine settimana ho pensato di farvi ascoltare qualche brano di Guccini.

NOMADI

CANZONE PER UNA AMICA

E’ tipico di Guccini raccontare, e raccontarsi. La canzone parla di una sua amica, morta in un incidente, il testo lo dice chiaro. I Nomadi hanno qui il merito di averla arricchita, musicalmente .  Ah, ho iniziato il post con un piccolo “questito” che mi e’ venuto in mente. E cioe’ se per caso qualche cantautore, in Italia, potesse o no meritare il Nobel come e’ stato assegnato ad un autore di oltreoceano,  Bob Dylan. Forse Guccini?

La lirica di Francesco Guccini e’ sicuramente molto ricca. Una canzone dal testo “forte ” e’ per esempio Cirano, eccola:

Ho trovato questo  video. Contiene due canzoni,  che “allora” definii  “le due canzoni contrapposte”. Infatti, “Il sociale” e”L’antisociale”

Per questo post credo possa bastare. Mi piacerebbe pero’ che ascoltasse, o riascoltaste, questa che e’ “la mia preferita”, e che e’ “Lettera”, QUI, nell’altro blog.

I testi di Guccini, a volte pungenti, a volte poetici, a volt giocosi. A me piacciono molto. Tornando poi alla questione del possibile “Nobel” non e’ che la cosa siacosi’ importante.  Guccini sarebbe il primo a disinteressarsene. Infatti ne “L’antisociale” dice appunto “odio premi caroselli, tivu’, cine…”.  Per non dire delle discussioni che questo creerebbe fra i fans: “e perche’ non De Andre’?”, “E perche’ non De Gregori? Eccetera….generando forse una catena di proposte e di rivalità che non vi dico. Ciao 🙂

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica. Bookmark the permalink.

9 Responses to POCHI GIORNI FA E’ STATO ASSEGNATO IL PREMIO NOBEL A BOB DYLAN. IO PERO’ MI CHIEDO UNA COSA

  1. enricogarrou says:

    Ci manca che il nobel per la letteratura venga assegnato adesso ai cantautori. Pensa, caro Marghian, questo Nobel poteva essere assegnato aun grandissimo scrittore come Murakami oppure a un poeta come Adonis oppure al coreano Ko Un. Dylan è un eccezione perché i suoi testi sono poesie e in Italia sono usciti tre libri suoi con i suoi test. Un abbraccio caro Marghian

  2. MARGHIAN says:

    (ce semo arivati, correzione dopo correzione..). Ciao Enrico. E’ vero, sarebbe un pasticcio, proprio poco fa ho aggiunto infatti “Per non dire delle discussioni che questo creerebbe fra i fans: “e perche’ non De Andre’?”, “E perche’ non De Gregori? Eccetera…”, e non si finirebbe piu’. C’e chi, lo saprai piu’ di me, che si potrebbe stravoltere il concetto di letteratura. Uno ha detto- maggari sai anche chi..- che la letteratura si fa con le parole scritte”. La mia non e’ certo una proposta, capirai, e’ solo per dire che i testi di Guccini sono di spessore, a me almeno piacciono. Credo comunhe che, in un sondaggio, Guccini sarebbe il piu’ nominato.

    “in Italia sono usciti tre libri suoi con i suoi testi”. Gia’ ne usci’ uno negli anni ’70. Ho imparato diversi testi da quel libro, Blowin’in the wind, a hard rain’s gonna fall, the times are a changing e qualche altra ancora. Ciao 🙂

    Marghian

  3. semprecarla says:

    Non mi sono mai domandata a chi debba andare un premio tanto ambito …. Cantanti, attori, poeti, scrittori? Guccini, però, ammettiamolo, ha sfornato testi senza pari …. 👍

    • MARGHIAN says:

      Ciao Semprecarla, bentornata. Ricordo di te altri commenti. Piuttosto io per vari motivi – non ho tempo in primis, poi gli impegni, con i muratori in casa d’estate, farmi tutto in casa ed ora mi sono beccato pure l’influenza…-, non riesco a stare molto ai blog come “una volta”, ecco che magari potendo mi sarei fatto vedere io, da te.

      Circa l’argomento del post, prremetto che forse non ho espresso chiaramente una cosa, ossia che qel “io mi chiedo una cosa”, sul chi potrebbe andare il nobel fra i cantautori italiani sulla scia del caso di Bob Dylan non ha la seriosità di un dilemma esistenziale 🙂 cioe’ che io, ascoltanto in macchina “canzone per una amica” ho solo pensato: “se per assurdo qui in italia venisse candidato un cantautore per il Nobel, sicuramente quello sarebbe Guccini, magari ancheDe Andre’ . Si’, ce ne sono tanti altri, un De gregori o un Bennato ma, a ben guardare, il piu’ “intellettuale ” e’ Guccini, storico canntante di protste politiche, nel contesto del sessant’otto e post sessant’otto eccetera. Guccini e De Amdre’ visti come i piu’ “acculturati” insomma. Poi, l’ho scritto anche nel post, alla fine, se l’effetto Dylan” continuasse, non si finirebbe piu’; non solo i critici “non dormirebbero la notte”, faccio solo per dire ma ci sarebbe anche una specie di “guerra tra fans”, diciamo cosi’. E qualche critico penserebbe anche alla crisi della parola “letteratura” come gia’ successo per Bob. E poi torno a dire- a scrivere..-, proprio a Guccini. che gli frega? “Odio premi, caroselli, tv, cine, radio, rallies…” . E’ forte. Ciao Carla 🙂

      Marghian

  4. MARGHIAN says:

    Ah, come sicuramente sapete, noi sardi abbiamo un nostro premio nobel per la lettera (tradizionale, quella volta, quando le fu dato il premio ) 🙂 . E’ la grande scrittrice Grazia Deledda, Nuorese. Ciao.

  5. Alidada says:

    a me per esempio piace molto anche Venditti 🙂 … Grazie per questi video che hai ricercato con tanta pazienza e dedizione, fanno parte di nostri ricordi e si riascoltano sempre volentieri.

    • MARGHIAN says:

      Ciao Alidada, Venditti mi piace tantissimo. Bella e’ “Compagno di scuola”, forte come rende l’idea di studenti fascisti e comunisti. “Mezzogiorno, tutti al bar, dove Nietzche e Marx si davano la mano….”, oppure come rende l’idea dei ragazzi che entrano a scuola: “e migliaia di gambe, di occhiali e di corse sulle scale…” oppure quando dice “e la divina commedia, sempre piu’ commedia fino al punto che ancora oggi io non so se Dante era un uomo libero, un fallito, o servo di partito”. E’ fortissimo. Pero’ Guccini, quando in “Lettera descrive il quotidiano, “all’una in punto si sente il suono acciottolante che fanno i piatti, le tv sono un rombo di tuono per l’indifferenza scontante dei gatti..”. Da incorniciare proprio”. Oppure le parole finali, “l’ansia volgare del giorno dopo, la fine triste della partita, il lento scorrere senza uno scopo di questa cosa….che chiami vita” (ma quanto ha ragione!!!!-piccola nota personale 😆 )

      Oppure ha ragione quando dice “io sdraiato sull’erba verde, fantastico piano sul mio passato, ma l’eta’ all’improvviso disperde quel che credevo e non sono stato”. Kaiser….

      ” questi video che hai ricercato con tanta pazienza e dedizione”. Grazie, ma devi aggiungere un altro merito: li ho cercati con l’influenza, e ti pare poco? Scherzo, ma l’influenza c’era- e c’e’, mannaggia, ancora. Ciao 🙂

      Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s