PER SALUTARVI, VI LASCIO UNA CANZONE. CON UNA ACCOPPIATA D’ECCEZIONE, e con un piccolo ricordo a me tanto caro.

BAGLIONI E MANGO

AMORE BELLO

Alla mia mamma ❤

A lei, che mi chiedeva sempre di cantare questa canzone

*-  * *

Ciao. Questa mattina in macchina canticchiavo “Amore bello” di Baglioni. Mi sono ricordato che non molto tempo fa  avevo sentito questa canzone cantata dall’autore e da Mango. Ho pensato: “perché non postarla?” Ed eccomi qui.. In effetti, questa versione viene trasmessa assai poco. Mi e’ capitato di sentirla solo una volta, in tanti anni che ascolto Radio Margherita, una radio che trasmette solo musica italiana (per quelle straniere uso i cd).

Poco fa, ascoltandola su You Tube, ho pensato a mia madre. Lei amava Baglioni, e quando suonavo la chitarra, spesso mi diceva “canta amore bellu, de glaudu balioni” (“canta “Amore bello” di Claudio Baglioni”), oppure “cantamì  cussa canzoni, ‘dd ‘ollu intendi” (“cantami quella canzone, la voglio sentire..”).  Ad una ammiratrice cosi’, non potevo certo dire di no   🙂 

CIAO

-Primo blog, qui

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica, RICORDI. Bookmark the permalink.

21 Responses to PER SALUTARVI, VI LASCIO UNA CANZONE. CON UNA ACCOPPIATA D’ECCEZIONE, e con un piccolo ricordo a me tanto caro.

  1. Rebecca Antolini says:

    Che bel ricordo… cose cosi mi fanno diventare sentimentale… buon weekend caro Marghian Bussi Pif ❤

    • MARGHIAN says:

      Ah, Rebe’, anche io quando ascolto questa canzone mi commuovo. Non tanto per le parole, che non mi riguardano- porc… vabbe’-, ma per la musica e le voci. Mango, anche lui grandissimo.
      Alla mia mamma piaceva molto Baglioni, e questa canzone. La sua preferita era pero’ “Questo piccolo grande amore”. “Aria di bambina”, diceva lei 🙂
      Ciao Rebe’, buon week end 🙂 – che per me e’ sempre…”buon”, sono due gioorni di festa.. 😆

      Marghian

  2. Silvia says:

    Bellissimi ricordi, buon fine settimana Marghian 🙂

  3. Affy says:

    I successi di Baglioni sono impressi anche nella mia memoria e ricordare oggi anche Mango beh … mi commuove non poco.
    Meno male che traduci in contemporanea la lingua sarda perchè io a quel ” ‘dd ‘ollu intendi” non ci sarei mai arrivata.
    Ed ora mi ascolto la canzone … grazie Marghian!
    Buon fine settimana, un abbraccio da Affy

    • MARGHIAN says:

      Ciao Affy. Sai, il verismo di Verga e Deledda? Ecco perché ci riporto in sardo frasi di mia madre, di mio padre eccetera. Loro si esprimevano bene in italiano, anche se parlavano soprattutto in sardo. Il sardo scritto, poi, non e’ facile nemmeno per me. So che per scrivere in sardo “gli”, “lo” eccetera, in sardo si scrive ‘ddi, con la doppia “d” precedute dall’apostrofo (‘ddi naru”, “gli dico”) per aver letto qualche componimento in dialetto, ma non e’ facile da scrivere. Vi dovrei precisare poi che nel leggere il sardo bisogna cambiare le consonanti “dure” nelle rispettive consonanti “dolci”, e leggere tutto attaccato. Per esempio, per dire “la festa”, si scrive “sa festa” , ma si legge “savèsta”; “il cane”, si scrive “su cani”, ma si legge “sugàni” eccetera. Nelle prossime citazioni, magari, potrei indicarvi la pronuncia, solo che cosi’ rischio di dilungarmi troppo, gia’ un po’ lo faccio… 🙂
      A mia madre piacevano molto Baglioni. Mio padre era invece di gusti piu’ “all’antica”, tipo Claudio Villa. Lui poi, amando le voci poderose, odiava. Battisti. Di lui una volta disse “Lucio Battista- diceva cosi’-, cantèndi, pàrridi un pisìttu accappiàu a cròbu”( Ci hai capito qualcosa? traduco: “Lucio Battisti, cantando, sembra un gatto legato con un cappio”). Non ne pensava tanto bene, evidentemente 😆
      Ah, quest’altra e’ forte, su Ornella Vanoni: “cantèndi pàrri ca pòttada (“cabòttada) una pistola puntàda, “o cantas (leggi “ogàntas) o ti spàru!”, e cioe’ :”quando canta sembra che abbia una pistola puntata”- e che le si dica- “o canti, o ti sparo!”. Non la sopportava- s’e capito…
      Cioa Affy, buon week end – a scrivere in inglese me la cavo meglio, “nemo profeta in patria” 🙂

      Marghian

      • Affy says:

        Che commento esaustivo e quante cose belle hai scritto.
        E’ difficile la lingua sarda ed è un peccato restarne fuori dalla sua conoscenza. Sarebbe bello ogni tanto qualche approfondimento sulle parole più in uso, sulla pronuncia e sul significato, capisco bene però di chiedere troppo con il tempo che rema sempre contro!
        Tuo padre è stato un critico non leggero nei confronti di alcuni artisti, mi piacciono molto le sue considerazioni perchè rendono bene il pensiero (ho riso senza ritegno leggendo quello che pensava di Battisti e della Vanoni (su Ornella condivido perchè a volte anzichè cantare sembra biascicare sulle parole).
        Ti auguro una buona domenica, ciao Marghian 🙂

  4. Una delle canzoni più belle! grazie Marghian di averci postato anche questa insolita versione…..

    • MARGHIAN says:

      E’ bella, vero? Difficilmente posto una canzone…solo una canzone, ve ne sarete accorti. Mi piace infatti aggiungerci qualcosa, come ho fatto oggi ricordando questa cosa, su mia madre- ed altre, che specifico in commento. Si dice poi che Battisti sia un genio. Ed e’ vero, Battisti era geniale. Ma per Baglioni credo si possa dire la stessa cosa, riguardo a talento musicale, e poetico, entrambi una mole enorme di brani, la sola differenza a mio avviso sta nei loro rispettivi generi. Ciao 🙂

      Marghian

  5. Laura says:

    Meraviglioso post, adoro Baglioni e il ricordo di Mango mi commuove, un abbraccio grande, buon weekend, ❤

    • MARGHIAN says:

      Ciao Laura. Immaginavo una tua visita (“???!!!”), nel senso che queste e’ un post..”del cuore”, come si dice, e che perciò immaginavo che avresti commentato “a maggior ragione”, diciamo così.
      Sai, non conoscevo tanto Mango fino a qualche anno fa. Lo conoscevo, ma solo qualche canzone. “Syrtaki” ad esempio, era una delle poche che conoscevo. Lo ascolto in macchina, ogni tanto (in altro luogo ascolto pochissima musica). Ciao laura, e buon week end anche a te 🙂

      Marghian

  6. enricogarrou says:

    Come dire di no al ricordo della persona che hai amato e che porti nel cuore, tra l’altro è una canzone bellissima. Sei una persona di grande spessore. Un abbraccio caro Marghian

    • MARGHIAN says:

      Ciao Enrico. Come ho scritto anche a Laura, immaginavo una tua visita specie per questo post, perché si tratta di sentimenti. Ciao, e grazie 🙂

      Marghian

  7. ili6 says:

    Che dolce questo tuo ricordo con la mamma che ti chiedeva di cantare per lei! E tu lo facevi, vero??? La canzone non la sentivo da tempo e questa versione è davvero buona. Sono due grandi cantanti, e poi Baglioni…beh, sai che lo adoro 🙂
    Buona domenica
    Marirò

    • MARGHIAN says:

      E certo che lo facevo, Mariro’. Veniva come veniva..Comunque, sai come si dice, “ogni figlio che canta e’ bravo a mamma soja” 😆
      Baglioni era il suo preferito. Una volta, di sera, ero alla pianola (avevo 20 anni, allora non avevo ancora una tastiera elettronica), e mia madre che stava apparecchiando si avvicinò nel soggiorno- lo stesso, da dove ti scrivo ora.. – per dirmi che era ora di cena – allora si’, che avevo tempo per suonare, leggere eccetera…-. “va bene..” . Prima dis taccare accennai agli accordi introduttivi di “E tu” e lei subito “ah, cussa esti esti de glaudu balioni…e’ bellu!”” (“ah, quello e’ di Claudio Baglioni..è bravo! -” bellu” vuol dire anche ” bravo”, non solo “bello” -).
      “beh, sai che lo adoro”. Lo so, ho commentato da te su Baglioni… Anche Mango non scherza. Ciao 🙂

      Marghian

  8. MARGHIAN says:

    Ciao Affy (non capisco perché “wp” delle volte non mette il rispondi sotto un commento…”).
    Per la lingua sarda, ci sono degli appassionati, e si fanno anche dei corsi, è una vera lingua, che interessa tantissimo. Un glottologo giapponese, intervistato dal tg regionale, si espresse in un sardo perfetto (“deu seu giapponesi, e seu innoi po istudiai su sardu campidanesu, e nuoresu, ca funti unu patrimonio ..- io sono giapponese, e sono qui per studaire il sardo campidanese, e quello nuorese, che sono un patrimonio…-). Infatti, come saprai non esiste solo un “sardo”. Anzi, il mio dialetto non e’ considerato “la lingua sarda”, bensi’ il nuorese- centro nord della Sardegna. Lo studioso giapponese si espresse nel mio dialetto. Conosci i Tazenda? Ecco, loro cantano in nuorese (che e’ il sardo delle canzoni e delle poesie- il mio dialetto, di Oristano e Caliari, è molto meno usato). Sono due parlate molto diverse.
    Prendi una frase di una loro canzone: Nuorese: “notte anneu, notte chena lumera, e in coro meu no bad’un’ispera…” (“notte buia, notte senza una luce, e nel cuore mio non c’è una speranza”). Nel mio dialetto “campidanese” invece e’ “notti iscura, notti senza una lusci, e in su coru (in sugòru) miu non c’esti una isperanzia…”. Ben diverso, eh? Infatti vi confesso che delle volte, per tradurre dal Nuorese, guardo in internet-e’ quasi come per te voler tradurre dallo spagnolo, grosso modo si capisce pero’.. Ciao Affy, grazie del “buona domenica 🙂
    (cèssu, cràsi e’ lunis, e mi toccad’ a trabballài= “uffa, domani e’ lunedi’, e mi tocca lavorare, kaiser..- questo non e’ sardo… 😆 )

    Marghian

  9. mariella54 says:

    Ciao Marghian,sai che a me le canzoni di Baglioni quando era giovane non mi piacciono?Preferisco quelle ultime sono bellissime.Ognuno ha i propri gusti.Ciao.

    • MARGHIAN says:

      Niente di strano, Marie’, infatti e’ proprio e solo una questione di gusti, la preparazione musicale di Baglioni infatti c’è tutta e la qualità non manca, siano le sue canzoni vecchie o nuove. A me piacciono tutte, Marie’, comunque…una considerazione tipo la tua io la faccio per De Andre’, mi piacciono di più quelle più recenti: i classici, “Bocca di Rosa “o “Marinella”, le trovo troppo noiose, “da cantastorie”. Mentre, con “Andrea si è perso”, “sand creek” ed altre, mi piace di piu’. Poi su Fabrizio faccio un altro distinguo, ossia che “per il De Andre’ poeta” devo andare sulle vecchie canzoni, per il De Andre’ “musicale” devo andare su quelle piu’ recenti (merito anche, aggiungo, della musica della PFM). Ciao Mariè 🙂

      Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s