LA RISPOSTA – THE ANSWER

“Quante strade deve percorrere un uomo, prima che tu possa chiamarlo uomo? Quanti mari dovra’ sorvolare una colomba, prima che ella possa dormire sulla sabbia? Si, e quante volte ancora spareranno i cannoni, prima che questi siano banditi per sempre? La risposta, amico mio, soffia nel vento”

******

“Si, e per quanti anni esistera’ una montagna (nel senso di barriera), prima che questa sia spazzata via dal mare? Si, e per quanti anni della gente vivra’ prima che a questa sia concesso di essere libera? Si, e per quante volte ancora della gente voltera’ il capo, e  fara’  finta di non vedere?  La risposta, amico mio, soffia nel vento”

********

*Si, e quante volte  un uomo dovra’ guardare in alto, prima ch’egli possa vedere il cielo? Si, e quante orecchie deve un uomo avere, prima ch’egli possa sentire la gente piangere? Si, e poi quante morti saranno necessarie, fino a che egli sappia che troppi sono morti?  La risposta, amico mio, soffia nel vento”

(BOB DYLAN- TRADUZ. MARGHIAN)

*Ho scritto la traduzione dell’intero testo di queta canzone,  perche’ dice il vero, ed e’ piu’ che mai attuale. Si, dice il vero, sulla condizione dell’uomo, che non trova ancora quella risposta che purtroppo ancora, come dice Dylan, “soffia nel vento”.

BLOWIN’ IN THE WIND

 

 DYLAN E SPRINGSTEEN

Meritate di sentirli, dopo la mia versione arpeggiata…

CIAO

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica. Bookmark the permalink.

10 Responses to LA RISPOSTA – THE ANSWER

  1. Direi che questo pensiero è proprio attuale! ottime entrambe le interpretazioni…buonanotte Marghian

  2. MARGHIAN says:

    Ciao Mi. Quella di Bob Dylan, l’autore, se ci si pensa, e’ una versione semplice, sono tre accordi. Lo disse lo stesso Dylan, “ho scritto questa canzone in dieci minuti, e non mi e’ mai piaciuta molto…” ed e’ la sua canzone piu’ famosa. La versione di Springsteen e’ piu’ impegnativa. Il messaggio, si’, e’ molto attuale purtroppo, l’ho scelta per questo. Ciao Mirna 🙂

    Marghian

  3. Piero says:

    Molto bella la tua versione arpeggiata, Marghian. Complimenti! Ciao, Piero

    • MARGHIAN says:

      Non oso, Piero, cantare su “Sound Cloud”-che e’ una sorta di “you tube” solo per la musica, dove ci si deve appoggiare per i commenti musicali su WordPress. Mi veniva voglia di suonarla a pieno ritmo, con gli accordi di accompagnamento, e cantarla alla vecchia maniera, come era anche la prima versione di Bob Dylan, con chitarra e voce (l’armonica a bocca no, che’ non l’ho mai suonata…). Ti ringrazio, ciao 🙂

      Marghian

  4. Rebecca Antolini says:

    Belle canzoni… e pure sono ancora molto attuale anche nel nostro tempo… vuol dire che in tutti questi anni il essere umano non ha imparato pocco dalla storia… caro Marghian un abbraccio la tua Pif♥

    • MARGHIAN says:

      Ciao Rebecca, la nostra Pif 🙂 E’ molto attuale, infatti, con cio’ che sta succedendo nel mondo (non solo i fatti di Parigi,non dimentichiamoci di tutti i conflitti recenti ed ancora in corso). Questo post si collega all’altro: l’attesa di una risposta contro guerra e violenza. Il poeta sardo che dice “seus dua mizz’annos ispettende..” (“attendiamo da duemila anni”, in riferimento alla pace promessaci anche dai vangeli); il poeta americano, Bob Dylan, che dice “quando si smettera’ di uccidere”. “Risposta non c’e”, dice la versione in italiano che si canta anche in chiesa, “o forse chi lo sa, caduta nel vento sara’..”. Ed e’ cosi’, oggi, putroppo non c’e risposta. Ciao, Rebe’ 🙂

      Marghian

      • Rebecca Antolini says:

        Sai cosa mi stupisce della umanità?? che ripettano da secoli sempre e sempre e sempre i stessi erori.. … peccato che non siamo capace di imparare e diventare più saggi… ti abbrccio caro Marghian … Pif♥

  5. MARGHIAN says:

    Invece a me non stupisce, per quanto mi dispiaccia tanto che si compiano errori, quelli a danno dell’uomo stesso. Non mi stupisce perche’ l’uomo e’ per sua natura imperfetto, e quindi sbaglia. Otra, possiamo dire che un miglioramento c’e stato? Io direi di si’. Le democrazie, ad esempio, per quanto imperfette erano impensabili solo qualche secolo fa. Lo schiavismo, lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo esiste ancora. Ma non possiamo paragonare questa epoca a duemila anni fa, dove tutti i popoli del mondo praticavano lo schiavismo in massa.

    Oggi trovi comunque dei posti di lavoro dove bene o male fai le giuste ore, hai le ferie e l’assenza tutelata per malattia. Deceni fa questa cosa era praticamente impossibile da trovare. Mio padre mi diceva che da ragazzo, in campagna doveva lavorare “de sobi in sobi”. Significa “di sole in sole”, ossia dall’alba al tramonto. Io, invece, in campagna a giornata dovevo lavorere otto ore, poi sette ore. Ovviamente il lavofo sfruttato esiste ancora (vedi caporalato eccetera), ma un miglioramento generale delle condizioni di vita e di lavoro c’e stata. Un piccolo esempio per scriverti che, comunque, dei miglioramenti nell’uomo ci sono, malgrado tutto. Forse continueremo a progredire, sotto certi aspetti, forse ci sara’ un peggioramento, un reflusso anche brutto (una terza guerra mondiale potrebbe farci piombare nella barbarie totale, gia’ un po’ ci siamo ma non e’ totale…)

    Le guerre, purtroppo, ci sono e oggi fanno piu’ vittime che in passato, per aumento del potere distruttivo delle armi e della popolazione mondiale con conseguente maggior numero di gente che si combatte e che viene uccisa, anche fra i civili. Ma le cause, l’istinto che le provocava ieri come le provoca oggi, e’ lo stesso: la aggressività e la cattiveria umana. Ciao Rebe’ 🙂

    Marghian

  6. MARGHIAN says:

    #Piero, (non capisco perche’ non mettono “Rispondi” sotto ogni commento….). E’ un mio “cipiglio” fare con la chitarra delle versioni “strmentali” delle canzoni. Suono in questo modo molti altri brani di musica leggera o di cantautori. Delle volte, dopo aver cenato, prima di fare i piatti cincischio con la chitarra, e se mi viene in mente un motivetto (per esempio, la melodia de “La canzone di Marinella”, oppure “vendero'” di Bennato, o anche di una canzone di musica leggera…), ci gioco sopra.
    Una volta, in piazza- avevo 25 anni, beati quei tempi- mi misi a giocare su “Wish you were here” dei Pink Floyd , ed un amico mi disse “mi presti lo spartito?”. “Te lo presterei, se ce l’avessi, il mo e’ solo orecchio…”. Ciao 🙂

    Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s