TAZENDA, IERI ED OGGI “SA FESTA” (con un omaggio alla Sardegna-come immagini, nel secondo video)

TAZENDA-oggi

TAZENDA-ieri

SA FESTA

(Es cumprida, prima de cuminzare. Pro chie no pode cantare)

Un giorno di neve Nel cuore della Sardegna. Un altro giorno senza la mia faccia. Una sera  di neve. E che sia l’ultima. Una sera di neve.

La gente ride ad Orgosolo ed Orune. Lo sento . che’ prega per nessuno. E’ dentro di me, “Amica come un cane”, e’ un giorno di neve.

La festa, la festa, la festa è finita, prima di cominciare, per chi non può cantare.

“San Giovanni”-il Monte di__”, della “Barbagia” il re, mi sta consigliando di scendere giù. “San Giovanni”…..In questo giorno di neve.

Il vento trasporta voci di allegria . in questa campagna bianca di foschia. Il vento trascina fin qui, “Maria”, in questo giorno di neve.

La festa, la festa, la festa è finita, prima di cominciare, per chi non può cantare.

Un giorno di neve, nel cuore della Sardegna. Un altro giorno, senza la mia faccia. Una sera di neve, e che sia l’ultima, una sera di neve”

(Tazenda)

La canzone “Sa festa”- leggi “savèsta”- esisteva gia’ nei primi anni ’90 quando il gruppo “Tazenda” era in auge e conosciuto in tutta Italia. Non ha percio’ bisogno di presentazioni e precisazioni, specialmente riguardo alla voce di Andrea Parodi, leader e cantante dei “Tazenda” prima maniera.

CIAO

(first-primo- blog->click here)

Marghian

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI 67 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in musica. Bookmark the permalink.

5 Responses to TAZENDA, IERI ED OGGI “SA FESTA” (con un omaggio alla Sardegna-come immagini, nel secondo video)

  1. Silvia says:

    Unico e indimenticabile Andrea…… dolce notte Marghian 🙂

    • MARGHIAN says:

      Immaginavo il riferimento ad Andrea, immancabile 🙂 . A me piace anche la voce di Beppe-il cantante che ha sostituito Andrea, meno elcatante ma forte, e la ricchezza musicale della versione attuale, davvero “da festa”. Ciao.

      Marghian

  2. MARGHIAN says:

    Ciao amiche ed amici. In queste ore ho problemi di connessione. Non so se risolvero’ l’inconveniente in tempo per la Pasqua. Vi saluto e vi auguro una felice Pasqua. Vi scrivero’ come posso, con lo smart. A presto ciao.
    Marghian

  3. fausta68 says:

    La canzone è una delle mie preferite!
    Mi vedi poco perché è un periodo un po’ complicato ma spero che tu possa leggere qui il mio augurio di buona Pasqua….ma se il tuo computer facesse ancora i capricci sono sicura che ti arriverà ugualmente….da cuore a cuore!

  4. MARGHIAN says:

    Ciao Fausta. La mia canzone preferita dei Tazenda e’ forse-anzi di sicuro- la meno conosciuta. Ho fatto a suo tempo un post, “non “spunta la luna dal monte”, non “carrasecare” od altra canzone che voi conoscete ma..”in s’istrada e’ sa luna”. Infatti, la mia preferita e’ proprio questa.

    Ti riporto la traduzione:: “Nella strada della Luna c’era una ragazzina dagli occchi castani. Nella strada della Luna un raggio riluceva come segno di speranza, segno di Fortuna. E come fiore di inverno, bellissima la luce che portava la pace in cieli di ferro. Nella guerra delle guerre c’era un ragazzino dai capelli neri. Nella guerra delle guerra cantava un canto ai “malfatati”, alle nuove terre. E come il vento, come un fiore era bello il sorriso, era grande il sole che aveva nel cuore. C’era un ragazzino, i capelli neri, gli occhi stupiti ed in bocca un canto. Nel cuore dei soldati c’era una canzone, ce l’aveva messa Dio. Nel cuore dei soldati non c’era ragione di inventare l’affanno, frutto di dolori nudi. E come una brezza del mare, meraviglioso è il giorno, e bella sei tu colomba di aprile. Nel cuore dei soldati , meraviglioso è il giorno e bella sei tu colomba di primavera. C’erano due ragazzini dentro questo sogno, dentro questa storia, belli come due cavallini. nella strada della Luna c’erano due ragazzini che portavano speranza…alla Luna” (dal mio post, dove mi hanno oscurato il video!!!!!).

    Non ti preoccupare per non essere “presente”- poi non e’ proprio cosi’, anzi leggo spesso i tuoi commenti e saluti-. Ciao Fausta 🙂

    Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s