ASCOLTANDO UNA CANZONE, ASPETTANDO L’ANNO CHE VERRA’

APPUNTO

Sempre attuale (specie in questi giorni) questa canzone di Dalla. Un testo con certe tinte “pessimistiche”, con parole quali “si esce poco la sera, compreso quando e’ festa”, “e si sta senza parlare per intere settimane….” e le cose “positive” dette ironicamente, come a voler dire che la realta’ e’ un’altra. “Vedi, caro amico, cosa si deve inventare….” quasi a voler esorcizzare una realta’ dura e poco gratificante. Ma al di la’ del senso che Lucio Dallla ha voluto dare a questa canzone, “L’anno che verra'” e’ un brano con il quale voglio salutare gli ultimi due giorni di questo 2012, che tanto ha fatto parlare di se’ grazie a chi, secoli fa, di calendari ne sapeva piu’ di noi. Noi, piuttosto, abbiamo dato dei connotati negativi a quest’anno, “quasi in linea con la canzone”, dato che cio’ che descrive Dalla sembra proprio essere una sorta di “dopo apocalisse” (non si esce..non si parla con nessuno….e si inventano realta’ alternative ed illusorie).

Il capodanno 2012-2013 e’, per noi (come lo era per i Maya!) un passaggio da un ciclo ad un altro, e non importa quanto lungo sia questo ciclo. Aspettiamo dunque l’anno che verra’, “scrivendoci piu’ forte” poiche’, geograficamente e non nel cuore, “siamo troppo lontani”. Ci..scriviamo piu’ forte, anche inventanto qualcosa, perche’ no? La fantasia aiuta. L’importante e’..esserci, come canta anche Lucio Dalla:”vedi, caro amico, come diventa importante….che questo istante ci sia anch’io?”.

Ecco, anche io ci sono, noi ci siamo. E..ci stiamo preparando, e questa e’ davvero la Novita’, se ci prepariamo con uno  spirito nuovo, pur nel continuo ripetersi delle cose vecchie. Vecchie come gli anni stessi, che scandiscono la nostra esistenza, da sempre. 

 CIAO

Marghian

Advertisements

About MARGHIAN

SALVE. IO SONO MARGHIAN .SONO UNA PERSONA DI QUASI 64 ANNI, ABITO A TERRALBA, UN CENTRO DELLA PROVINCIA DI ORISTANO IN SARDEGNA. VIVO DA SOLO – SONO INFATTI SINGLE- MA NON NE FACCIO UN VERO PROBLEMA; CERTO, CI PENSO UN PO', OGNI TANTO, MA CIO' E' UMANO. MI OCCUPO, OLTRE CHE DEL MIO LAVORO DI IMPIEGATO STATALE, DI MUSICA A LIVELLO AMATORIALE: OLTRE ALL’ASCOLTO DELLA MUSICA, PREVALENTEMENTE POP, FOLK E CLASSICA, MI DILETTO INFATTI NEL SUONARE LA TASTIERA E LA CHITARRA. GLI ALTRI MIEI INTERESSI SI RIASSUMONO IN QUELLI CITATI NELLA CASELLA APPOSITA DEL MIO BLOG. LA MIA VITA QUOTIDIANA POTREI DEFINIRLA DI UNO STILE STANDARD, IN QUANTO ESSA CONSISTE NELLA CLASSICA TRIADE: LAVORO, CASA, AMICIZIE. FRA GLI ALTRI INTERESSI ANNOVERO ANCHE L’USO DEL PERSONAL COMPUTER. PUR SE SONO AGLI INIZI E NON NE FACCIO UN LARGO USO, LO CONSIDERO UN VALIDO HOBBY NON CHE’ SOPRATTUTTO UN IMPORTANTISSIMO STRUMENTO DI INFORMAZIONE-COMUNICAZIONE. NON PRATICO NESSUNO SPORT IN SENSO STRETTO, MA MI CONSIDERO UNO SPORTIVO -GINNASTICA E NUOTO -. SONO LA CLASSICA PERSONA TRANQUILLA, INSOMMA. I MIEI INTERESSI SONO: MUSICA (LA SUONO, COME HOBBY, E LA ASCOLTO. MI PIACE), LA CULTURA, I TEMI DI ATTUALITA’, E OVVIAMENTE LE RELAZIONI SOCIALI E L’AMICIZIA. CIAO. Marghian
This entry was posted in MOMENTI, musica, RIFLESSIONI. Bookmark the permalink.

10 Responses to ASCOLTANDO UNA CANZONE, ASPETTANDO L’ANNO CHE VERRA’

  1. in fondo al cuore says:

    Aspettiamo caro Marghian, la speranza è che almeno, non sia peggiore…..ma il 13 porta fortuna no?????? 🙂 Dolce notte Marghian!

  2. MARGHIAN says:

    So che in America il “martedi’ 13” corrisponte al nostro venerdi’ 17…mah..

    Sai, Silvia, cosa e’ la “relativita’?”. 🙂 Non pensare ad Einstein, la relativita’..esiste anche in questo caso, il numero 13. In certi luoghi “porta sfortuna”, in altri “fortuna” (dipende da cosa si crede, ecco perche’ ti scrivo di relativita’, o meglio… di relativismo, anche in questo senso).
    Facciamo che porti fortuna, dai, dato che, si dice, “dipende da noi” (magari!!!).
    Ciao Silvia, e… 🙂 Dolce Notte.

    Marghian

  3. marisa says:

    Sempre bella la canzone, ed è proprio per questi girni…
    Speriamo che il 2013 sia migliore di quello passato….
    Ti abbraccio Marghy augurandoti una dolce notte ed un fine ed inizio dell’anno pieno di cose belle…. 🙂

  4. laurin42 says:

    E’ importante che ci siamo tutti, caro Livio, e siamo consapevoli che il cambiamento è già in atto perchè non ci si può opporre alla spinta evolutiva. ” Sii tu il cambiamento che vuoi nel mondo” diceva Gandhi. Io penso che in buona compagnia si hanno le idee più chiare su dove andare, quando e cosa fare per rinstaurare i valori dell’umanità.
    E sono felice di constatare che siamo un bel gruppo sulla stessa sintonia.
    E’ importante che ci sei!
    Love
    L

  5. zebachetti says:

    ricordando Lucio aspettiamo buonAnno Marghian

    • MARGHIAN says:

      Ricordando Lucio…per un attimo ho pensato a Battisti, altro grande Lucio. Poi ho letto il titolo del mio post..”ah, Dalla….”
      A PRESCINDERE (dalle mie sviste…), BUON ANNO NAZ!!!!

      Marghian

  6. MARGHIAN says:

    A proposito di Lucio… mi sa che a pensarci bene ha ragione, “sara’ tre volte Natale”…Natale di Cristo, Capodanno dalla nascita di Cristo, Epifania della Nascita di Cristo, proprio… 3 volte Natale….e’ cosi’!!! :)Ciao.
    Marghian

  7. accantoalcamino says:

    Se mi leggi qualche volta sai che Lucio è sempre nel mio cuore, lui amava il Natale e le feste, ero a visitare la sua casa ed è piena di presepi in ogni stanza. Teneva la casa addobbata a festa fino in marzo, è davvero un peccato che un uomo così sia venuto a mancare, ma ci ha lasciato in eredità una musica inarrivabile per gi altri: poesie in musica.
    Scusa se mi sono soffermata su Lucio, ora accetta i miei auguri per un 2013 ricco di poesia, musica, emozioni, Libera e Perla (la mia micia bianca) ♥

  8. MARGHIAN says:

    Oh carissima. :Ti confesso di averti letto solo alcune volte.

    Ricordo bene il tuo blog name “accantoalcamino”. Mi dispiace non averti fatto gli auguri ieri, ma rimedio ora.
    Non scusarti se ti soffermi su Lucio, 🙂 il post e’ su di lui, no? Tranquilla. Lo immagino, anche dai suoi testi. Un artista come lui, credo, non puo’ essere indifferente a tradizioni forti come quelle del Natale. Io apprezzo Lucio anche per la sua sensibilita’ nei riguardi del mare. Lascio parlare a lui: “una cosa costante e’..il rapporto di noi musicisti con il mare…per esempio, “Gesu’ bambino…” ed altre mie canzoni che hanno a che fare con il mare…come questa che vi cantero’, “come e’ profondo il mare”……”.

    Mi piace molto in quella canzone, ho fatto anche un post tempo fa su “come e’ profondo il mare”, con delle mie riflessioni… :)non ricordo nemmeno quali. Ciao, grazie e… 🙂 BUON ANNO!!!!
    (Io pure ho…una micina bianca!!! Che coincidenza…si chiama Nives, io la chiamo sempre “stellina”).

    Marghian

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s